Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Un superbordello senza precedenti… – red@zione

Regionali: Alfano,vinceremo scommessa grande spazio moderato

Carlo Tarallo per ‪#‎Dagospia‬

Un vero e proprio giallo, un superbordello senza precedenti: da questa mattina (ndr ieri mattina) Ncd è nella bufera. Urla, insulti, accuse, smentite, precisazioni: gli spifferi da Montecitorio segnalano un Maurizio Lupi letteralmente imbufalito per quando è accaduto nelle ultime ore a Napoli. Sulla graticola finisce il coordinatore regionale del partito di Angelino Alfano: il quasi omonimo sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, che ora rischia il posto. Ma cosa è successo?

E’ successo che Gioacchino, che già alle regionali avrebbe volentieri appoggiato Vincenzo De Luca ma fu costretto dalla strenua resistenza di Nunzia De Girolamo a restare nel centrodestra a sostegno di Stefano Caldoro, non vede l’ora di allearsi a Napoli con il Pd e (soprattutto) con Antonio Bassolino, che il mese scorso è stato il mattatore della festa del Nuovo Centro Destra che si è svolta a Limatola, nel beneventano. Da qualche settimana i suoi fedelissimi si incontrano, parlano, discutono e programmano insieme ai potenziali alleati del Pd napoletano.

Finchè ieri sera dal Pd provinciale parte un comunicato stampa che annuncia solenne: “Alle primarie di coalizione in vista delle comunali di Napoli parteciperà anche Ncd, in sintonia con lo schema politico che sostiene l’alleanza di governo nazionale. Lo rende noto l’ufficio stampa del Pd di Napoli, sottolineando che il Nuovo Centrodestra ha aderito alla coalizione già composta da Pd, Psi, Verdi, Scelta Civica, Idv, Repubblicani democratici, Ricostruzione democratica, Centro democratico e Udc.

Nel corso dell’incontro svoltosi oggi, le forze politiche – conclude la nota del Pd – hanno elaborato le linee generali del regolamento per le primarie di coalizione, testo che nei prossimi giorni sarà definitivamente approvato negli organismi dei singoli partiti”.

Apriti cielo: la minoranza del Pd attacca a testa bassa, con il leader Roberto Speranza: “Arriva l’annuncio che Ncd a Napoli parteciperà alle primarie Pd. Chi lo ha deciso? E che fine ha fatto la moratoria sulle primarie chiesta da Renzi? Basta giochi delle tre carte. Basta partito della Nazione, dobbiamo ricostruire il centrosinistra. Noi siamo il Pd e dobbiamo ricostruire il centrosinistra. E il centrosinistra non si può ricostruire con una forza che si chiama Nuovo Centrodestra”.

Comunicati dello stesso tenore vengono diramati da Gianni Cuperlo, Davide Zoggia e da tutti i maggiori esponenti della minoranza Pd e da Sel. E le urla di Maurizio Lupi – a quanto apprende Dagospia – superano ogni record in termini di decibel. Il capogruppo alla Camera è imbufalito: telefona a Gioacchino Alfano e al coordinatore di Ncd a Napoli Raffaele Calabrò.

“Che state combinando? Che cosa vi salta in mente? Ma vi rendete conto – sclera Lupi – che così facciamo la fine dei polli? Partecipare alle primarie del Pd? Smentite subito!”. Intanto, l’intero gruppo parlamentare è in fibrillazione: “Abbiamo dato ragione a Quagliariello – si lamentano i deputati – siamo alla frutta”.

E arriva la smentita (praticamente una auto smentita) di Gioacchino Alfano: “Il Nuovo Centrodestra – scrive il coordinatore regionale – non parteciperà mai alle primarie del Pd in Campania per la scelta del candidato sindaco. Si tratta di una questione interna a un’altra forza politica. In Campania, stiamo lavorando nei 4 capoluoghi di provincia e nelle città che andranno al voto in primavera, per dare le migliori risposte al territorio”.

Sorgente:F.B. – M.S.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *