Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Rassegna Stampa del 25 maggio 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’

Nell’augurarvi buon mercoledí, sfogliamo con voi i principali quotidiani nazionali:

Da Il Corriere della Sera, dopo una maratona negoziale di 11 ore,  per la Grecia arrivano non solo gli aiuti, ma anche il via libera alla ristrutturazione del debito, quello che il premier Alexis Tsipras ha sempre chiesto. Negoziato non facile, nonostante l’appoggio del FMI, per la resistenza della Germania. «L’Eurogruppo si è accordato su un pacchetto di misure che saranno immesse progressivamente, necessarie per raggiungere i target sulle necessità di finanziamento», si legge nel comunicato finale.  Per Pierre Moscovici è un successo: «Abbiamo voltato pagina insieme in questa lunga storia del programma greco, c’è voluto un lavoro intenso, non era facile». Bene… ma si puó voltar pagina anche su quanto ha passato il popolo greco in questi lunghi anni? Dimenticare? non credo proprio…

Da La Repubblica, continua, in merito alla candidatura alle comunali di Virginia Raggi,  lo scambio di accuse tra Renzi: “Voi co.co.pro della Casaleggio” e Di Maio: “Lui ha firmato contratti con le lobby”. Nel contempo il sindaco di Napoli Luigi De Magistris su Bagnoli:  “Parole false e scorrette” aggiungendo, “smascherare la falsità” delle parole del presidente “è molto semplice perché lui sa perfettamente che essendo Bagnoli un sito di interesse nazionale la bonifica la deve fare il Governo”.

Proseguiamo con Il Fatto Quotidiano, che titola: Referendum Riforme – Il Pd fa il “comitatino” per avere i rimborsi. Infatti, Il 13 maggio un gruppo di 12 “cittadini” non meglio identificati (ma muniti di documenti) sono stati ricevuti presso la Cassazione per richiedere il referendum costituzionale, promuovendo “la raccolta di almeno 500.000 firme”. Il gruppetto ha eletto domicilio presso Maurizio Chiocchetti, in via Flaminia 838 a Roma. Eccola, l’unica traccia formale del Comitato per il Sì. Annunciato da Renzi settimane fa, ma ancora non esiste. C’è solo la richiesta di Chiocchetti e il sito, “Basta un sì”. Sabato è partita la raccolta in tutta Italia e serviva uno strumento legale. Perché secondo la legge 157 del ‘99 il comitato promotore di un referendum ha diritto “a un rimborso pari alla somma risultante dalla moltiplicazione di un euro per ogni firma valida”, se raccoglie le 500 mila firme. Pertanto 500 mila firme, 500 mila euro. Chissá perché mi sto ricordando la famosa frase di Toto: “e io pago…”

Da L’Unitá, la vittoria del verde pro-Ue Alexander Van der Bellen come nuovo Presidente austriaco.  L’Europa tira un sospiro di sollievo. La Presidenza dell’Austria al candidato di estrema destra e anti-Ue Norbert Hofer sarebbe stata una minaccia, non solo per l’Austria, ma per tutta l’Europa. Resta ora da interrogarsi sul fenomeno estrema-destra, che sta dilagando in tutta Europa, sugli errori commessi e come l’estrema destra rappresenti oggi una sorta di “rifugio” contro l’Europa fatta di burocrati, che chiede e che mai dà, che legifera su questioni inutili e tralascia quelle importanti, che scavalca la volontà popolare. Una situazione estremamente pericolosa, perché non sempre si troverá un Alexander Van der Bellen che, con una manciatina di voti, riuscirá a fermarla.

Tutto Fumo, é il titolo de Il Manifesto: l’accordo di Parigi sul clima mostra le prime crepe. Diversamente dagli impegni, una parte dei paesi firmatari della Cop21 investono sulle centrali a carbone. Nella lista dei principali inquinatori Giappone, Germania e Usa. Mentre l’Italia finanzia il fossile nella Repubblica Domenicana. Tutto questo alla vigilia del G7 di domani a Tokyo.

Da Il Sole 24 Ore, il Bond Usa va in “paradiso”. Nell’era degli allentamenti quantitativi senza fine, dei tassi sottozero sui bond sovrani e di poco superiori sui bond aziendali, del debito più incentivato del risparmio, della crisi economica che non passa mai e soprattutto della grande incertezza sulla stabilità politica e finanziaria dell’Europa, le sorprese non finiscono mai. Si sono viste banche restituire ai clienti i soldi pagati in eccesso sui loro mutui a tasso variabile dopo la caduta dell’Euribor sotto-zero. Si sono viste aziende costrette a sostituire titoli di Stato che non rendono più nulla con botti di whisky invecchiato e magazzini di formaggi: questo lo scenario ed il Bond Usa, che va “in paradiso”.

A seguire ulteriori notizie dall’estero, da fonti locali e da siti web di informazione, non senza rammentarvi il consueto appuntamento con la diretta del notiziario di Radio Popolare.

Buona giornata e buona lettura di NUOVA RESISTENZA antifa’ il contenitore quotidiano dell’ informazione e della controinformazione.

Sorgente: Rassegna Stampa del 25 maggio 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Rassegna Stampa del 26 maggio 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’ | NUOVA RESISTENZA antifa' - […] Sorgente: Rassegna Stampa del 26 maggio 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’ […]

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing