Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Bruxelles, resta allerta massima. Salah in fuga, trovata cintura esplosiva a Parigi – Europa – ANSA.it

INella capitale belga a partire da mercoledì scuole e metropolitane riapriranno “progressivamente”, ma l’allerta resta massima fino a lunedì prossimo. Rilasciati 17 dei 21 fermati.

Resta massima l‘allerta antiterrorismo a Bruxelles fino a lunedì prossimo mentre ancora non c’è traccia di Salah Abdeslam, il ricercato numero per le stragi di Parigi. Nel pomeriggio è stata ritrovata una cintura esplosiva in un cestino della spazzatura a Montrouge, la banlieue a sud di Parigi, dove fu localizzato il terrorista prima che i due complici arrivassero con la Golf per riportarlo in Belgio.

“Bulloni e perossido di acetone“: è questo il contenuto della cintura esplosiva. I due componenti sono gli stessi delle cinture degli altri kamikaze del 13 novembre a Parigi.

Fonti dell’inchiesta sugli attentati del 13 novembre a Parigi riferiscono all’ANSA che si sta passando al setaccio l’elenco dei siriani arrivati con il barcone del 3 ottobre nell’isola di Leros, in Grecia, e registrati come rifugiati.

Procura: 17 rilasciati – Le autorità belghe hanno rilasciato 17 delle 21 persone arrestate tra domenica e oggi, lunedì 23 novembre. Tre rimangono in stato di fermo, uno è stato tramutato in arresto in relazione ai fatti di Parigi. In totale le perquisizioni sono state 26, due anche vicino a Liegi.  In una delle perquisizioni di cui parla oggi la procura “è stata sequestrata la somma di 26.000 euro”. Tutto il materiale nelle perquisizioni di ieri sera “attualmente è sotto esame”. L’ufficio del procuratore federale ha confermato che la Bmw sfuggita ai controlli di polizia nella regione di Liegi “non ha legami” con le ricerche di Salah

Bruxelles: premier, livello 4 fino a lunedì prossimo – Il livello 4 di allerta per la regione di Bruxelles capitale sarà mantenuto “fino a lunedì prossimo” con valutazioni quotidiane. Lo dice il primo ministro del Belgio, Charles Michel, al termine del Consiglio di sicurezza nazionale. Nel resto del paese è confermato il livello 3. La minaccia è la stessa di ieri. “A partire da mercoledì” scuole e metropolitane a Bruxelles riapriranno “progressivamente”. Lo annuncia il primo ministro del Belgio, Charles Mihcel, a conclusione di una riunione del Consiglio di Sicurezza nazionale durata oltre tre ore e mezza.

Misure di sicurezza rafforzate nelle sedi delle istituzioni Ue (Consiglio, Commissione e Parlamento) di Bruxelles. Al Consiglio, dove lo stato d’allerta è passato da giallo ad arancione, sono state cancellate solo le riunioni dei gruppi ‘tecnici’ di lavoro, mentre sono stati confermati gli incontri tra ministri – Eurogruppo e Consiglio educazione – ai quali partecipano nel pomeriggio il ministro delle Finanze Pier Carlo Padoan e Stefania Giannini. Gli uffici della Commissione sono regolarmente aperti così come quelli del Parlamento.

“Il lavoro non è ancora finito”. Così il ministro dell’Interno Jan Jambon ha fatto il punto della situazione questa mattina dopo l’ondata di perquisizioni e arresti della scorsa notte nella capitale e in altre località del Belgio. Una valutazione più approfondita sul mantenimento del massimo stato d’allerta sarà condotta nelle prossime ore dall’organismo preposto all’analisi delle minacce alla sicurezza (Ocam). La città intanto, nonostante la chiusura di metro, scuole e centri commerciali, ha ripreso a vivere sebbene siano evidenti i segni della tensione, soprattutto per la massiccia presenza di polizia e militari in tutti i punti nevralgici della capitale.

Contro l’assedio della città, su Twitter scatta la rivolta dei gattini

Mentre prosegue la caccia a e dopo le polemiche dei giorni scorsi, Jambon ha tenuto a sottolineare che lo scambio di informazioni con i Paesi vicini sta funzionando bene “perchè siamo tutti sulla stessa barca”. Nel frattempo, si è appreso che Fouad Belkacem, leader dell’organizzazione islamista Sharia4Belgium già detenuto nel carcere di Anversa, è stato posto in isolamento per evitare che altri detenuti possano essere indottrinati e ‘radicalizzati’.

racconti dei testimoni nel sobborgo di Saint Denis.

La zona del covo dei terroristi è a meno di un chilometro dallo stadio.

Sorgente: Bruxelles, resta allerta massima. Salah in fuga, trovata cintura esplosiva a Parigi – Europa – ANSA.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

.