Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

#Brexit: la sinistra non sa più dialogare con le masse –

di Inchiostro

C’ho poco tempo e ho anche fretta, quindi sarò breve.

Si parla di dati e non li si legge. Tutti con sti cazzo di vecchi, i vecchi, i vecchi. Ok, i vecchi.
Il paragrafo successivo dell’articolo che ho letto io, e che secondo me non tutti hanno finito di leggere, dice che il grado di istruzione è stato l’ago che ha pesato sul voto.

Chi aveva studiato – chi aveva un’istruzione di livello più elevato – ha votato remain.
Chi non ha studiato – chi aveva un’istruzione di livello più basso – ha votato lèvati.

Ora, è il reddito un qualcosa di proporzionale all’istruzione? No? Sì?
E’ l’istruzione carattere distintivo tra classe abbiente e classe meno abbiente? No? Sì?

Io vorrei sapere qual è il dato più importante: se sia stato un referendum xenofobo, o se il voto della gente si sia diviso tra chi era istruito e chi no, chi aveva un dato reddito e chi no, chi aveva determinate conoscenze e chi no.

In una zona proletaria del Galles, per dire, il 62% ha votato lèvati. Sessantadue. Percento. Operai.

La Brexit è un fatto, è un accadimento. Bisogna analizzarne le sfaccettature per poterla interpretare.

Una possibile, una probabile, è che i metodi di comunicazione di chi pensa di possedere la cultura non sono inclusivi, ma esclusivi. Che cazzo può capirne uno che non ha fatto l’università – e per favore non iniziamo con io non ho studiato eccetera, che tutti abbiamo capito cosa si sta intendendo – quando gli si spiega con linguaggio tecnico il perché e il percome di qualcosa?

Sì, io dico che la sinistra è lontana, nel linguaggio e nella comunicazione, dal popolo di cui si dice rappresentante.
Ed è per questo che le destre prendono piede: la loro comunicazione è più efficace, è più diretta, è più inclusiva.

La superiorità morale presunta di una certa sinistra, che pensa che i contenuti siano esprimibili solo con parole specifiche, con lunghi discorsi e grandi perifrasi, è un suicidio. Lo è da sempre.
Se nessuno capisce quello che dici e quello che scrivi, hai voglia ad avere ragione.

Non ci credete? Andate al mercato, andate al centro commerciale. Provate a parlare con le persone usando i vocaboli che si usano qui, che si usano su Abbatto i Muri e poi ditemi se vi capiscono.
E badate che, nel caso non vi intendano, non è colpa loro, ma vostra.
E’ chi è in grado di analizzare i fatti che deve spiegare agli altri, a chi magari non riesce ad arrivarci – magari per mancanza di mezzi, che non tutti hanno disponibilità economica per fare l’università, e quant’è vero Iddio anche qui non cominciamo con io facevo il cameriere io rapinavo vecchiette alla stazione io lucidavo scarpe ai monchi – dicevo, è chi possiede una migliore capacità d’analisi che deve aiutare chi non ci riesce.

Come? Con la dialettica. Solo che il registro dev’essere adeguato alla situazione, alla persona, alla circostanza.

Io so una cosa: se andassi in un centro commerciale a leggere questo scritto, molti, magari non tutti capirebbero. Se lo leggessi per come l’ho pensato, quindi tirando in ballo parole come semantica, afferente, referente nessuno capirebbe una sega.

Cosa insegna Brexit?

Che la vita è una merda.
E poi che bisogna reimparare a dialogare con le masse, che altrimenti ti mandano affanculo.

Sorgente: #Brexit: la sinistra non sa più dialogare con le masse – Al di là del Buco

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.