Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Ztl, il Comune prepara la finestra Oltrarno – CorriereFiorentino.it

corrierefiorentino.corriere.it – Ztl, il Comune prepara la finestra Oltrarno. Varchi aperti per un’ora o due nel pomeriggio. Ma c’è il nodo notte: i residenti chiedono la chiusura fino alle 23  – di Claudio Bozza

Una finestra pomeridiana nella Ztl di una o due ore per aiutare le botteghe, ma anche l’estensione dello stop alle auto fino alle 23 per andare incontro alle richieste dei residenti. È questo il piano su cui Palazzo Vecchio sta lavorando per rimodulare gli orari della Ztl in Oltrarno.

Il sindaco Dario Nardella, a luglio, aveva annunciato per settembre-ottobre una revisione del traffico nel quartiere. Ma per l’assessore Stefano Giorgetti, cui è stata affidata la gestione operativa, non è affatto una missione semplice: «Stiamo riflettendo anche con tutta la giunta — spiega — perché dobbiamo cercare di tenere insieme le esigenze di tutti: i residenti che hanno diritto ad una migliore vivibilità, gli artigiani per un migliore accesso alle loro botteghe e quelle dei commercianti, compresi i ristoratori».

Oggi in Oltrarno ha gli stessi orari del resto della Ztl: dal lunedì al venerdì il divieto d’accesso ai mezzi privi di autorizzazione va dalle 7,30 alle 20; il sabato dalle 7,30 alle 16. Palazzo Vecchio potrebbe concedere una finestra pomeridiana, aprendo la Ztl dalle 15 alle 16, mentre si arriverebbe alle 17 nel caso in cui si optasse per la soluzione più favorevole alle botteghe, oggi pressoché irraggiungibili a meno che non si richiedano permessi ad hoc tramite la procedura prevista del Comune.

Oltre agli artigiani da rianimare, ci sono però i sonni dei residenti. Per questo Nardella e Giorgetti stanno valutando di estendere la chiusura della Ztl dalle 20 alle 23 — nei giorni di giovedì, venerdì e sabato — così come accade nei mesi estivi. Riuscire ad accontentare tutti è però una missione complicata: se con la finestra pomeridiana si fanno contenti commercianti e artigiani, restringendo i divieti di notte esulterebbero sì i residenti, ma i ristoratori (moltissimi in Oltrarno) scenderebbero sul piede di guerra. Perché se i primi si ritroverebbero con qualche parcheggio in più e soprattutto senza i marciapiedi invasi dalle auto, i secondi si vedrebbero limitata la possibilità di raggiungere i locali per la cena.

Tutti i pro e tutti i contro sono già sul tavolo del sindaco, che prenderà una decisione al termine della prossima giunta programmatica, che dovrebbe riunirsi entro la fine di settembre. Sarà una decisione difficile, anche perché Nardella si è impegnato più volte a varare misure che aiutino il quartiere più identitario di Firenze a risollevarsi e a combattere il degrado.

Intanto, a ottobre, l’assessore Giorgetti conferma la rivoluzione di borgo San Jacopo, il cui senso di marcia, rispetto ad oggi, sarà invertito in direzione Santo Spirito; mentre il tratto di strada tra il Garage Lungarno e il Ponte Vecchio diventerà pedonale, visto che il traffico sarà bloccato da una catena. I mezzi autorizzati potranno quindi attraversare la città da Est a Ovest passando da via dello Sprone, dove all’altezza di piazza della Passera sarà installata una telecamera anti furbi.

Addio a Ciampi, Presidente di tutti

Lui e la Normale|

Lui e la Toscana|foto

FOTO|Dalla casa natale all’Ottica di famiglia, ecco la sua Livorno

video: Livornese, italiano, europeo Addio Presidente Ciampi

Sorgente: Ztl, il Comune prepara la finestra Oltrarno – CorriereFiorentino.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing