Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Scontro Inps, il Civ contro Boeri: “Rischio uomo solo al comando”. La replica: “Andiamo avanti” – Repubblica.it

Il Consiglio di indirizzo conferma il ricorso al Tar contro la riforma dell’Istituto della previdenza, ma apre a un ritiro qualora il presidente si correggesse. La risposta di Boeri: “Pronti a chiarire, ma l’impianto resta. Senza riforma a rischio l’Ape”

MILANO – Sale di tono lo scontro interno all’Istituto per la previdenza sul piano di riorganizzazione varato dal presidente Tito Boeri. Il Civ – il Consiglio di indirizzo e vigilanza, un organo chiave dell’istituto formato da imprese e sindacati – ha confermato ad oggi “la presentazione del ricorso al Tar” contro il piano Boeri, ricorso “ieri l’altro notificato a tutti gli interessati”. Lo ha spiegato Pietro Iocca, presidente del Civ, parlando in audizione alla commissione bicamerale Enti gestori. “Abbiamo promosso questa azione per il rispetto della legge”, ha aggiunto specificando che “nel caso in cui la presidenza Boeri si correggesse e ritirasse le violazioni di legge” del nuovo regolamento, il Civ “è pronto a ritirare il ricorso al Tar”.

Dal canto suo, il presidente Boeri ha risposto che l’impianto del nuovo regolamento d’organizzazione non cambierà nella sostanza: ci potranno solo essere dei chiarimenti ai rilievi mossi dai ministeri dell’Economia e del Lavoro e a quelli del Civ, ma “andremo avanti con la riforma”.

Negli ultimi giorni la temperatura è cresciuta in seno all’Istituto della previdenza. Come ricostruito da Repubblica in edicola mercoledì, la riforma voluta da Boeri è stata osteggiata a tal punto dal Consiglio, che questo è arrivato a ricorrere al Tar per bloccarla. Come non bastasse, un parere della Ragioneria generale ha svelato anche i dubbi del Tesoro, che vigila con il dicastero del Lavoro sull’Inps stesso. Nel documento di inizio agosto, la Ragioneria sottolinea tre nodi critici: la riduzione del potere del Civ, la concentrazione delle funzioni nelle mani del presidente e il depotenziamento delle proposte che il direttore generale (Massimo Cioffi) sottopone al presidente (lo stesso Boeri). Secondo l’Inps, però, si tratta di osservazioni in parte già emendate e per questo superate.

Iocca ha dettagliato i motivi della critica: secondo il Civ, il piano per il nuovo Inps “porta a una semplificazione così estrema, togliendo competenze, tale da asciugare anche la democrazia”. In audizione ha attaccato: “Questo è il disegno che sottende al nuovo regolamento. Se vengono per certi versi asciugati delle loro competenze il Civ, il direttore generale e il collegio, alla fine resta un uomo solo al comando”. Boeri ha invece spiegato che c’è la disponibilità per “alcuni aggiustamenti” ma “la sostanza non cambia” e “adesso passeremo all’attuazione” del piano. Insomma il ricorso al Tar del Civ, “un’azione drammatica e costosa”, non bloccherà la riorganizzazione. Anzi, rincarando la dose l’economista ha legato la riorganizzazione all’anticipo pensionstico: “Se vogliamo far decollare l’Ape serve una macchina efficiente. L’Ape è una operazione complessa e necessita di una presenza capillare sul territorio per gestire le domande. Fermare ora la riforma dell’Inps, dunque, porterebbe a problemi per l’attuazione dell’Ape”.

In sua difesa, Boeri ha sottolineato: “Da tempo mi batto perché la nuova governance dell’inps venga varata al più presto e venga ridotto il potere del presidente”. Quanto alla struttura del futuro, il taglio delle direzioni (dalle attuali 48 si passerà progressivamente a 36

più l’organismo indipendente di valutazione) genererà a regime risparmi per circa 8 milioni di euro, tra costi diretti e indiretti delle diverse direzioni rimosse. “Questi risparmi – ha detto – contribuiranno a finanziare il piano di assunzione di 900 giovani laureati”.

Sorgente: Scontro Inps, il Civ contro Boeri: “Rischio uomo solo al comando”. La replica: “Andiamo avanti” – Repubblica.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing