Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

16 settembre 1982: il massacro di Sabra e Shatila- Samantha Comizzoli

14292433_10209210883422759_3690693985487139651_n

16 settembre 1982: il massacro di Sabra e Shatila.

Libano… israele entrò di notte nel campo profughi ed ammazzò a sangue freddo tutti, senza pietà senza distinzioni….

“La morte era dappertutto. Donne, vecchi, giovani bambini, giacevano sotto il sole cocente. La guerra israelo-palestinese aveva già portato come conseguenza migliaia di morti. Ma l’uccisione a sangue freddo di questa gente sembrava di gran lunga peggiore di ogni evento precedente”

“Furono le mosche a farcelo capire. Erano milioni, e il loro ronzio era eloquente quasi quanto l’odore. Grosse come mosconi, all’inizio ci coprirono completamente, ignare della differenza tra vivi e morti. Se stavamo fermi a scrivere, si insediavano come un esercito – a legioni – sulla superficie bianca dei nostri taccuini, sulle mani, le braccia, le facce, sempre concentrandosi intorno agli occhi e alla bocca, spostandosi da un corpo all’altro, dai molti morti ai pochi vivi, da cadavere a giornalista, con i corpicini verdi, palpitanti di eccitazione quando trovavano carne fresca sulla quale fermarsi a banchettare. Se a Sidone l’odore dei cadaveri era stato nauseante, il fetore di Chatila ci faceva vomitare. Lo sentivamo anche attraverso i fazzoletti più spessi. Dopo qualche minuto, anche noi cominciammo a puzzare di morto”.

Sorgente:  Facebook

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing