Rassegna stampa del 21 settembre 2015 a cura di luna.rossa

21 Settembre 2015 0 Di luna_rossa

  laura tsiprs 2

In questa nuova settimana di settembre, la notizia che tutti i giornali riportano in prima pagina, é senza dubbio la vittoria in  Grecia di Syriza: con il 35,5% dei voti; un buon distacco da Nuova Democrazia al 28,1% ed in contro tendenza alle previsioni che davano i due partiti pressoché alla pari. “Duri a morire”, come ha detto Alexis Tsipras, che governerá con Anel, “sotto la bandiera dell’onestá”. Da rilevare la scarsa affluenza alle urne, il 55%, sintomo indubbio della “stanchezza” e del disincanto del popolo greco.

Tante notizie sui profughi: dalla rotta balcanica e dal mare, nuovi morti, dispersi, in una tragedia senza fine. La bozza del prossimo vertice Ue, che prevede una multa sino a 6.500 euro, per ogni profugo rifiutato.

Da Gerusalemme, la notizia che la polizia israeliana sará autorizzata a sparare su chiunque tiri molotov o sassi, mentre la pagina economica allerta che l’occhio del fisco sará sui conti correnti bancari e sulle traslazioni fatte con l’estero, incrociando dati ed informazioni.

Ancora di fisco, parla La Stampa, con la notizia emersa dalla maxi indagine sui money transfer, dal recupero di circa 50 milioni di euro e dalla volatizzazione di circa 4,5 miliardi a cui il fisco italiano puó ormai dire bye bye.

Inizia a la settimana anche per la politica: le riforme, il Senato, i trasformisti, la minoranza dem, i diritti dei lavoratori, le pensioni… aspettiamo, non troppo fiduciosi.

Dalla stampa estera: il Washington Post parla ancora di rifugiati, delle difficoltá di ottenere l’asilo politico e di come molte, troppe richieste vengono rifiutate. Il The Guardian affronta il problema dei “malicious programs” e come Apple li abbia rimossi, dopo il massiccio attacco a Apple Store.

Nella giornata mondiale dei malati d’Alzheimer, nel giorno delle infinite lodi alla ricerca, si erge la voce del Prof. Olivier Saint-Jean che spiega l’inefficacia dei vari farmaci prescritti, che riescono solo ad “ingrassare” le borse delle industrie farmaceutiche. Il servizio su Libération. In Spagna, con l’approssimarsi delle votazioni generali (politiche), El Pais dedica la prima pagina alle intenzioni di voto, alle probabile alleanze ed alla fine del bipartitismo: ma da qui a dicembre molta acqua passerá sotto i ponti, nulla é definitivo e gli spagnoli sono facili al cambiamento di opinione sui partiti (la sconfitta di Aznar dopo l’attentato dell’Atocha insegna).

Syriza, Syriza ed ancora Syriza… non poteva essere diversamente sul quotidiano greco Ethnos. Syriza ha nuovamente vinco le elezioni in Grecia:  auguri,  buon lavoro e buena suerte ad Alexis Tsipras ed a tutto il popolo greco (UE permettendo…)

A seguire gli articoli di approfondimento, le notizie da alcuni giornali locali e da siti web di informazione.

Buona lettura.

 

 

Sorgente: Rassegna stampa del 21 settembre 2015 a cura di luna.rossa | NUOVA RESISTENZA antifa’

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •