Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Finiti gli incentivi frenano le assunzioni a tempo indeterminato (-33,7%)

Roma, 19 set. (askanews) – Calano le assunzioni a tempo indeterminato. Nei primi sette mesi dell’anno i contratti a tempo indeterminato si sono ridotti del 33,7% (-379.000) rispetto ai primi sette mesi del 2015. Lo ha comunicato l’Inps spiegando che il rallentamento “va considerato in relazione al forte incremento delle assunzioni a tempo indeterminato registrato nel 2015, anno in cui dette assunzioni potevano beneficiare dell’abbattimento integrale dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro per un periodo di tre anni”. “Analoghe considerazioni”, secondo l’Inps, possono essere sviluppate per la contrazione del flusso di trasformazioni a tempo indeterminato (-36,2%). Nei primi sette mesi del 2016 il saldo tra assunzioni a tempo indeterminato, trasformazioni e cessazioni si è attestato a quota 76.324 in calo dell’83,5% rispetto allo stesso periodo del 2015 e del 40,9% rispetto al 2014. E’ invece ancora boom dei voucher. Nel periodo gennaio-luglio 2016 sono stati venduti 84,3 milioni di voucher destinati al pagamento delle prestazioni di lavoro accessorio, del valore nominale di 10 euro, con un incremento, rispetto ai primi sette mesi del 2015, pari al +36,2%. Nei primi sette mesi del 2015, la crescita dell’utilizzo dei voucher, rispetto al 2014, era stata pari al 73%. int4

Sorgente: Finiti gli incentivi frenano le assunzioni a tempo indeterminato (-33,7%)

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing