Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Meridiana, firmato l’accordo: via libera a ingresso Qatar Airways

Meridiana vola verso Qatar Airways. Dopo una vera e propria corsa a ostacoli durata mesi, a spianare la strada alla nuova partnership con l’aviolinea di Doha è l’accordo quadro sottoscritto oggi al Mise da Governo, azienda e sindacati confederali e sigle professionali. A non sottoscrivere l’intesa è stata l’Usb. Quella dell’intesa con le organizzazioni sindacali era una condizione che Qatar aveva posto con la firma, nel febbraio scorso, del memorandum of understanding per fare il proprio ingresso nel capitale della compagnia sarda.E l’accordo raggiunto oggi delinea il perimetro industriale e fissa il numero degli esuberi sotto quota 400 unità, esattamente 396 rispetto ai 955 iniziali. Per i lavoratori di Meridiana Maintenance, gli esuberi scendono da 75 a 30 unità e ci potrà essere una ulteriore significativa riduzione grazie all’impegno dell’azienda ad introdurre di nuovi contratti part-time a tempo indeterminato. Gli esuberi degli assistenti di volo si attestano a 325 unità e quelli degli addetti di terra a 41 unità mentre non ci sono esuberi per i piloti. All’azienda è stato imposto il vincolo del diritto di prelazione per 36 mesi per l’assunzione dei lavoratori in mobilità.L’intesa definisce anche il nuovo contratto di lavoro che aveva rappresentato uno degli scogli sui quali il negoziato, insieme al nodo delle eccedenze di personale, ha pericolosamente rischiato di arenarsi. Il contratto avrà una vigenza triennale rispetto ai 5 anni inizialmente prospettati. Per i piloti con la retribuzione più alta è previsto un taglio del 20% dello stipendio. Parallelamente i piloti Air Italy, che ad oggi potevano contare su stipendi inferiori, vedranno incrementato il loro salario.Come ha spiegato il viceministro dello Sviluppo economico, Teresa Bellanova, che per il Governo ha firmato l’intesa insieme al ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, per i dipendenti in mobilità sono previste retribuzioni per un importo mensile pari all’80% dell’ultimo stipendio lordo, per 2 anni. A questi, si aggiungono altri 2 anni sempre all’80% grazie al Fondo Volo. Quella che si è chiusa oggi, sottolinea Bellanova, “è stata una trattativa lunga e difficile ma siamo riusciti a portare in porto una operazione complicata. E questo grazie all’azione di tutto il governo e all’impegno del ministro Delrio nel sostenere la ricerca di un partner. Non dobbiamo dimenticare che Meridiana era una compagnia sull’orlo del fallimento”.Soddisfatto anche il ministro Delrio. “L’accordo è il passo necessario e indispensabile per poter avere una partnership”. E “ora il partner ha tutti gli elementi per fare la sua parte”. “La riduzione del numero degli esuberi -spiega Delrio- è stata resa possibile grazie alla predisposizione di un piano industriale di rilancio. Senza questo, altrimenti, avremmo gestito solo esuberi. L’accordo quadro era il passo necessario e indispensabile per poter avere una partnership e ora il partner ha tutti gli elementi per fare la sua parte: hanno le rotte, hanno un progetto di piano industriale e questo consente di avere tutto lo spazio per crescere e riassorbire gli esuberi”.Per quanto riguarda il consolidamento e lo sviluppo delle rotte, “esiste l’impegno della Autorità italiana a supportare il vettore per l’ottenimento dei diritti di traffico richiesti”, si legge nel documento. In tale contesto si inquadrano anche le recenti intese tra l’Italia ed il Qatar volte all’incremento delle relazioni commerciali tra i due Paesi, che vedono una crescita graduale delle capacità dei passeggeri e cargo e la stabilizzazione dei servizi” sulla rotta Doha-Milano-Chicago. Anche per i sindacati l’accordo di oggi pone le basi per la partnership strategica con Qatar.Brucia però la ferita degli esuberi. “Rimane l’insoddisfazione – dicono Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl- per gli esuberi dichiarati dall’azienda e l’incapacità manifestata per la ricerca di maggiori riduzioni numeriche, motivo per il quale non è stato possibile sottoscrivere una positiva chiusura di confronto ai sensi della procedura 223/91”. “Il sacrificio in termini di risorse, per il rilancio delle aziende del gruppo, è il primo motivo di vero dolore, ma grande – dicono i sindacati – è la convinzione ribadita nell’accordo, che nell’arco dei prossimi tre anni, si determino positive condizioni di sviluppo per consentire l’assorbimento delle eccedenze. Già dalle prossime ore avvieremo una fase di confronto che pretendiamo essere innovativo e, soprattutto, concreto”.

Sorgente: Meridiana, firmato l’accordo: via libera a ingresso Qatar Airways

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Adsense
.