Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Rassegna Stampa del 26 aprile 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’

Nell’augurarvi un buon martedí, vi invitiamo a leggere con noi le notizie dei principali quotidiani.

Tanto tuonó che piovve… cioé nulla che non ci si aspettasse: il governo italiano manda il Libia 900 soldati con “funzioni di protezione di alcuni siti sensibili, compresi i pozzi petroliferi, e con funzioni di addestramento dell’esercito locale”. Se proteggi “un sito sensibile” e questo viene attaccato, che si fá? si spara… e quando si spara é guerra. Basta di ipocrisie… L’articolo da Il Corriere della Sera.

Da La Repubblica, l’intervista al ministro della giustizia Andrea Orlando, che getta acqua sul fuoco della “guerra” tra magistratura e politica. Orlando ribadisce stima, ed apprezzamento per Piercamillo Davico, assicura mezzi e misure per migliorare il lavoro dei magistrati e nuova legge sulla prescrizione… nuova legge ed antichi vizi? non ci é dato sapere, aspettiamo luglio, come promesso dal Guardasigilli.

Da Il Fatto Quotidiano, la tragedia nucleare di Cernobyl, avvenuta 30 anni fa, nella notte tra il 25 e 26 aprile 1986, quando scoppio il reattore n.4 della centrale nucleare dell’allora URSS. La nube che si sparse sull’Europa, le scarse notizie e il famoso “Vse pod kontrolem”  (tutto è sotto controllo)…che non riuscí a tranquillizzarci… Ancor oggi Cernobyl é un deserto altamento radiattivo, dove tutto é rimasto come quella notte tra il 25 e 26 aprile 1986. L’esplosione di Cernobyl, la paura di una nuova Cernobyl, portó l’Italia al referendum che bocció, un anno dopo, le centrali nucleari.

Sull’Unitá, il “muro” di Orban:  i muri non riusciranno mai a fermare chi cerca la liberá, chi fugge dalla guerra, ma rimarranno monumenti perenni, nella memoria collettiva, per ricordare l’egoismo e l’ipocrisia umana. I muri si abbattono, non si costruiscono… Nell’articolo la storia di due profughi iracheni, uno invalido su una sedia a rotelle, e l’altro semicieco calpestati nella calca durante un attacco con lacrimogeni e manganellate da parte della polizia: se questa é civiltá…

Il Manifesto ed il ricordo del 25 aprile… e la memoria che non puó essere “corta”. Ieri in piazza per ricordare, contro tutti i fascismi vecchi e nuovi, contro l’Europa dei muri, affinché, come ha detto il presidente Mattarella, sia “Resistenza tutti i giorni”.

Su Il Sole 24 Ore, il forte messaggio di Obama: “il mondo ha bisogno di un’Europa unita”.  La retorica è stata ispirata, persino commovente, con Obama che ha parlato da leader europeo prima ancora che americano. Ma dietro la storia e i valori comuni, il messaggio di fondo che arriva dall’America per privilegiare l’integrazione contro la disintegrazione va diritto al cuore dei nostri problemi: l’economia deve tornare a crescere in modo simmetrico, dobbiamo prendere misure per farlo e ognuno, soprattutto la Germania, da dove Obama ha lanciato ieri il suo appello per l’unità, dovrà fare la sua parte.

A seguire articoli dalla stampa estera, da alcune fonti locali e da siti web di informazione, non senza ricordare il consueto appuntamento con la diretta del notiziario di Radio Popolare.

Buona lettura di NUOVA RESISTENZA antifa’ il contenitore quotidiano dell’ informazione e della controinformazione.

 

 

 

Sorgente: Rassegna Stampa del 26 aprile 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Rassegna Stampa del 27 aprile 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’ | NUOVA RESISTENZA antifa' - […] Sorgente: Rassegna Stampa del 27 aprile 2016 – a cura di Luna.Rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’ […]

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing