Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Sono l’unica a non essere minimamente sorpresa o sconvolta dall’uscita dell’Inghilterra dall’Europa? – Flavia Carpiniello

brexit

Sono l’unica a non essere minimamente sorpresa o sconvolta dall’uscita dell’Inghilterra dall’Europa? Forse perché non ricordo il momento in cui ne ha fatto parte, se non sulle carte. Libera circolazione di beni, merci e persone? La Gran Bretagna non ha mai aderito a Schengen, ne ha partecipato solo per alcuni aspetti. Tutte le restrizioni applicate in loco alle comuni normative europee imposte hanno da sempre dimostrato la volontà di mantenere le opportune distanze. Vogliamo parlare dell’euro? L’Inghilterra ha assunto sin dal ’73 una posizione contrattuale nei confronti dell’Unione per qualunque questione, posizione che gli altri paesi si sognano, modificando e riadattando ogni misura disposta. Ed è da sempre così, è la storia di questo paese.. non lo so probabilmente dallo scisma di Enrico VIII… parliamoci chiaro questo paese ha dimostrato di fottersene anche del papa nel momento in cui il resto del mondo era totalmente soggiogato dal potere temporale!! In 30 anni cosa doveva cambiare? Ah si, la cittadinanza europea. Lo spirito comunitario, si. Questo paese esprime coerenza e altissime forme di democrazia da cui dovremmo forse trarre insegnamento, offrendo possibilità di scelta ai propri cittadini. Lo spirito comunitario e di comunione con lo straniero lo dimostra da ben prima del 73, dando lavoro a milioni di persone mentre qui
si ipotizzava un’ Europa unita per meri motivi economici e per tutelarci dalla Germania…e cosí farà anche nel futuro, per la visione sociale utilitaristica che da sempre l’ha fatta prosperare. Mentre noi, così profondamente cittadini Europei, votiamo Salvini.. Non pensiamo a Londra, L’Inghilterra è in minima parte Londra così come lo è Milano per l’Italia. Anzi a me sembra , da una prospettiva storica, considerando tutte le alleanze e politiche estere filoamericane, che si sia sempre distaccata dall’Europa. Boh io tutta st’apertura mentale degli inglesi non l’ho mai esperita, motivo per cui non ho mai familiarizzato fino in fondo con le radici della cultura inglese, pur ammirandola e facendone oggetto di studio e ispirazione. Mi sembra così ovvio che esca, l’unico dispiacere lo rivolgo a tutti quei giovani che avrebbero voluto invertire la rotta. A loro dico che l’Inghilterra è sempre stata pioniera del multiculturalismo, del pluralismo internazionale, del melting pot e non solo molto prima dell’Unione, ma anche senza tutte le ipocrisie legate al finto abbattimento delle nostre frontiere. L’ha fatto senza mai mettere in ostaggio la propria integrità. Insomma, io mi focalizzerei più su un Trump…

Sorgente: (1) Flavia Carpiniello

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.