Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Rassegna stampa di nuova resistenza del mercoledì 25 novembre 2015 a cura di m@cwalt

Quotidiani -

Rassegna stampa di mercoledì 25 novembre 2015 nuova resistenza a cura di m@cwalt

Non si placa il “furore” della Russia per il caccia delle forze di Mosca abbattuto dall’artiglieria turca. La UE e gli USA si sono schierati con l’ipotesi turca che l’aereo avesse sconfinato nei cieli sul confine siriano…. prese di posizione che non facilitano la soluzione ma allo stesso tempo si confermano le azioni comuni contro Isis.

Purtroppo anche un elicottero russo, inviato proprio per cercare i piloti del jet abbattuto, è stato colpito da un gruppo di insorti siriani con un missile, e costretto a un atterraggio di emergenza: una volta a terra è stato nuovamente colpito e distrutto da un altro missile. A confermarlo l’Osservatorio per i diritti umani in Siria. Dieci le persone a bordo, tutte però sono riuscite a mettersi in salvo.

Dilaga la protesta di studenti e minoranze negli atenei Usa. Black lives matter. Cinque persone prese a fucilate a Minneapolis in un sit-in contro la polizia. Yale, Princeton, Ucla, Harvard: le università più prestigiose nella bufera per razzismo e discriminazioni

Intanto continuano gli orrori quotidiani: paura in Francia, dove per qualche ora un gruppo di persone era stato preso in ostaggio da alcuni individui armati a Roubaix, vicino al Belgio. Dopo l’intervento della polizia tutti gli ostaggi sono stati messi in sicurezza, due dei sequestratori sono stati arrestati mentre il terzo è stato ucciso.

In Italia invece un commerciante ha ucciso ieri sera un malvivente al termine di una sparatoria avvenuta nella propria villetta a Lucino, frazione di Rodano (Milano). Ma “non volevo assolutamente uccidere, volevo solo proteggere la mia famiglia”, ha dichiarato il commerciante Rodolfo Corazzo agli inquirenti, secondo quanto ha riferito a caldo il suo avvocato, Piero Porciani.

La guerra sembra lontana ma ci sono piccole e grandi guerre locali che si perpetuano nel nostro Paese e le donne sono tra le maggiori vittime… Nel 2014 sono state 152 le donne uccise in Italia, il 31,9% delle vittime totali. A livello territoriale la casistica fa segnare un -43% di casi al Sud e un contestuale aumento dell’8,3% al Nord. Lo evidenzia il 3/o Rapporto Eures sul Femminicidio in Italia. Oggi è la Giornata delle Donne contro la violenza e il femminicidio

Dal ilmanifesto.info riceviamo ancora che Ashraf Fayadh, poeta e scrittore palestinese è stato condannato a morte in Arabia Saudita (che noi Occidentali sorreggiamo e difendiamo) , artista che con il libro poesia di libertà ha cercato di risvegliare coscienze e conoscenze nel popolo arabo. Cresce la mobilitazione internazionale a sostegno del poeta palestinese condannato a morte da una corte saudita per “apostasia” e “abbandono dell’Islam” .

L’Anno Santo comincerà in Africa. Papa Francesco partirà infatti domani per un viaggio complesso e importante, quanto non privo di rischi, che lo porterà in tre grandi Paesi del continente: Kenya, Uganda e Repubblica Centrafricana; qui, nella capitale Bangui, aprirà la prima porta santa del prossimo Giubileo. Una scelta in linea con un pontificato che ha messo al centro del proprio magistero le periferie del mondo, “gli scartati”, l’umanità degli esclusi. Il viaggio di Papa Francesco in Africa con un grande impegno di pace….auguri!

Un padre divorziato che non riesce a far battezzare la figlia, questo succede a Milano e poi parliamo dei problemi religiosi degli altri…sic!

La situazione dei porti italiani, import-export e lavoro che manca e sfuma per politiche disastrose, Ad un anno dagli annunci del governo restano al palo il riordino delle procedure e delle autorità. Il Piano nazionale per la portualità e la logistica è stato approvato a fine luglio, ma i decreti attuativi sono rimasti nel cassetto e certo non rilancia l’economia e il lavoro nel ns Paese.

Come sempre a seguire gli articoli di approfondimento sui vari argomenti, le notizie da alcuni quotidiani locali e da siti web di informazione e dai maggiori giornali esteri. non senza ricordare la possibilità di ascoltare in diretta il notiziario di Radio Popolare.

Buona lettura di NUOVA RESISTENZAantifa, il contenitore quotidiano dell’informazione e della controinformazione.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *