Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

LA GERMANIA HA FRETTA

Merkel

di giandiego

Oggi i giornali ci titolano così, La Germania ha fretta, molto meno il Regno Unito, molto incerto sulle decisioni del proprio stesso popolo. Quest’Europa alemanno-centrica, questo delirio pseudo-nazista celato dietro ad una patina di democrazia.

Gioca duro, così com’è abituata a fare, l’ha fatto con la Grecia e lo ripeterà, probabilmente con il Regno Unito, anche se la nocciola potrebbe essere molto più dura, per via degli equilibri NATO che sono ancora lì del tutto intatti e che i giornali Mainstream fingono di ignorare.

Nel frattempo continua il delirio gioioso dei No Euro che confondono i piani e che inneggiano ad una democrazia del tutto opinabile. Mentre sempre più si allunga sul comportamento dei separatisti l’ombra di Donald Trump e del pensiero guida della minoranza elitaria di ultra-destra. Stupisce sempre più la presenza di tanti bolscevichi fra i festaioli.

Lo scontro reale appare in casa elitaria, fra due pensieri egualmente assurdi e di parte. Comunque impostati all’eugenetica, al depopolamento ed alla contrazione ed annullamento dei diritti … l’una più marcata, localistica, separatista e tirannica … l’altra falsamente bardata d’un apparenza democratica, ma altrettanto se non più micidiale e velenosa.

Per i cultori compulsivi  del “meno peggio” la scelta diventa improba.

Mentre il progetto di un mondo altro e diverso da questo scivola lontano, fra le utopie ed i sogni, nel la scansia dell’impossibile e chi ancora ne parli viene additato come un farneticante … instabile ed anche un poco pericoloso.

Si creano le condizioni per contrarre ulteriormente gli spazi democratici, ormai apparenti ed irrisori in nome della tenuta dell’Unione ed anche, in fondo, del suo disfacimento.

Alla fine dietro entrambe le posizioni spunta la mente d’una minoranza assassina e padronale, stupisce che molti non si accorgano di questo.

Ormai però siamo abituati alla realtà di popoli controllati e teleguidati. L’importante e che l’idea socialista venga allontanata, contrastata, esorcizzata da un’apparente realtà inoppugnabile e, se possibile, dagli stessi che dovrebbero esserne artefici, operazione perfettamente riuscita in Italia.

Quella che chiamammo sinistra viene colpevolizzata … per il solo fatto d’essere di parte, per la scelta di campo, quando essa sia reale.

Mentre in casa nostra M5S si compiace, e dovrebbe far pensare molti, della battuta d’arresto di Podemos ed Izquierda Unita sostenendo che questo dia ragione al pensiero “volante sopra” della Casaleggio, Grillo & C.

Non è affatto un caso che questo avvenga. Nel laboratorio italiano l’esperimento “Valvola di sfogo e controllo programmata ” ha sempre maggior successo. Lo si è dimostrato con il silenzio tombale di frontae alle riforme ed all’impostazione  di Monti e con il Job Act …  Passati sotto relativo silenzio,  sicuramente senza colpo ferire e senza grandi traumi … certo per demerito ed eterna vergogna del PD, ma con la collaborazione cortese anche se un poco rumorosa dell’opposizione, mentre la rabbia della gente veniva indirizzata verso gli stipendi della servitù elitaria distraendola dal sistema che questa situazione finanziava e creava, limitando ad urla e strepiti, molto rumorosi ma per nulla pericolosi, la propria critica alla struttura portante di questa società.

Podemos come a suo tempo Syriza rappresentano un pericolo perchè si muovono nella stessa area … con metodi similari, ma da una posizione chiaramente e nettamente A-sistemica.

Il teatrino predisposto a suo tempo per far apparire Tsipras come un traditore ed indirizzare verso di lui l’imbecillità degli iper-critici cripto marxisti che, anziché rafforzare e cercare appoggio e collegamenti internazionale, hanno preferito distruggere Siryza … accusando implicitamente Tsipras di ogni nefandezza.

Senza tenere in alcun conto la minaccia Turca e la predisposizione Germanico-Lanzichenecca agli assedi lunghi ed alle prese per fame. Senza considerare, così come ha fatto l’Inghilterra la realtà, in questo sistema, di mercati nazionali inesistenti ed oramai completamente assorbiti dalla globalizzazione … senza soffermarsi sull’immanenza  del TTIP che cambierà completamente le carte in tavola (cosa che l’èlite conservatrice inglese invece calcola) … distruggendo in modo definitivo ogni velleità di separatismo economico, ogni pretesa di auto-produzione e di autarchia totale o parziale ed instaurando in modo definitivo il Regno neo-medievale delle Grandi Famiglie Multinazionali realizzando la modificazione epocale che stanno preparando da tempo, mentre noi ci compiaciamo d’un Brexit che loro hanno teleguidato.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.