MAI-« Là dove si bruciano i libri si finisce per bruciare anche gli uomini »

10 Maggio 2013 0 Di ken sharo

10 Maggio 1933

« Là dove si bruciano i libri si finisce per bruciare anche gli uomini »

(Heinrich Heine)

Bücherverbrennungen

I cosiddetti Bücherverbrennungen[3] (in italiano roghi di libri) sono stati dei roghi organizzati nel 1933 dalle autorità della Germania nazista, durante i quali vennero bruciati tutti i libri non corrispondenti all’ideologia nazista.

I roghi, concepiti per eliminare “lo spirito non tedesco”, vennero organizzati dall’Associazione studentesca della Germania. Il più grande rogo avvenne il 10 maggio 1933 nell’Opernplatz berlinese; in questo giorno, infatti, si organizzò un grande falò dove vennero gettati i libri considerati dai nazisti “contrari allo spirito tedesco”. Nello stesso giorno il gerarca nazista Joseph Goebbels vi tenne perfino un discorso, dove affermava che i roghi erano un ottimo modo “per eliminare con le fiamme lo spirito maligno del passato”.

http://it.wikipedia.org/wiki/Bücherverbrennungen

viaFacebook.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •