Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Il midollo del leone per la ripresa del Paese – Il Messaggero

Troppe volte nell’anno ormai alle spalle sono state evocate le macerie del dopoguerra. A tutti è ormai chiaro quanto grandi siano le affinità tra quel momento di risalita e ricostruzione del Paese e quello in corso, al netto di una guerra che per fortuna non c’è stata. Sono stagioni che richiedono sforzi eccezionali, un midollo del leone.    di Virman Cusenza

Virman Cusenza

Rubo l’immagine allo scrittore Italo Calvino che in quel simbolo additava il coraggio di rompere vecchi schemi culturali dell’Italia di allora: «In ogni poesia vera esiste un midollo di leone, un nutrimento per una morale rigorosa, per una padronanza della storia». Basterebbe sostituire poesia con politica.
Alle soglie del 2013 la parola d’ordine sembra «cambiamento radicale», un profondo ribaltamento di mentalità che non può essere appaltato ai partiti alle prese con la complicata gestazione della cosiddetta Terza Repubblica. Non è più la stagione dell’eccesso di delega o, peggio, della delega in bianco da parte dei cittadini.

Abbiamo capito e provato sulla nostra pelle quanto sia pericoloso affidarsi a uomini della Provvidenza o a partiti personali. Il cambiamento chiesto a chi dovrà rappresentarli dopo il voto alle politiche di febbraio è quello di una democrazia partecipativa che chiede e pretende un controllo costante di come l’investimento elettorale verrà speso e accudito. In questa borsa, trasparente e aperta, della democrazia non c’è più posto per vecchi slogan naufragati nel corso della Seconda Repubblica. Né, tantomeno, per riti logori come quello di turarsi il naso. L’unica strada per evitare il declino e non recriminare a disastro avvenuto è vigilare. E pretendere che il Paese torni a crescere. A questo serve il midollo del leone. Buon anno.

Il midollo del leone per la ripresa del Paese – Il Messaggero.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing