Rassegna stampa di lunedì 11 gennaio 2016 a cura di [email protected] – nuova resistenza antifa’

11 Gennaio 2016 0 Di macwalt
Quotidiani -

Rassegna stampa di lunedì 11 gennaio 2016 a cura di [email protected]

Prima pagina obbligatoria alla notizia della morte di David Bowie, musicista star della musica rock. David trasgressivo e innovatore si spegne a 69 anni.

Storia di cartelli della droga, dei boss latino-americanos. Storia di fughe, arresti ed evasioni. Storia di amicizia e di sangue, storia di cinema e milioni di dollari di Joaquin “El Chapo” Guzman . Tutto questo condito assieme con Sean Penn nell’articolo del Guardian, tra la morte de Duca bianco e le crisi che investono anche l’Inghilterra.

Dalla Spagna El Pais ci offre un bel reportage in diretta del caso Infanta (la figlia reale del Regno di Spagna) inquisita nel caso Iñaki Urdangarín y Diego Torres . La infanta Cristina y Urdangarin se enfrentan este lunes a uno de los momentos más amargos de su vida. Se sientan en el banquillo de los acusados por su implicación en la trama de desvío de fondos públicos y delitos contra la Hacienda pública.

Politica negli “States” All’avvicinarsi delle elezioni presidenziali le voci di candidati altri, mexicani, latino-americanos nelle città che rappresentano il grande paese. Chicani, nativi, italo-americani, voce di un’altra America che non è solo migranti e illegalità, ma anche essenzialmente lavoro e diritti sociali e civili. Dal Washington Post

Passo indietro del Governo Renzi sul reato di clandestinità che da più fonti costituzionali era stato impugnato per marcare una controtendenza nefasta di un problema civile divenuto penale quale l’essere un clandestino ( ci torna alla mente una canzone di Manu Chao) Da qualche giorno invece fonti governative hanno cercato di ridurre la portata di un provvedimento speciale e anche dall’interno degli alleati di questa fantasmatica maggioranza di Governo sono state usate forti pressioni, per cui sulla questione migranti è così intervenuto il premier Renzi: ‘Il reato di clandestinità non sarà tema del prossimo Cdm’. Il Capo della Polizia ha invece dichiarato che: ‘Serve un meccanismo che renda più agevole la gestione degli immigrati quando transitano per i nostri confini in maniera illegale’.

Passo indietro anche per la depenalizzazione del coltivare cannabis, anche una sola piantina e così si allontana la legalizzazione della cannabis, ripensamenti ed anche il timore di essersi spinti troppo avanti di un Governo non eletto dai cittadini e che però ha la forza di spogliare di contenuti il lavoro, la scuola, i migranti. La re-pressione di Alfano, la faccia di Renzi – Da larepubblica.it

Morire d’amianto all’Olivetti: un’accusa lunga 36 mila pagine. Parte il processo: tra gli imputati anche De Benedetti e Passera

Da Firenze: Mazzi di fiori sulla porta, passanti che gettano uno sguardo pietoso, un quartiere sotto choc: così via Santa Monaca, a Firenze, dove ieri è stata trovata strangolata Ashley Olsen, 35 anni, americana della Florida. “Cara Ashley – si legge in un biglietto -, sei una bellezza naturale dentro e fuori, nostra amica, nostra vicina, amata da tutti quelli che la conoscono.

Da Bari: Autorizzate le ricerche petrolifere davanti alle isole Tremiti con un decreto del Mise, per la cifra di 1.929,292 euro l’anno. Lo denuncia Angelo Bonelli, della Federazione dei Verdi, precisando che “il 22 dicembre 2015 con decreto n.176 è stato conferito il permesso B.R274.EL alla società Petroceltic Italia Srl” “Le Regioni proponenti i referendum non devono fare passi indietro. Dovranno elevare subito conflitto di attribuzione nei confronti dello Stato davanti alla Corte Costituzionale”. Lo dichiara il governatore della Puglia, Michele Emiliano, riferendosi al decreto Mise del 22 dicembre 2015 di autorizzazione a ricerche petrolifere al largo delle Tremiti. Per Emiliano quelle norme hanno “scippato” al popolo la possibilità di esprimersi. “Trivellare il nostro mare è una vergogna e una follia”.

Boeri (Inps): sgambettati sulla trasparenza delle pensioni, sì a flessibilità in uscita – ilsole24ore.com

Da Modena: Circa 300 persone hanno preso parte in serata alla fiaccolata della Lega Nord a Vignola, dove cinque ragazzi il 5 gennaio sono stati minacciati da un gruppo di magrebini che ha chiesto se fossero cristiani o se credessero in Allah, sparando anche un colpo in aria con una scacciacani.

Da Quarto: Braccio di ferro all’interno del Movimento Cinque Stelle tra Beppe Grillo e il sindaco di Quarto, Rosa Capuozzo,  in merito alle polemiche sui voti di camorra che sarebbero andati al movimento nel Comune del Napoletano. Al centro la questione sulle dimissioni del primo cittadino.

Ora che a cercare di salvare il salvabile è Grillo in persona Rosa Capuozzo «valuterà» se dimettersi. Non l’ha fatto però quando a chiederlo erano già in tanti, né quando le hanno contestato un episodio meno grave ma certo imbarazzante. – unita.tv.it

Come sempre a seguire gli articoli di approfondimento sui vari argomenti, le notizie da alcuni quotidiani locali e da siti web di informazione e dai maggiori giornali esteri. non senza ricordare la possibilità di ascoltare in diretta il notiziario di Radio Popolare.  Da NR a Radio popolare

Buona lettura di NUOVA RESISTENZA, il contenitore quotidiano dell’informazione e della controinformazione

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •