Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Rassegna stampa di venerdi 20 novembre 2015 di NR.antifa a cura m@cwalt

 

Quotidiani -

Rassegna stampa di venerdì 20 novembre 2015 nuovaresistenza.antifa a cura di m@cwalt

Le notizie di oggi sono ancora centrate sui fatti di Parigi e la Francia intera. Ad una settimana dagli “attentati” islamisti ancora tutti i giornali, nazionali ed esteri analizzano quanto è successo e si domandano cosa sia possibile fare, perché succedano questi gesti e quali possano essere le risposte da dare. In un mondo che professa le proprie divisioni ideologiche e che pare aver perduto invece la voglia di soluzionare i confronti politici, troppo semplice appare agli nalisti che il tutto sia frutto di uno scontro di civiltà, alla moda Fallaci o di odio razziale quale frutto di una risposta ottocentesca e coloniale.

In Francia si accendano le polemiche per l’inefficienza dei Servizi nei confronti della “mente” terrorista Abdelhamid Abaaoud che ha passato controlli di polizia senza sospetti e che anche nel dopo attentato sia riuscito a sfuggire, fino all’epilogo cruento, alla Gendarmerie, vivendo tra il Belgio e l’Ile de France. St Denis, la Defense quartieri della capitale francese in fermento per scontri ed esplosioni ancora non sopiti nell’opinione pubblica choccata da una “conta del macellaio” che non sembra ancora finita.

La maggior parte dei quotidiani nazionali si pone domande e risposte a paure generali che coinvolgono piccoli e grandi avvenimenti dell’attività pubblica. Dall’apertura del Giubileo straordinario, che molti vorrebbero rimandare, alle riunioni NATO o ai convegni tra i grandi del G8, del G20, della UE che si presentano come schieramento imponente di forze di sicurezza e nell’incertezza dispiegata.

Così in Italia Maria Giulia Sergio, la ragazza italiana che si è convertita all’Islam e che, con il nome di Fatima Az Zahrà, è partita per combattere in Siria per l’esercito del califfo Abubakr Al Baghdadi, è stata ufficialmente accusata a vario titolo di terrorismo internazionale, organizzazione del viaggio per finalità di terrorismo e favoreggiamento. 

A Roma nel frattempo segnalazioni infruttuose di attentati e di bombe nella Metropolitana rischiano di creare una vera psicosi.Così si intensificano controlli e forze di Polizia, mentre si racconta di anfetamine e droghe assunte dai terroristi per compiere quegli efferati gesti.

Bello anche l’artico da ilfattoquotidiano.itBoulevard Voltaire che ricorda dove sono nati tolleranza e rispetto dell’individuo e chi ha realizzato filosoficamente queste idee nel Regno di Francia in un tempo di lotta per il potere e dittatura religiosa. Da Voltaire, i “Lumi settecenteschi” il Diritto l’Uomo e l’Individuo, laicità e Stato, idoli, dei e Dio fino a Wittgenstein. E poi leggere e studiare Kant e Maritaine, Hegel e Marx, . Perchè una cosa l’Europa trasmette: ed è la conquista dei propri Diritti sociali, statali e individuali, con una lotta politica, cosa che sembra non essere nelle menti di questi novelli proto-rivoluzionari che invece di liberare se stessi e aiutare i propri cittadini a crescere, rinnegano (non conoscono) queste lotte e si inginocchiano (bon dieu ancora una volta) ad un più vecchio potere patriarcale. Perché cos’è la religione se non l’affermazione di un vecchio potere nato tra i capo-tribù, capi clan e cao-famiglie di una societù tutta nomade, pastorizia e maschile.

Anche in Mali, Africa da stamani le agenzie parlano di spari, ostaggi da parte di un gruppo terrostico, la confusione e l’incertezza sono sovrani. Per il momento ilPost.it  da questa comunicazione, ancora non conclusa.

Interessante analisi della BBC.new che ci ricorda un anniversario storicamente tragico e riguarda la Spagna e il franchismo. La sua presa del potere del generalissimo Francisco Franco nel 1936, le nostalgie. Ma anche la ri-nascita del Regno di Spagna e i suoi ordinamenti democratici, fino al referendum per la Catalogna.

Da Corleone ( ma guarda, ancora lei) arriva la notiizia di un attentato della mafia contro il ministro Angelino Alfano….articolo 41 bis la contesa nella carceri italiane, ma ucciderlo come Kennedy pare un espressione ridicola per dei capo-clan mafiosi, tant’è…

Dal Governo e il Parlamento si sta realizzando la legge primaria di questo Governo Renzi : Affitti, tasse sulla casa, contante: come cambia la legge di Stabilità – Al Senato il Governo pone la fiducia Le ultime novità

Sul Manifesto troviamo logo e articolo sul Dabiq, la rivista del «ritorno» al Califfato. Propaganda ideologica. Nell’ultimo numero la rivista dell’Isis mostra l’ordigno sull’aereo russo e annuncia la morte di due ostaggi .

Come sempre a seguire gli articoli di approfondimento sui vari argomenti, le notizie da alcuni quotidiani locali e da siti web di informazione e dai maggiori giornali esteri. non senza ricordare la possibilità di ascoltare in diretta il notiziario di Radio Popolare.

Buona lettura di NUOVA RESISTENZA antifa, il contenitore quotidiano dell’informazione e della controinformazione

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.