Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

“Not in my name”, musulmani in piazza contro il terrorismo a Roma e Milano – Rai News

Le comunità islamiche criticano fermamente i terroristi che agiscono in nome dell’Islam. Gli organizzatori della manifestazione romana ricevuti dalla presidente della Camera, Laura Boldrini. Messaggio di Mattarella a #notinmyname: “Non ci piegheremo”. Il presidente Unione delle comunità islamiche italiane: “Insieme battiamo il cancro del terrorismo”Tweet Not in my name, musulmani antiterrorismo. L’incontro con Laura Boldrini e le manifestazioni Attentati di Parigi, la salma di Valeria Solesin è arrivata a Venezia: commozione in aeroporto Not in my name, la manifestazione dei musulmani contro il terrorismo a Roma Renzi: non sottovalutare il terrorismo, ma restare umani Bioterrorismo: attenzione, ma niente psicosi Massima allerta a Bruxelles. Premier belga: “Minaccia simile agli attacchi di Parigi” Terrorismo. Salvini: “Stufo delle fiaccolate, ora le maniere forti”Roma21 novembre 2015Terminate le manifestazioni organizzate dalle comunità islamiche che sono scese in piazza contro il terrorismo e le stragi di Parigi. A Roma e Milano molte le persone in strada per dire “no” al fanatismo con lo slogan “Not in my name”, non in mio nome. Il messaggio di Mattarella a #notinmynameGli assassini vogliono piegarci facendoci rinunciare ai valori di solidarietà e al nostro umanesimo. Noi non ci piegheremo”. Questo il messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella letto alla manifestazione Not in My Name.La manifestazione romana “Musulmani d’Italia – Not in my Name – No al terrorismo”, si legge dietro il palco allestito dall’Unione delle comunità islamiche Italiane in piazza Santi Apostoli a Roma. La pioggia non ha scoraggiato diverse centinaia di persone tra fedeli islamici, religiosi, imam, musulmani, cittadini italiani, politici ed esponenti delle istituzioni, affluiti nella piazza dove sventolavano bandiere della pace arcobaleno e quelle di Paesi come Algeria o Egitto. Tra i primi ad arrivare con il suo gruppo, Nasir Karim, il presidente dell’associazione Tre Mondi di Spoleto (Perugia) per il dialogo religioso e culturale. “A Spoleto musulmani e cristiani già il giorno dopo gli attentati hanno pregato assieme in solidarietà con le vittime di Parigi e per condannare questi assassini vili che non hanno nulla a che fare con la nostra religione – ha detto Karim, marocchino di nascita e con la nazionalità italiana, sposato da 20 anni con un’italiana – Ciò che stiamo vivendo oggi non è una questione di religione anche se veste di religione. È una questione di petrolio, del Dio denaro: chi li arma, chi li sostiene questi terroristi? Le religioni non trasformano gli uomini in criminali. Non solo gli occidentali sono colpiti dal fanatismo cieco, anche il Marocco negli anni passati lo è stato ad esempio”. Fra i politici sono intervenuti anche Pierferdinando Casini “Vi aspettavamo in piazza e siete venuti. Siamo contenti di essere qui”, Luigi Manconi “non dobbiamo avere paura noi insieme a voi”, Fabrizio Cicchitto “state dimostrando che la grande maggioranza del mondo musulmano è contro il terrorismo”, il parlamentare Pd Chaouki ” “Noi non abbiamo paura di nessuno”, il sottosegretario agli Esteri Benedetto della Vedova “Trovo giusto parteciparvi come segno di riconoscimento e incoraggiamento a un lavoro comune. Siamo tutti chiamati a reagire, senza isteria e con determinazione”, Paolo Cento, Stefano Fassina e Arturo Scotto “questa manifestazione è importante: segna una linea di confine e di demarcazione chiara e netta per le comunità islamiche presenti qui che nel nostro Paese si ribellano al terrorismo”. .. Anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha voluto unirsi al messaggio dei manifestanti con dueTwitter: “Il terrore e’ il nemico di tutti noi. Uniti e insieme a #Notinmyname lo sconfiggeremo. Dialogo tra religioni e convivenza vinceranno”.

Sorgente: “Not in my name”, musulmani in piazza contro il terrorismo a Roma e Milano – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *