Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Perché per Virginia Raggi questa è una settimana di fuoco

Roma, 19 set. (askanews) – L’appuntamento più urgente è quello di domani quando, come da ordine del giorno, alle 15 in apertura dell’Assemblea Capitolina, la sindaca di Roma Virginia Raggi dovrebbe intervenire in aula Giulio Cesare per delle Comunicazioni e rivelare finalmente il nome del nuovo assessore capitolino al Bilancio dopo le dimissioni di Marcello Minenna e la revoca di Raffaele De Dominicis. Raggi ha però di fronte 7 lunghi giorni di risposte dai dare sui temi che più hanno messo sulla graticola la sua giunta, sia sul versante esterno al M5S, sia su quello interno, e rispetto ai quali i margini di manovra sono decisamente ridotti.Sul nome dell’assessore al Bilancio, ad esempio, è buio pesto al momento tanto in Consiglio come in Giunta, tanto che sono in molti a pensare che al momento non ci sia ancora alcun nome definitivo sulla scrivania della Sindaca. Eppure entro due settimane l’Assemblea Capitolina dovrà avere a disposizione ed eventualmente approvare quell’assestamento di bilancio “politico” che dovrebbe garantire a Raggi investimenti adeguati per mettere in campo i primi atti propri, non ereditati, programmati o ipotecati dalle gestioni precedenti. L’assessora all’Ambiente Paola Muraro annuncia che tra domani e mercoledì dovrebbe essere riempita anche la casella lasciata vuota ai vertici di Ama, dopo che l’amministratore unico Alessandro Solidoro si è dimesso alla rinuncia del suo mentore Minenna. Dovrebbe arrivare in settimana anche la risposta definitiva da parte del Campidoglio al Coni sulla candidatura di Roma a ospite delle Olimpiadi 2024.Il pressing da parte del presidente del Coni Giovanni Malagò è sempre più forte, e Raggi dovrebbe incontrarlo insieme al Presidente del Comitato promotore Luca Cordero di Montezemolo per anticipare le sue decisioni. Parte della Giunta sarebbe oggi orientata al “si”, contrapponendosi al “no” secco espresso dal leader del M5S Beppe Grillo e da gran parte della base cittadina. Raggi, presa tra i due fuochi, dovrebbe comunque sciogliere anche questa riserva entro i prossimi sette giorni, che si annunciano decisivi anche per la sua stessa credibilità e tenuta politica.Intanto oggi la sindaca della Capitale ha ribadito in un video postato sul suo profilo FB: “Siamo sotto attacco, tutti i giorni: stiamo effettivamente iniziando a dare fastidio. Facciamogli vedere che ci siamo”. E in vista di “Italia5Stelle”, la kermesse del movimento in programma il 24 e 25 settembre: “Il 24 e 25 settembre ci vediamo tutti a Palermo, per Italia5Stelle: sarà l’occasione per rivederci tutti, da tutta Italia, abbiamo bisogno di stare insieme, abbiamo bisogno di vedere quanti siamo e di fargli vedere quanti siamo”. Int2

Sorgente: Perché per Virginia Raggi questa è una settimana di fuoco

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing