Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

GLI “IDOLI” DEL NOSTRO TEMPO E IL MALE DEL WEB 4.0 – Di Patrizia Gugliotta

14390754_10209387656241026_470019431439977766_n

GLI “IDOLI” DEL NOSTRO TEMPO E IL MALE DEL WEB 4.0 – Dare battaglia al neocapitalismo digitalizzato e finanziarizzato! “la quarta rivoluzione industriale sta avendo inizio”

Di: Patrizia Gugliotta ( P.C.B ) Pubblicato su: << Ulrich’s Periodicals Directorycon >>

Cari Compagni, siamo cosi giunti all’era del Web 4.0, dopo un susseguirsi di scambi e ricambi di medium, in virtù di una crescente richiesta di “informatizzazione” possiamo ormai affermare con assoluta certezza di aver “toccato il fondo”! Secondo una autorevole ricerca condotta da World Economic Forum, questo passaggio comporterà una perdita di 18 Milioni milioni di posti di lavoro nei prossimi 5 anni. Le 15 economie coperte dall’indagine contano all’incirca per il 65% della forza lavoro mondiale, Una previsione assai diversa da quella prospettata da qualche insipiente grullo di Cupertino legato in maniera “clientelare” ai magnati della Major e dei loro servi della finance policy. Secondo autorevoli analisti è prevista una perdita di 52 posti di lavoro su 100 entro 15 anni ( Western countries only ) con un incremento significativo di problematiche sociali legate all’aumento esponenziale della disparità tra classi e un coseguente accrescimento della povertà. Stiamo cadendo per l’ennesima volta dalla padella nella brace considerato il crescente stato di subordinazione tra chi gestisce il WEB: ( Social Network, Ebot-Aimbot, crawler, Smart-App, Game ecc. Tali strumenti nefasti (tanto cari al “Padron”.. Pardon, “Patron”.. del M5S ) N.D.R, altro non sono che veri e propri “Spyreware” ovverosia procedimenti apodittici detti “Algoritmi” operazioni pianificate allo scopo di aquisire ogni tipo di informazione sull’utente (Phishing : EX : Lo “spyware”, denominato “Regin” ora venduto alle S.I.M “è stato gestito da un’agenzia di intelligence occidentale ed è tuttora il più avanzato trojan “Spy” NW_B_D_DEEP/W, in termini di ingegneria e di letalità anche rispetto a Stuxnet” (la cyber-arma sviluppata dagli Stati Uniti e Israele nel 2012 utilizzata per compromettere il programma nucleare iraniano NDR ); Si passa dunque dal “Furto di identita” allo “Spying bank – OneCoin – Bitcoin – Dificit-main ecc, Fino all’analisi di mercato mirata al singolo utente per non parlare della gravità legata a fenomeni criminali derivanti; come la Pedofilia, Omicidi, Usura, Cyberbullismo, Cyberstalking, Truffa, Spaccio, Stupro, Prostituzione minorile, Furti in abitazioni. ( I trafficanti Internazionali di droga stanno ottenendo vantaggi economici tramite messaggi criptati e altre tecnologie virtuali. Gli acquirenti frequentano determinati locali come, ad es., i coffee shop o i milk bar utilizzando siti web finti allo scopo di individuare intere partite di pillole e quantità di anfetamine in chat room. N.D.R ); Queste enormi mole di dati vegono poi vendute per cosiderevoli cifre agli “imperator opulentus” di sempre “V.S.I.M” ). A patire maggiormente di tali fenomeni saranno come al solito i “soggetti deboli” Donne, Adolescenti, Anziani, portatori di Handikap. “Mentre per gli uomini ci sarà un posto di lavoro guadagnato per ogni tre persi nel corso dei prossimi 5 anni, le donne otteranno un posto di lavoro ogni cinque persi” L’essere umano si trasforma cosi in “utente programmato” sempre più emarginato dal contesto; dunque “escluso”da ogni forma di scelta di “autodeterminazine”, sociale ma anche morale generando cosi la “pars destruens” occludendo la possibilità il disincanto da una prospettiva ingenua e autoillusoria . L’unico mezzo per scacciare gli idoli dalla mente umana sta nel seguire il naturale sviluppo dei concetti e degli assiomi per mezzo dell’induzione vera, ma già la delineazione degli idoli è di grande vantaggio. * Vedi MARX: “Homo sum, humani nihil a me alienum puto” («Sono un uomo, non ritengo a me estraneo nulla di umano»)

GLI IDOLI DELLE MASSE DEL 2016: “Citando qualche nome tra i più conosciuti ed ambigui ” –
Warren Buffett 196,7 miliardi (Usa) Roman Abramovich 162,0 miliardi (Russia) Paul Allen 136,7 (Stati Uniti) Alisher Usmanov 132,0 ( Russia ) Bil Gates 140,0 ( USA ) Prince Alwaleed 180.00 (Arabia Saudita) Donals Trump 100,7miliardi ( USA ) Carlos Slim Helù 98.0 ( Messico ) Bernard Arnault 95.0 (Francia) Vladimir Putin 32,5 ( Russia ) Kenneth Thomson 55,0 (USA) Tayyp Herdogan & Figli 66,7 miliardi ( Turkia ) Lakshmi Mittal 118.0 ( India ) Ma Oltre ai soliti ladri Dell’industria e della finanza e qualche “Despota” capo di stato; la novità consiste nel ritrovare personaggi nuovi legati al WEB, Nella lista degli uomini più ricchi del mondo ritroviamo sempre più “Lamer” Si , come Mark Zuckerberg, divenuto noto per aver “hackerato” gli account email di due figure senior di Harvard. Oggi Zuckerberg guida il più grande social network del mondo e ruba ben 48,6 miliardi di dollari. Altri ladri WEB sono presenti nella lista dei capitalisti del 2016 come Paul Allen di Microsoft’s, Jack Dorsey di Twitter, Jan Koum di WhatsApp, Sean Parker di Napster e Drew Houston di Dropbox. Anche Steve Jobs se fosse ancora vivo ma tra i nomi dei miliardari c’è sua figlia, Laurene Powell Jobs che ruba oltre 116,7 miliardi vendedo tecnologia spazzatura a soggetti gonzi, ma alla moda. “Le masse sono rudi, storpie, scomposte, pericolose nelle loro pretese e nella loro influenza, e non hanno bisogno di essere lusingate, ma di essere ammaestrate.” (Ralph Waldo Emerson)

LA TEORIA DEGLI “IDOLI” sta infatti alla esegesi della natura umana, come la dottrina degli elenchi sofistici sta alla dialettica comune. A questo proposito è necessaria un’analisi socioculturale sulla “reazione mancata”: in visione di cultura, intesa come informazione manipolata, Iniziando da Guy Debord: “La società dello spettacolo”,che individua la menzogna camuffata dall’ intrattenimento perenne, idioma illusione di riflessività per chi non possiede gli anticorpi a questa affezione, la cosapevolezza di una spinta consumista come miraggio gratificatorio, Secondo prassi : (Retorica precettistica ) L’idolo dunque è “egemonia”! Che si costruisce oggi sui “mezzi di comunicazione”, a prescindere dai rapporti di forza fra le classi; Le pretese di verità di tali Idoli “impostori” sono l’anticamera del nuovo totalitarismo Capitalista, mentre anche le analisi più “oggettive” cioè più ancorate nella realtà empirica vengono derubricate a “opinioni”, per cui le decisioni anche politiche spettano oggi a chi prevale nell’agone modaiolo della “innovazione tecnologica” Gli “idoli” sono penetrati nell’animo umano ad opera delle pessime regole di dimostrazione equipollente agli idoli del teatro; in quanto reali autori di altrettante favole preparate per essere rappresentate sulla scena, buone a costruire mondi di finzione e di teatro. “La folla è un gregge docile incapace di vivere senza un padrone. È talmente desiderosa di obbedire che si sottomette istintivamente a colui che le si pone a capo”.
(Sigmund Freud). Per queste ragioni è necessario impegnarsi in maniera seria, senza sottovalutare la pericolosità di quanto si stà profilando. Come noto, all’origine di tanta remissività e accettazione da parte delle masse è dovuto alla capacità illusoria del Sistema Capitalista di manipolare l’ndividuo a proprio piacimento, un metodo collaudato per reprimere la capacità di reagire delle stesse, anestetizandone la propria “criticità” inducendo a subire ingiustizia e diseguaglianza in modo del tutto passivo ( Ebetismo ), Ciò ha prodotto la crisi più profonda delle masse, ostacolando cosi la loro capacità di distinguere tra bene e male dovuta allo snaturamento sistematico di ogni pricipio sia “oggettivo” che etico/morale. Se un Tempo noi “MARXISTI” identificavamo vari aspetti negativi del S.C, “S.I.M,” N.D:R ( Oggi sarebbe più corretto parlare di “V.S.I.M”… “Private Virtual Empire” STATO VIRTUALE IMPERIALISTA DELLE MULTINAZIONALI) Ma attenzione, In realtà questo “Plug-in” va interpretato come un “plus evolutivo parossistico ultimo” del sistema descritto, ma dalle caratteristiche ancor più subdole di questo complesso criterio pernicioso e disumanizzante ! Come già accennato, Lo scopo di tali espedienti è quello di aquisire maggiori informazioni possibili su di noi (vacche da mungere), Cosapevoli di poter agire indisturbate e svincolate dalla necessià di disporre di “mezzi di produzione”, evadendo il fisco ed esentate da qualsiasi obbligo di natura penale e civile, ( Vedi Caso APPLE ). Come gia detto questi sistemi sono a servizio e appannaggio delle solite S.I.M dunque ! Le stesse nemiche di un tempo ma evolute in una forma ancora più indistinta. ( “V.S.I.M” ) “Attenti a quelli che cercano continuamente la folla, da soli non sono nessuno”. (Charles Bukowski)
In merito a questa tematica invito a leggere I’ntervista di C. Formenti a Stefano Laffi Professore presso l’Università Bicocca e il Politecnico di Milano, Laffi . ha condotto la nascita di cantieri narrativi di gruppi giovanili (ravers di Milano, Analista di “Radiopopolare” e già Membro del Comitato Politico Metropolitano transnazionale (C.P.M ) Il Compagno Laffi analizza in base alle tesi sul presunto ruolo rivoluzionario del “cognitariato” e quelle sulla rete come strumento di autorganizzazione democratica dei movimenti. In un articolo apparso sul numero di gennaio/febbraio 2014 di “Alfabeta2”, Dove C. Bifo scrive che il merito di Negri consiste nell’avere capito la necessità di dare battaglia al neocapitalismo digitalizzato e finanziarizzato sul suo stesso terreno, che è appunto quello dell’uso delle tecnologie di rete per organizzare la cooperazione sociale. Ma noi cari compagni siamo convinti dell’esatto contrario perchè su questo terreno il capitalismo è destinato a trionfare come sempre, è per questa ragione che noi Uomini e Donne di buon senso dobbiamo impegnarci affichè rimaga quel barlume di speranza che ci dia la forza per fronteggiare questo nuovo flagello.” Il problema dell’umanità è che gli stupidi (Furbi) sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi”. Bertrand Russell.

Di Patrizia Gugliotta. Copyright ©

Sorgente: FEMEN EUROPE

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing