Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Perchè siamo un popolo di idioti | L’ intellettuale dissidente

I gemelli del gol

I gemelli del gol

Roma. Oltre che idioti siamo pure scemi. E facilmente suggestionabili. Il Cavaliere, infuriato per le parole del commissario europeo finlandese Olli Rehn che ha additato il suo esecutivo come colpevole del default finanziario, non serviva certo Strasburgo a ricordarcelo, si trincera in casa Pdl, annuncia che non presenzierà alcun tipo di confronto televisivo tra tutti i candidati, scelta singolare in questo gennaio supercatodico, e, accusato e maltrattato, compra Balotelli. Idioti e impressionabili, dicevo.

All’homo italicus non interessa il destino del paese ma sognare la domenica, e se sognare costa solo 20 milioni, perché non provarci. Torna l’enfant terrible del calcio nostrano, l’irriducibile bullo, che da mela marcia è diventato un marcia indietro, da colpo di mercato un colpo elettorale. Così B. si assicurerà una tripla vittoria: nel feudo milanista lombardo l’acquisto dell’attaccante potrebbe rivelarsi fondamentale per acquisire il Pirellone, continua la fantomatica rimonta sui rivali democratici, da valutare come doppia se si considera il polverone Mps che devono fronteggiare Bersani e compagni. Berlusconi, che per ostinazione continuiamo a ritenere spacciato nella corsa, da grande conoscitore del teatrino ( e dei suoi polli) come altrettanto scettico sulla possibilità di ricorrere a strumenti propri della politica,candida un altro Mario che, a differenza di quell’altro, fa volare i voli pindarici e sognare i sogni d’oro, non parla di disoccupazione giovanile perché a 22 anni guadagna 4 milioni di euro l’anno, non si allea con la Merkel, come quell’altro, ma preferisce rifilarle due gol sotto il naso. Lo strumento perfetto per la politica dello stupeficium. Berlusconi è un po’ Balotelli, menefreghista, incompreso, insofferente e refrattario alle regole ma fenomeno allo stesso tempo. Utile per vincere il 24 febbraio. Il derby di Milano, ovviamente.

Perchè siamo un popolo di idioti | L’ intellettuale dissidente.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.