Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Strage a Parigi, Hollande alle Camere: “Siamo in Guerra”. Rientra allarme terrorista in Italia – Rai News

Il presidente francese alle Camere: “Più raid in Siria, distruggeremo l’Isis”. E chiede aiuto alla Ue. Caccia all’ottavo uomo, blitz della polizia in un edificio nel quartiere Molenbeek ma Salah Abdeslam non è stato catturato. Polizia: “Nessun transito della seat in Italia”, auto ritrovata già ieri a Parigi. Allarme Cia: “Nuovi attentati in cantiere” Tweet16 Attentati Parigi: in Belgio è caccia a Salah. Nel torinese ricercato terrorista a bordo di una seat Attentati Parigi, Mattarella: l’Italia reagirà con fermezza Attentati Parigi, un arresto a Bruxelles. La mente sarebbe un belga di origini marocchine Attentati Parigi, la mente degli attacchi sarebbe il belga di origine marocchina Abdelhamid Abaaud Parigi, gli eventi cancellati e quelli che si faranno Attentati Parigi, identificati altri due kamikazeRoma16 novembre 2015″Siamo in guerra: gli atti commessi venerdì a Parigi sono atti di guerra”. Con queste parole il presidente francese Francois Hollande esordisce davanti al Parlamento riunito in seduta straordinaria a Versailles dopo gli attentati di Parigi. “L’aggressione contro il nostro Paese – spiega Hollande – è un’aggressione contro i suoi valori, la sua gioventù e il suo stile di vita perchè noi siamo la patria dei diritti dell’uomo”. Prima dell’intervento del presidente i parlamentari hanno osservato un minuto di silenzio.”Attentati pianificati in Siria organizzati in Belgio”Quella che viviamo, prosegue Hollande, “non è una guerra di civiltà, perché questi assassini non ne rappresentano nessuna. Sono vigliacchi che hanno sparato sulla folla disarmata”. Gli attentati, sottolinea, sono “stati decisi, pianificati in Siria, organizzati in Belgio e condotti sul nostro territorio con complici francesi”.”Attacco alla patria dei diritti dell’uomo”La nostra Repubblica non è una repubblica qualsiasi ma porta avanti la concezione di uno Stato a servizio dei nostri cittadini: noi siamo la patria dei diritti dell’uomo. Sono qui per sottolineare l’unità nazionale e per sottolineare la nostra determinazione”. Del resto, incalza il capo dello Stato, “la Francia ha affrontato molte prove e nella storia, coloro che hanno voluto sfidarla sono stati i perdenti” e sarà così anche questa volta perchè il popolo fancese “non si rassegna”.”Non contenere ma distruggere l’Isis”Davanti alle Camere riunite a Versailles il presidente garantisce che “La Francia intensificherà gli attacchi in Siria. I miei complimenti ai piloti francesi che ieri hanno portato a termine l’operazione” a Raqqa. “Non dobbiamo contenere quest’organizzazione, la dobbiamo distruggere”, ha aggiunto riferendosi all’Isis. “Serve una grande e unica coalizione per combattere questo esercito terroristico” dell’Isis.Hollande chiede aiuto all’Unione europeaLa Francia “in guerra” chiede la “solidarieta’” di tutti gli Stati Ue davanti all'”aggressionearmata a uno stato membro”. Chiedendo l’aiuto dell’Ue, Hollande ha rivendicato la clausola di solidarietà e ha avvertito che il terrorismo “non è un nemico della Francia ma dell’Europa”. “Ho chiesto al ministro della Difesa di incontrare da domani i suoi omologhi europei in base all’articolo 42.7 del trattato dell’Unione che prevede, di fronte all’aggressione di uno Stato, che tutti gli Stati membri diano solidarietà”.”Vedrò Obama e Putin per unire le forze”Nei prossimi giorni incontrerò Obama e Putin per poter unire le nostre forze e raggiungere quel risultato che è ancora troppo lontano”, ha aggiunto il presidente francese indicando come obiettivo la distruzione dell’Isis.Estendere lo stato d’emergenzaIl presidente francese François Hollande ha ribadito, al Congresso riunito a Versailles, che già da mercoledì verrà presentato un “progetto di legge per prolungare lo stato d’emergenza a 3 mesi e di adattarlo alle tecnologie e alla minacce con le quali ci confrontiamo oggi”. “La legge era degli anni ’50, – spiega Hollande – ma noi dobbiamo modificarla perchè siamo di fronte a queste minacce. Dobbiamo modificarla e io chiedo al parlamento di approvare il decreto. Il primo ministro chiederà al parlamento di adottare un regime giuridico completo”. Per il presidente francese va “modificata anche la Costituzione”.Si cerca un sospetto terrorista prima sconosciutoSpunta un nome nuovo nelle indagini sugli attentati di Parigi. In una nota diramata oggi dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza a tutte le questure italiane si legge che “le autorita’ francesi” hanno richiesto informazioni sul conto di Baptiste Burgy, 32 anni, originario di Langres (Francia): si tratta, sottolinea la nota, di uno straniero “non precedentemente noto”.Smentita la notizia della Seat ricercata in Italia, macchina ritrovata già ieriIn tarda mattinata si era diffusa la notizia che anche le forze dell’ordine italiane fossero impegnate nel tentativo di rintracciare la Seat nera usata venerdì da uno dei terroristi ma successivamente la Polizia di Stato ha smentito. La vettura era stata già ritrovata ieri in un quartiere della capitale fran

Sorgente: Strage a Parigi, Hollande alle Camere: “Siamo in Guerra”. Rientra allarme terrorista in Italia – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *