Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Strage Charlie Hebdo, il mondo in piazza a Parigi – Repubblica.it

parigi marcia

Attesi un milione di persone. Oltre 45 tra capi di Stato e di governo, tra loro anche Netanyahu e quasi sicuramente Abu Mazen. Tensione altissima: oltre tremila le forze dell’ordine impegnate. La Cnn lancia l’allarme: “sono state attivate cellule terroristiche dormienti”. Fiamme in un giornale tedesco che ha pubblicato le vignette

PARIGI – Oggi il mondo è in piazza nella capitale francese per commemorare una matita spezzata. Ci saranno Hollande e Sarkozy (ma non Marine Le Pen)  quasi sicuramente il palestinese Abu Mazen e l’israeliano Benjamin Netanyahu, il presidente ucraino Petro Poroshenko e il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov,  il re Abdallah II di Giordania con  la regina Rania e il premier turco Ahmet Davatoglu, Angela Merkel e Matteo Renzi, David Cameron e Mariano Rajoy, e tante, tante persone per ricordare le vittime della strage jihadista al giornale satirico Charlie Hebdo.

La tensione è altissima. Dagli Usa arriva l’allarme della Cnn: “Nelle ultime 24 ore sono state attivate in Francia cellule terroristiche dormienti”. Washington ha lanciato l’allerta globale per tutti gli americani in viaggio nel mondo. Su twitter impazza l’hashtag #AnnulezLaMarcheDu11Janvier per paura di nuovi attacchi e altre vittime dopo i 20 morti (17 vittime e i tre terroristi). Continuano intanto le ricerche di Hayat Boumeddiene, compagna del terrorista ucciso nel blitz al supermarket kosher, che però pare si sia rifugiata in Siria prima degli attacchi.

E intanto dalla Germania arriva un allarme per un attentato incendiario al giornale Hamburger Morgenpost. Non è confermata la matrice del terrorismo islamico, ma ci sono due arresti e nei giorni scorsi il giornale aveva pubblicato alcune delle vignette satiriche su Maometto di Charlie Hebdo.

Sono esplose intanto le polemiche sugli errori e i misteri dell’attacco. Julian Assange non ha usato mezzi termini, accusando di “incompetenza” l’intelligence transalpina. Il fondatore di Wikileaks ha ricordato come gli assalitori fossero dei “ben noti jihadisti” lasciati incontrollati dalla polizia francese, forse perché agivano come “informatori”.

Leggi Roberto Saviano: Arrivederci alla prossima strage

Oggi in edicola con Repubblica lo speciale Voci e matite per la libertà

Un milione le persone previste alla marcia ‘repubblicana’ in partenza alle15 da place de la Republique lungo due percorsi per arrivare a la place de la Nation. Impressionante il dispiegamento di forze: cecchini sui tetti, 24 unità della riserva nazionale, 20 squadre della brigata anti crimine della polizia di Parigi, 150 agenti in borghese “incaricati della protezione delle alte personalità e della sicurezza generale”. Duemila poliziotti e 1350 militari schierati a Parigi per proteggere gli oltre 45 tra capi di governo e di Stato e i manifestanti.

I falsi allarmi sono continui. E non mancano gli scherzi di cattivo gusto. Ieri a Disneyland Paris, intorno a mezzogiorno, una giovane visitatrice, dalla finestra della sua stanza d’albergo ha urlato di essere Hayat Boumeddiene minacciando di far esplodere l’edificio. Immediata l’evacuazione generale. La storia finirà lunedì davanti al tribunale di Meaux, dove la procura ha già promesso grande severità per l’incauta turista e per chiunque dovesse tentare un gesto simile.

Nel frattempo altre manifestazioni hanno percorso le strade francesi. In totale, dice il ministero dell’Interno, circa 700 mila persone hanno sfilato in decine di cortei differenti, da Lille a Marsiglia, dalle regioni basche a quelle atlantiche. La mobilitazione più ampia è stata a Tolosa, città vittima nel 2012 della follia omicida dell’integralista islamico Mohamed Merah, dove le ultime stime parlano di almeno 120 mila manifestanti, una cifra “mai vista” secondo le autorità locali.

IL LIVEBLOG

 

viaStrage Charlie Hebdo, il mondo in piazza a Parigi – Repubblica.it.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing