Calcioscommesse – Arrestati Mauri e Milanetto | Sport | Il SecoloXIX

28 Maggio 2012 0 Di ken sharo

Omar Milanetto

Genova – Svolta nell’inchiesta sul calcioscommesse della Procura di Cremona: 19 ordinanze di custodia cautelare e perquisizioni nel ritiro della Nazionale a Coverciano.

Nella notte sono stati arrestati, tra gli altri, Omar Milanetto, ex Genoa ora al Padova, e Stefano Mauri, ora capitano della Lazio dopo un fugace passaggio alla Sampdoria.

A Mauri e a Milanetto, secondo quanto si apprende, gli inquirenti contesterebbero il reato di associazione a delinquere finalizzato alla truffa e alla frode sportiva.

Gli investigatori avrebbero ricostruito che entrambi i giocatori erano disponibili, in cambio di denaro, a combinare gli incontri delle loro rispettive squadre. Sarebbero stati anche accertati diversi contatti tra i giocatori e gli esponenti dell’organizzazione criminale.

Ma a fare particolare scalpore è il blitz della polizia a Coverciano nel ritiro della Nazionale, dove sono state eseguite perquisizioni nei confronti di un altro ex genoano, Domenico Criscito. Secondo quanto si apprende, il difensore azzurro è a sua volta accusato di associazione a delinquere finalizzata alla frode e alla truffa sportiva. Gli agenti che hanno effettuato le perquisizioni nel ritiro della nazionale di calcio sono arrivati a Coverciano alle 6.25. Due auto e cinque agenti hanno varcato il portone del centro tecnico federale quando la nazionale di Prandelli ancora dormiva, e attualmente sono ancora all’interno di Coverciano. In mattinata, è attesa la diramazione della lista dei 23 azzurri per Euro 2012, nella quale era prevista la presenza di Criscito.

Nel mirino degli investigatori ci sono altri due genoani: Beppe Sculli e Kaladze che sarebbero coinvolti per Lazio-Genoa dello scorso campionato.

Nuovo blitz della polizia dunque contro il calcioscommesse. Gli agenti di diverse squadre mobili e del Servizio centrale operativo hanno eseguito una serie di arresti e perquisizioni in Italia e all’estero nei confronti di soggetti appartenenti ad un’organizzazione transnazionale dedita alle combine degli incontri di calcio.

I 19 provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip del tribunale di Cremona Guido Salvini nell’ambito dell’inchiesta `Last Bet´, coordinata dal procuratore Roberto Di Martino che nel giugno e nel dicembre dell’anno scorso ha portato a diversi arresti. Dieci riguardano giocatori ed ex giocatori di serie A, B e Lega Pro. L’operazione di oggi è stata condotta dalle squadre mobili di Cremona, Brescia, Alessandria e Bologna, coordinate dagli uomini del Servizio centrale operativo.

Anche gli indagati di questa nuova tranche dell’inchiesta devono rispondere dei reati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva.

Indagato anche l’allenatore della Juventus, Antonio Conte, mentre ci sono anche cinque cittadini ungheresi tra i destinatari dei provvedimenti emessi dalla procura di Cremona. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori della polizia, i cinque facevano parte di una `cellula´ che riferiva direttamente al boss dell’organizzazione criminale, il singaporiano Eng Tan Seet, colpito da un’ordinanza di custodia cautelare emessa lo scorso dicembre. La cellula degli ungheresi si è di fatto sostituita al gruppo degli `zingari´ – decimato dagli arresti dei mesi scorsi – per continuare nella manipolazione degli incontri dei campionati di calcio italiani. Gli investigatori hanno accertato diversi contatti tra i calciatori e gli emissari del gruppo, proprio in occasione di incontri da truccare.

L’arresto di Milanetto scuote Genova. Il giocatore arrivò al Genoa, in Serie B, centrando la promozione nella massima serie. È rimasto in forza al Grifone per cinque stagioni consecutive, ritagliandosi sempre un posto da titolare nel centrocampo rossoblù, fino alla rottura con la tifoseria, avvenuta nella stagione 2010-2011.

A seguito delle contestazioni al giocatore dopo un gesto di stizza nei confronti della tifoseria genoana avvenuto dopo il goal vittoria nell’ultimo Derby della Lanterna, Milanetto decise di lasciare il Genoa ed il 23 luglio 2011 venne annunciato il suo passaggio in forza al Lugano, da qui poi l’arrivo al Padova.

Calcioscommesse – Arrestati Mauri e Milanetto | Sport | Il SecoloXIX.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •