Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Germania, voto amministrativo a Berlino. Ma Merkel rischia – Repubblica.it

La Cdu della cancelliera sotto il 20%, rischia di non essere neanche il secondo partito. Così il voto per il sindaco della capitale può avere ripercussioni nazionali.

BERLINO – La Berlino politica guarda con angoscia alla Berlino amministrativa. Sono circa 2,5 milioni di elettori chiamati domenica 18, a rinnovare il Senato – la capitale fa Land a sé – e in alcuni quartieri, che hanno governi e parlamentini autonomi, c’è per la prima volta il rischio che i populisti dell’Afd possano governare direttamente.

Nei sondaggi, la Spd del sindaco uscente Michael Mueller è chiaramente in vantaggio con il 24% dei consensi, in una città tradizionalmente “rossa” – uno dei suoi più leggendari sindaci del passato fu Willy Brandt – ma che ha coabitato con la Cdu negli ultimi anni in una Grande coalizione. Proprio i pronostici disastrosi per la Cdu potrebbero diventare un altro grattacapo enorme per Angela Merkel, dopo la débacle di due settimane fa in Meclemburgo. E anche la Spd potrebbe uscire ammaccata dall’appuntamento delle urne. Anche se è in testa, per la prima volta nella storia lo è con una percentuale sotto il 25%.

Nei sondaggi ultimi, la Cdu è calata sotto il venti per cento, è testa a testa con i Verdi al 17%. La Linke li tallona da vicino, al 15% e l’Afd continua a crescere ed è data oggi al 13%. Se questi numeri dovessero essere confermati, Spd e Cdu raggiungerebbero appena il 41% e non potrebbero continuare a governare insieme. Entrambe le Volksparteien veleggiano comunque intorno ad un risultato disastroso, rispetto alle elezioni del 2011, quando i socialdemocratici presero il 28,3% e la Cdu il 23,3%. Ora il partito della Merkel è sei punti sotto e potrebbe diventare terzo, persino quarto partito.

Mueller ha già messo le mani avanti da settimane dicendo che lui preferirebbe comunque buttare fuori i cristianodemocratici per allearsi con la Linke e i Verdi e spostare la guida della capitale a sinistra. Uno scenario che cambierebbe anche gli equilibri al Bundesrat, la Camera alta, dove passano molte leggi e dove la forte presenza di governi rosso-verdi sta già rendendo complesse le trattative su leggi come quella sulle tasse per la successione o sull’inclusione del Maghreb tra Paesi “sicuri” nelle leggi sui profughi.

Il sindaco uscente di Berlino è un ottimo amministratore ma non ha il carisma del suo predecessore, quel Klaus Wowereit che cullò la Berlino nella formula della capitale “povera ma sexy”, traghettò la città durante una difficile transizione trasformandola nella capitale europea dell’arte, delle startup e della cultura alternativa. E a Berlino continua ad essere perdonato tutto, come se fosse ancora l’enclave ribelle pre-Muro, chiusa dalla Germania comunista dai conti disastrosi e rifugio di artisti e obiettori del servizio militare.

Nei giorni scorsi ha festeggiato sorniona i dieci anni dell’eterno cantiere, i dieci anni dalla prima pietra dell’aeroporto Ber – la Salerno-Reggio Calabria della Germania – e nessuno si è scandalizzato più di tanto. Le statistiche economiche, che la dipingono come la zavorra della Bundesrepublik, qui suscitano solo sbadigli. Le incredibili vicende sui pasticci con le registrazioni e le schede elettorali, che in Austria hanno ispirato un rinvio delle elezioni, qui hanno suscitato soltanto un’alzata di spalle. Altrettanto facilmente vengono dimenticate le mostruose lunghezze burocratiche, gli scandali dei dipendenti comunali prezzolati per offrire corsie preferenziali o

il disastro dell’amministrazione centrale per i profughi, il Lageso. Ma come cantava una grande cantante berlinese, Hildegard Knef, “Berlino, hai il volto pieno di lentiggini e la bocca troppo grande, ci hai regalato una ciambella di salvataggio che si chiama ‘embè?'”.

Sorgente: Germania, domani voto amministrativo a Berlino. Ma Merkel rischia – Repubblica.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing