Piazza Affari in tilt, poi chiude a -0,62% Berlusconi: “Pareggio di bilancio entro il 2013” – Diretta aggiornata alle 20:29 del 05 agosto 2011 – Repubblica.it

5 Agosto 2011 0 Di luna_rossa

Piazza Affari in tilt, poi chiude a -0,62% Berlusconi: “Pareggio di bilancio entro il 2013” – Diretta aggiornata alle 20:29 del 05 agosto 2011 – Repubblica.it.

 Piazza Affari in tilt, poi chiude a -0,62% Berlusconi: "Pareggio di bilancio entro il 2013"

Conferenza stampa del premier con Tremonti e Gianni Letta a Palazzo Chigi. Il premier: “La crisi è globale e non rispetta la realtà, pareggio di bilancio in Costituzione”. Tremonti: “Modifica Articolo 41 madre di tutte le liberalizzazioni”, e annuncia modifica del mercato del lavoro. Milano chiude la settimana a -13%, la peggiore dal 2009. E’ durato solo pochi minuti il tilt dioggi del Ftse Mib della Borsa italiana: non aggiornato dalle 17.24, l’indice ha chiuso in calo dello 0,62% a 16.028 punti, il livello cui era stato ‘congelato’. L’All Share si è fermato invece a -0,89% a 16.730 punti. Obama: “Supereremo questo momento difficile”

(Aggiornato alle 20:29 del 05 agosto 2011)

20:29 Pd: “Irresponsabile anticipare manovra senza correzioni” 148 “E’ da irresponsabili anticipare la Manovra senza correzioni”. Così dal Pd commentano l’annuncio fatto da Berlusconi e Tremonti

20:27 Schifani comunica a Napolitano convocazione commissioni 147 Il presidente del Senato Renato Schifani ha informato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, di aver convocato le commissioni Affari costituzionali e Bilancio e che convocherà l’Assemblea appena arriverà il testo della riforma del lavoro, come è stato annunciato in conferenza stampa a palazzo Chigi.

20:15 Enrico Letta: “Poteva parlare così mercoledì” 146 “Berlusconi non poteva dire mercoledì scorso le cose dette questa sera? C’è stata una pericolosa sottovalutazione che è costata cara in questi due giorni all’Italia”. Lo afferma al Tg7 il vicesegretario del Pd Enrico Letta, sulla decisione del Governo di anticipare al 2013 il pareggio di bilancio.

20:13 Berlusconi e Tremonti, stretta di mano: “Non siamo divisi” 145 Prima Giulio Tremonti bisbiglia qualcosa all’orecchio di Silvio Berlusconi, poi il premier stringe la mano del ministro del Tesoro e dice sorridendo: “Io e Tremonti dobbiamo risolvere un contenzioso, abbiamo deciso di sfidarci a duello domattina all’alba, dobbiamo solo scegliere l’arma”. Poi aggiunge: “Non si possono più vedere queste invenzioni e sentire parole che non corrispondono a ciò che pensiamo”

20:11 Casini: “Dialogo, o Italia va a fondo” 144 “Dobbiamo fare uno sforzo. Maggioranza e opposizione devono trovare il modo di dialogare perchè l’Italia va a fondo”. Lo ha detto il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini al Tg1. “O si capisce la necessità del momento – ha aggiunto – o si rischia di ritrovarsi tutti sotto le macerie, opposizione compresa”.

20:10 Berlusconi a opposizione: “Sempre pronti a discutere” 143 Il premier: “Noi siamo stati sempre disponibili a discutere dei nostri provvedimenti con chi è portatore di idee di miglioramento, lo siamo certamente anche in questa occasione”.

20:08 Letta, “Bilancio a Camera, al Senato tema lavoro” 142 Il governo ha chiesto alle Camere di calendarizzare una audizione del ministro dell’Economia sulla costituzionalizzazione del pareggio di Bilancio alle commissioni di Camera e Senato, mentre al Senato verrà calendarizzato il piano lavoro. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta.

20:07 Berlusconi, gaffe: “Palazzo Letta” 141 In chiusura di conferenza stampa, il premier chiama “Palazzo Letta” palazzo Chigi.

20:06 Berlusconi, in serata telefonata con Obama 140 ‘In serata verro’ raggiunto da una Telefonata del presidente Obama”, a dimostrazione che la crisi in atto “è un qualcosa che riguarda il panorama finanziario globale”.

20:05 Tremonti: “Riforma del mercato del lavoro” 139 il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti: “Il governo presenterà una riforma del mercato del lavoro al Senato sulla base di “un testo già elaborato da presentare alle parti sociali”.

20:04 Tremonti: “Nessun cambiamento manovra, solo anticipo” 138 Tremonti: “Perché è come se in un mese fosse cambiato il mondo”

20:02 Berlusconi: “Nulla di quanto accade è colpa del governo” 137 “Nulla di quello che succede si può ascrivere a uno dei governi di qualunque paese, ma riguarda globalmente sistema finanziario”. Lo dice il presidente del consiglio, silvio berlusconi, nella conferenza stampa a palazzo chigi, con il ministro dell’economia giulio tremonti e il sottosegretario gianni letta.

20:01 “Liberalizzazioni in Costituzione” 136 Berlusconi: “Introdurremo in Costituzione anche il principio della libertà in base al quale tutto è consentito per i soggetti economici e per le imprese eccetto quello che non è vietato dalla legge”

20:00 Berlusconi: “Chiederò alle Camere di aprire le Commissioni” 135 Il premier: “Tra le misure che sottoporremo in Parlamento e che Tremonti andrà a rappresentare, tra cui un ddl che riguarderà la materia dell’assistenzialismo del sistema fiscale, pensiamo di chiedere a Fini e Schifani di convocare le commissioni dei prossimi giorni”

19:59 Berlusconi, “Anticiperemo delega fiscale” 134 Il premier: “Il governo intende anticipare l’approvazione della delega fiscale nei prossimi mesi, “forse già a settembre”

19:58 Tremonti: “Modificheremo Articolo 41” 133 Il ministro dell’Economia: “Modificheremo l’articolo sulle liberalizzazioni, il Parlamento si potrà impegnare con tempestività”

19:57 Berlusconi, “Crisi, risposta coordinata in Europa” 132 Il premier:” Oggi ho parlato con tutti i leader dell’Europa per coordinare una nostra risposta a quello che sta succedendo”

19:56 Berlusconi, “Speculazione speciale su Italia” 131 Il premier: “C’è una attenzione particolarissima della speculazione internazionale su di noi a cui bisogna cercare di mettere un argine”.

19:54 Berlusconi, “Pareggio di bilancio in Costituzione” 130 Il premier: “Lavoreremo da subito attraverso il Parlamento per introdurre in Costituzione il principio dell’equilibrio di bilancio”.

19:52 Berlusconi, “A giorni G7 dei ministri Finanze” 129

19:51 Berlusconi: “Anticipazione pareggio di bilancio nel 2013” 128 Berlusconi: “Anticipazione per il pareggio del bilancio italiano al 2013”

19:50 Berlusconi: “Serve coordinamento tra stati” 127 Berlusconi: “Serve coordinamento tra stati e occorre arginare la speculazione”

19:37 Berlusconi: “La crisi non rispetta la realtà” 126 Berlusconi: “La crisi è globale e non rispetta la realtà”

19:32 Berlusconi a palazzo Chigi 125 Il premier è arrivato a palazzo Chigi e a breve inizierà la conferenza stampa con Letta e Tremonti

19:31 Piccola contestazione per Berlusconi a palazzo Chigi 124 Piccola contestazione davanti a palazzo Chigi all’arrivo delle auto del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, dove è atteso per una conferenza stampa sulla crisi. “Buffone, sei la rovina dell’Italia, vattene a casa” hanno gridato alcune persone che stavano aspettando da qualche minuto a piazza Colonna.

19:24 Colloquio Berlusconi-Zapatero 123 Il premier Silvio Berlusconi e il premier spagnolo Zapatero hanno avuto un colloquio telefonico in serata in cui hanno discusso della necessità di anticipare i tempi di attuazione delle misure anticrisi varate alla fine di luglio dai leader europei, in particolare per quanto riguarda l’istituzione del fondo europeo salvastati

19:21 Milano, chiusura settimana a -13%, la peggiore dal 2009 122 La perdita finale della Borsa di Milano è stimata allo 0,7% che porta a -13% il bilancio dell’intera settimana ovvero la peggiore dal marzo 2009.

19:12 Bce, no comment su apertura acquisto Btp italiani 121 La Banca centrale europea non commenta le indiscrezioni secondo cui sarebbe disponibile ad acquistare i Btp italiani e i ‘Bonos’ spagnoli in cambio dell’impegno ad uno specifico percorso di riforme economiche da parte dei due Paesi.

19:07 Bonelli: “Berlusconi dimostra di non amare l’Italia” 120 Secondo Angelo Bonelli, leader dei Verdi, “Berlusconi sta dimostrando di non amare l’Italia: resta inchiodato alla sua poltrona di presidente del Consiglio nonostante la sua azione di governo sia stata bocciata a tutti i livelli e il consenso popolare sia ormai solo un lontano ricordo”.

19:06 Lunga telefonata tra Tremonti e segretario al Tesoro Usa 119 Lunga telefonata fra il ministro dell’Economia Giulio Tremonti e il segretario al Tesoro Usa Timothy Geithner. Lo si apprende da fonti finanziarie Usa. Tremonti e Geithner si sono soffermati ad analizzare la situazione economica e dei mercati di questi ultimi giorni, anche alla luce dei contatti internazionali in corso in queste ore.

19:00 Cnbc: Obama, colloqui coi leader europei 118 Il presidente degli Usa Barack Obama avrebbe avuto una serie di colloqui con i leader europei sull’aggravarsi della crisi e le misure da prendere. Lo riferisce la Cnbc

18:48 Conferenza Berlusconi e Tremonti slitta di mezz’ora 117 La conferenza stampa del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, del ministro dell’Economia Giulio Tremonti e del sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta, attesa per le 19 a palazzo Chigi, slitta di mezz’ora.

18:39 Bersani: “Governo inconsapevole e incompetente” 116 “Siamo in una situazione drammatica, e non solo per le Borse ma per l’economia reale, ma il governo è inconsapevole e impotente”. E’ quanto dice il segretario del Pd Pierluigi Bersani tornando da Lampedusa a Cinisi (Palermo), dove ha incontrato i giornalisti. “Tutti abbiamo delle proposte, anche noi, ma per realizzarle ci vuole un pò di tempo e credibilità”.

18:38 Bersani: “Berlusconi faccia un passo indietro” 115 “Dobbiamo lanciare un messaggio al mondo per dire che l’Italia ha capito. Ognuno abbassi la propria bandiera e si inchini al tricolore. Noi siamo disposti a farlo, ma Berlusconi faccia un passo indietro. Si formi un governo nuovo per dare risposte al Paese”. Lo ha detto il segretario nazionale del Pd Pierluigi Bersani incontrando i giornalisti a Cinisi di ritorno da Lampedusa.

18:29 Piazza Affari chiude in ribasso, -0,70% 114 Chiusura ‘aggiornata’ per Piazza Affari dopo i problemi tecnici registrati in chiusura. Il Ftse Mib segna un ribasso dello 0,70% a 16.015 punti, in rosso l’All Share (-0,89% a 16.730) e l’indice Star che perde l’1,27% a 9.941 punti.

18:16 Cina: accordi su debito non salveranno economie usa e ue 113 Secondo Pechino gli accordi sul debito raggiunti negli stati uniti e in europa non basteranno per mettere al sicuro le rispettive economie, mentre saranno necessarie “misure concrete” per ristabilire l’equilibrio dell’economia mondiale. “Il solo mezzo che gli americani hanno trovato per migliorare la crescita economica è stato quello di contrattare nuovi prestiti per finanziare i vecchi”, ha affermato l’agenzia ufficiale nuova Cina (xinhua) in un commento.

18:13 Camera, convocate commissioni anti-crisi 112 Le commissioni della Camera interessate alle misure economiche anti-crisi del governo sono convocate per la settimana prossima.

17:56 Obama: “Supereremo questa fase” 111 “Superemo questa fase. Le cose miglioreranno, e ce la faremo insieme”. Questo il messaggio lanciato oggi dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, parlando della situazione economica americana e delle turbolenze a cui sono sottoposti i mercati.

17:55 Male le altre Borse europee 110 In calo anche gli altri Indici europei: il cac40 di parigi -1,26%, ftse100 di londra -2,71%, dax di francoforte -2,78%.

17:39 Milano chiude a -0,62% 109 E’ durato solo pochi minuti il tilt di oggi del Ftse Mib della Borsa italiana: non aggiornato dalle 17.24, l’indice ha chiuso in calo dello 0,62% a 16.028 punti, il livello cui era stato ‘congelato’. L’All Share si è fermato invece a -0,89% a 16.730 punti.

17:34 Alle 19 conferenza stampa Berlusconi e Tremonti 108 Si terrà alle 19 a palazzo Chigi una conferenza stampa del premier Berlusconi e del ministro dell’economia Tremonti.

17:04 Fste non aggiornato 107 “Il valore dell’indice FTSE MIB non risulta aggiornato”. Avverte così Borsa Italiana senza altre spiegazioni.

17:00 Borsa Milano, alcuni dati bloccati 106 “L’informativa sui prezzi in tempo reale per alcuni strumenti su alcuni canali informativi non è aggiornata”. Lo comunica in una nota Borsa Italiana.

16:35 Fishwick: “Borse in pericolo per il debito pubblico alto” 105 Sono le preoccupazione sul debito pubblico e sulla debole crescita degli Stati Uniti gli elementi fondamentali dell’agitazione dei mercati. Ne è convinto Dave Fishwick, Head of Macro and Equity Investments, che evidenzia come gli ultimi giorni “riflettono una reazione di panico tra gli investitori piuttosto che prospettive reali degli asset globali”.

16:31 New York è di nuovo positiva 104 La seduta prosegue nervosa a Wall Street. Il Dow Jones guadagna lo 0,11%, a 11.352 Punti, mentre il Nasdaq cede lo 0,58%, a 2.184 Punti.

16:21 Nuova lieve discesa di Piazza Affari 103 Ennesima seduta nel segno della volatilità a Piazza Affari. Basta una manciata di minuti all’indice Ftse Mib per passare da un ribasso intorno al punto percentuale a un progresso dello 0,58%. Svetta Telecom a 0,886 euro (+10,40%) dopo la diffusione della semestrale, in spolvero Mediaset a 2,712 (+6,77%), bene anche Buzzi Unicem a 7,465 (+6,64%). Tra i bancari miglior performance per Intesa Sanpaolo a 1,326 (+7,80%) seguito da Unicredit (+3,56%), buoni rialzi anche per le popolari. Maglia nera invece per Tenaris a 12,90 euro (-5,91%). Frenano anche Lottomatica (-4,99%) e i titoli del settore energia.

16:08 Torna alla parità Milano 102 Piazza Affari è a -0.3%

16:05 Piazza Affari a -1.1% 101 Il ftse mib cede l’1,1% a 15.890 Punti, ftse all share -1,02%, ftse star -0,85%. Il comparto finanziario resta in territorio decisamente positivo con acquisti su banche e assicurazioni. Vola Intesa Sanpaolo (+6,8%) nel giorno della presentazione dei risultati del primo semestre e del secondo trimestre, rimbalza Unicredit +2%, Mps +1,8%, Banco Popolare +4,63%, Mediobanca +1,34%. In rialzo Fonsai, +2,4%, Milano assicurazioni +1,8%, Generali in ribasso del 2,25%. Seduta contrastata per i titoli del lingotto: Fiat guadagna l’1,5% dopo aver superato un rialzo di quattro punti percentuali, vendite invece su Fiat industrial -1,73%, Exor cede il 3,16%.

16:03 Borse: ora sono tutte negative 100 Le Borse europee virano in negativo sulla scia dell’inversione di rotta di Wall Street. Londra cede il 2,51%, Parigi lascia sul terreno lo 0,86% e Francoforte perde il 2,59%. Torna in rosso anche Milano che arretra dello 0,83% e Madrid che segna una flessione dello 0,36%.

15:58 Wall Street e Piazza Affari frenano all’improvviso 99 Brusca frenata per la Borsa di Milano, che in pochi minuti ha annullato un guadagno nell’ordine dei due punti percentuali passando in negativo insieme a Wall Street: il Ftse Mib segna ora -0,85% a 15.996 punti e l’All Share -1,02%. Dow Jones a -0,14% e Nasdaq -1,23%.

15:55 Salari in aumento negli Usa 98 In luglio negli Usa il salario orario medio degli occupati non agricoli è aumentato di 10 centesimi, o e dello 0,4%, a 23,13 dollari. Lo comunica il Dipartimento del Lavoro, sul suo sito. L’aumento è sopra le attese.

15:54 Osburne a colloquio con King e Rehn 97 Il ministro delle Finanze britannico, George Osborne, discuterà la situazione dei mercati con il governatore della Banca d’Inghilterra, Mervyn King, e il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, nel corso della giornata.

15:45 New York sempre positiva: +1.03% 96 Nei primi scambi il Dow Jones guadagna l’1,03%, lo Standard & Poor’s segna +1,09% e il Nasdaq +0,93%.

15:38 Milano a +1.67% 95 In un clima molto volatile, che ha portato anche ad aumenti nettamente superiori al 2%, e con le altre Borse europee che migliorano, Piazza Affari tenta di ampliare i guadagni dopo l’avvio di Wall street: l’indice Ftse Mib segna una crescita dell’1,67%, l’Ftse All Share un aumento dell’1,36%. Tra i titoli principali il migliore è Intesa SanPaolo (+8,62%) che ha fornito i dati semestrali, seguita da Telecom Italia (+8,04%). Acquisti anche su Mediaset e Fiat, in rialzo rispettivamente del 7,27% e del 7,04%, mentre nel settore bancario Unicredit segna un aumento del 5,19%. Accelera (+3,05%) Tod’s dopo la semestrale, deboli Eni e Pirelli, che cedono rispettivamente l’1,30% e il 2,57%.

15:31 Wall Street apre in deciso rialzo 94 Sulla scia dei segnali incoraggianti in arrivo sul fronte del mercato del lavoro americano, la Borsa di New York parte bene. I dati sulla disoccupazione e sugli occupati, migliori delle attese a luglio, alimentano la fiducia degli investitori allentando i timori sulla tenuta dell’economia globale che hanno innescato nelle ultime ore il caos sui mercati. Il Dow Jones sale dell’1,16% a quota 11.115,60 punti, il Nasdaq cresce dell’1,30% a quota 2.589,55 punti e lo Standard and Poor’s registra un progresso dello 0,82% a quota 1.209,96 punti.

15:28 L’euro supera quota 1.42 sul dollaro 93 L’euro accelera e supera quota 1,42 dollari. La moneta unica ha toccato un nuovo massimo di seduta di 1,4220 dollari.

15:20 Milano, indice torna sopra i due punti percentuali 92 Piazza Affari aumenta il rialzo. Pochi minuti prima dell’apertura di Wall Street il Ftse Mib segna un progresso del 2,28% a 16.495 punti sorretto dai bancari. Miglior performance per Intesa Sp a 1,342 euro (+9,11%)

15:13 In calo il prezzo del petrolio 91 Il petrolio apre in lieve calo (-0,1%) a 86,5 dollari al barile al mercato di New York.

14:55 Bond americani a 10 anni calo: rendimento al 2.46% 90 In avvio di seduta il prezzo sul benchmark a dieci anni sui t-bond si attesta in calo di 20/32 punti, a 105 19/32, con i rendimenti al 2.46%. I titoli di stato americani nelle prime battute della giornata mostrano andamenti in ribasso, dopo il dato sull’occupazione del mese di luglio, che ha riportato un aumento dei posti di lavoro superiore alle stime degli analisti.

14:47 Olli Rehn attacca: “I mercati giocano su paura e avidità” 89 I mercati “pensano solo a fare soldi”, giocando su “diverse combinazioni tra paura e avidità”. E’ l’attacco lanciato dal commissario Ue agli affari economici e monetari Olli Rehn, che ha risposto così a chi gli chiedeva le ragioni dell’attacco all’euro e ai suoi Paesi da parte degli speculatori.

14:41 Borse europee in crescita dopo i dati Usa. 88 Le borse europee recuperano ulteriormente terreno dopo i dati migliori delle attese sul mercato del lavoro Usa. Milano e Madrid, che già viaggiavano in rialzo, ora guadagnano rispettivamente il 2,35% e il 2,17%. Parigi gira in positivo e avanza dell’1,36%. Riducono le perdite Francoforte (-0,63%) e Londra (-0,68%).

14:39 Dollaro stabile 87 Il dollaro tiene la posizione dopo i dati sul mercato lavoro Usa di luglio anche se, paradossalmente, si sono rivelati migliori delle stime. L’attività è convulsa e le oscillazioni volatili in attesa che gli esperti diano una chiave di lettura più approfondita. Il biglietto verde, dopo pochi minuti dalla diffusione delle statistiche, è stato indicato a 1,4180 per un euro (1,4177 prima dei dati), a 0,7676 franchi svizzeri (0,7657) e a 78,79 yen (78,66)

14:34 Positivi i dati del mercato del lavoro Usa 86 Dati leggermente migliori del previsto dal mercato del lavoro degli Stati Uniti su luglio: sono stati creati 117 mila nuovi posti, mentre il tasso di disoccupazione è sceso di un decimale di punto, al 9,1%. In media gli analisti si attendevano un tasso di disoccupazione stabile al 9,2%, con 85 mila nuovi posti di lavoro dal mese precedente.

14:15 Bollorè: “Mercati sbagliano, investire in Italia” 85 “I mercati si sbagliano. L’Italia è un gran paese ed è il momento di investire”. Lo ha detto Vincent Bollorè, vice presidente di Generali, al termine della riunione del cda della compagnia assicurativa, sulla crisi dei mercati finanziari.

13:59 Gasparri: “E’ una crisi globale” 84 Il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, interviene sulla crisi. “La portata mondiale della crisi è evidente. L’andamento delle Borse riflette a pieno un clima di forte instabilità e non c’è Paese che non abbia riflessi negativi. Servono stabilità e continuità politica per superare questa fase. Anche solo ipotizzare governi di transizione sarebbe un ulteriore elemento destabilizzante”.

13:51 Grecia, Rehn: “Sbagliato pensare che debito non sarà sostenibile” 83 ”Gli investitori non sembrano convinti del fatto che il debito greco sarà posto su binari sostenibili. Penso che questa non sia la conclusione corretta”. Così il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn. Dopo l’accordo dello scorso 21 luglio sul nuovo piano di aiuti ad Atene, secondo Rehn ”le autorità greche stanno facendo ciò che è necessario per concretizzare i loro diversi impegni”. Rehn ha voluto inoltre ribadire che ”la situazione della Grecia è eccezionale e questo è il motivo per cui richiede una soluzione unica e speciale sotto forma del coinvolgimento del settore privato”. Il commissario ha quindi ribadito che il ricorso ai privati ”sarà limitato soltanto alla Grecia e non sarà quindi uno strumento di gestione della crisi per altri stati membri” della Ue.

13:45 Della Vedova: “Manovra non va anticipata, ma cambiata” 82 “Non basta anticipare la manovra, serve cambiarla”. A dirlo è il capogruppo di Futuro e libertà alla Camera, Benedetto Della Vedova.

13:38 Piazza Affari prosegue il rialzo, +0,90% 81 Continua il rialzo per Piazza Affari che segna +0,90%. Le borse europee viaggiano contrastate a metà seduta. Restano in rosso Londra (-2,07%), Francoforte (-1,85%) e Parigi (-0,40%). Madrid invece sale dell’1,09%.

13:33 Rehn: “Italia acceleri riforme strutturali” 80 L’Italia non ha bisogno di piani di aiuti europei, ma deve accelerare le rifome. Lo ha detto il Commissario europeo agli Affari Economici, Olli Rehn, nel corso di una conferenza stampa. L’Italia, ha ricordato Rehn, ”ha adottato misure per assicurare il pareggio di bilancio nel 2014. L’implementazione rigorosa di queste misure è ora di importanza capitale. Il Governo ha anche annunciato altri provvedimenti per ridurre il fabbisogno nei prossimi mesi e questo è positivo”. La Commissione, poi, ”sostiene l’intenzione di inserire nella Costituzione il pareggio di bilancio in modo da rispettare su base permanente gli impegni del patto di stabilita”’. Rehn giudica ”molto importante” la riforma del welfare allo studio del Parlamento italiano definendola ”un passo avanti per la sostenibilita’ fiscale”. Ma, prosegue, ”la sua approvazione e la sua implementazione devono essere accelerate in modo da avere effetti positivi sui conti pubblici già nel 2012”. Più in generale ”come già abbiamo detto in passato, la priorità chiave per l’Italia è ora muoversi a tutta velocità e accelerare le necessarie riforme strutturali per sostenere la crescita economica. Le autorità devono lavorare a stretto contatto con le parti sociali per adottare misure coraggiose e implementarle senza esitazioni: in questo quadro le priorità sono l’apertura delle professioni e nuove riforme del mercato del lavoro”.

13:27 Rehn: “Necessario un rafforzamento del fondo salva stati” 79 Il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, ha detto: ”Dobbiamo essere pronti ad aumentare le capacità del fondo salva-Stati per adeguarlo alle esigenze”

13:23 Rehn: “Per Italia ingiustificato comportamento dei mercati” 78 ”L’andamento dei mercati che abbiamo visto negli ultimi giorni è semplicemente ingiustificato sulla base dei fondamentali dell’economia. Non è giustificato per l’Italia e non è giustificato per la Spagna”, ha detto Rehn

13:20 Rehn: “La crisi è globale, non riguarda solo l’Europa” 77 La crisi del debito “ha dimensioni globali e non riguarda solo l’Europa”. Lo ha detto il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, sottolineando che “è di cruciale importanza il coordinamento politico internazionale attraverso G7 e G20”.

13:18 Enrico Letta: “Il Governo esca dall’immobilismo” 76 “Il governo apra un confronto reale sui punti della lettera di Bersani. Ed esca dall’immobilismo drammatico di queste ore”. Lo afferma in una nota Enrico Letta, vicesegretario del Partito Democratico.

13:17 In calo anche Kuala Lumpur: -1.47% 75 Chiusura in calo per la Borsa malese. Il Klci chiude a 1.524,43 punti (-1.47%), con scambi per 3,67 miliardi di ringgit (1.22 miliardi di dollari).

13:15 Rehn: “Nessun aiuto necessario per Italia e Spagna” 74 “Né all’Italia né alla Spagna servirà un programma di prestito d’emergenza”. Lo ha detto il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn.

13:11 Milano sull’ottovolante: è a +0.5% 73 Piazza Affari resta volatile. Dopo aver aperto in forte difficoltà ed essere poi rimbalzata a più del 2%, ora sta limando il recupero con l’Ftse Mib in rialzo dello 0.5%.

13:07 Europa in discesa, salvo Milano e Madrid 72 Le borse europee si muovono contrastate a metà seduta. Fra le piazze in negativo Londra segna -2,38% a 5.265 punti, Francoforte -1,96% a 6.280, Parigi -0,53% a 3.301, Amsterdam -1,16% a 297,27 e Lisbona -0,58% a 6.288.

13:04 Milano la migliore in Europa 71 Dopo 4 ore di contrattazioni, Piazza Affari mantiene la posizione di comando davanti a tutte le altre borse europee, generalmente in calo a parte Madrid, all’indomani dello scivolone contrassegnato anche dal guasto tecnico sul calcolo dell’indice di riferimento.Il Ftse Mib. Ora guadagna l’1,45%, sotto ai massimi (+2,3%) favorita da una serie di rialzi clamorosi. Maglia rosa per Telecom (+10%), congelata per eccesso di rialzo dopo i conti semestrali. Sugli scudi Unicredit (+6,35%) e Intesa Sanpaolo (+5,69%), che si prepara a diffondere i conti.

13:01 Generali positiva a Piazza Affari 70 Generali accelera in borsa dopo la diffusione dei risultati del primo semestre approvati oggi dal cda. Il titolo è in crescita del 2,5% a 12,3 euro.

12:54 Olli Rehn: “Entro settembre operativo il fondo salvataggio dell’Eurozona” 69 “Entro settembre deve essere operativo l’accordo del 21 luglio: così potremo rassicurare gli investitori”. Lo ha detto il commissario agli affari economici, Olli Rehn, riferendosi all’accordo tra i leader dell’Eurozona sul fondo di salvataggio. Che ha aggiunto: “I livelli degli spread sui mercati dei bond non sono giustificati dai fondamentali”.

12:50 Singapore, come tante altre borse asiatiche, chiude in perdita 68 Chiusura in forte calo per il mercato azionario di Singapore, con lo Straits Times a 2.994,78 punti (-3,61%).

12:48 Federconsumatori: “Necessario un cambio di rotta” 67 Si fanno “sempre peggiori le prospettive economiche del nostro Paese. E’ urgente un deciso e drastico cambio di rotta”. E’ questo il commento di Federconsumatori e Adusbef ai dati sul pil diffusi dall’Istat.

12:47 Milano accelera: +2.3% 66 Accelera Piazza Affari con il Ftse Mib in crescita del 2,3% a 16.499 punti. Intesa e Unicredit guadagnano l’8% e Telecom è sospesa per eccesso di volatilità, con un rialzo teorico del 10,16%.

12:38 Cambi, tutto fermo in vista dei dati Usa sul mercato del lavoro 65 L’attività è al minimo in vista del dato sul mercato del lavoro Usa (alle 14.30) che, in questa fase, è la chiave per impostare le strategie perchè dovrebbe dire come sta di salute la prima economia mondiale. Nel frattempo, spicca la fermezza delle valute difensive, con il franco che ha spostato il record sull’euro a 1,0706. A metà seduta l’euro a quota 1,4155 dollari.

12:25 Borsa di MIlano a +1.12% 64 Amplia il rialzo Piazza Affari, portandosi in testa alle principali borse europee, dopo oltre 3 ore e mezza di contrattazioni, con il Ftse Mib in crescita dell’1,12% a 16.308 punti, con il differenziale tra Btp e Bund ridotto a 375 punti base. Sprint di Telecom (+7,54%), Unicredit (+6,73%) e Intesa Sanpaolo (+6,67%), in attesa dei conti che ha da poco diffuso Generali (+1,67%).

12:24 La crisi manda in fumo le ferie di 35 milioni di italiani 63 “La crisi economica non va in ferie e quest’anno non ci saranno vacanze per 35 milioni di italiani”. Lo sostiene la Fipe-confcommercio sulla base di un’indagine realizzata con Axis Research.

12:13 Borgezio: “Perseguire penalmente i politici responsabili della crisi” 62 “La proposta di legge presentata dal Governo ungherese di Viktor Orban, finalizzata a perseguire penalmente i politici responsabili dei debiti del suo Paese, è ottima e largamente condivisibile”. Lo dichiara Mario Borghezio, eurodeputato della Lega sospeso dal partito in seguito alle polemiche nate da sue dichiarazioni sulla recente strage di Utoya.

12:10 Consultazioni frenetiche fra le cancellerie europee 61 Girandola di consultazioni telefoniche tra le cancellerie europee sulle nuovo forti tensioni di mercato che da giorni hanno preso di mira anche i titoli di stato di Italia e Spagna. Il presidente Nicolas Sarkozy si sta consultando con il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, e con la cancelliera della Germania, Angela Merkel e con il premier della Spagna, Jose Luis Zapatero.

12:08 Saverio Romano: “Non è stagione per la crisi di governo” 60 “Non è certo questo il tempo delle crisi di governo. Semmai è la stagione della responsabilità”. Lo dice il ministro dell’Agricoltura, Saverio Romano, coordinatore nazionale Pid.

12:07 Germania, produzione industriale in calo 59 Segna una flessione dell’1,1% congiunturale la produzione industriale in Germania nel giugno scorso. Lo riferisce il Ministero dell’Economia. A maggio, la produzione aveva segnato un aumento dello 0,9%. Gli analisti stimavano per giugno una crescita dello 0,1%.

12:02 Olli Rehn: “In autunno rapporto sulla fattibilità degli eurobond” 58 “La Commissione europea pubblicherà questo autunno un rapporto sulla fattibilità degli eurobond”. Lo ha detto oggi il commissario europeo per gli affari economici e monetari Olli Rehn in un colloquio con la Bbc.

11:58 Milano, tiene il segno positivo 57 Si conferma in rialzo Piazza Affari dopo quasi 3 ore di contrattazioni, con il Ftse Mib in crescita dello 0,6% a 16.224 punti. Sul paniere di riferimento salgono Intesa Sanpaolo (+5,77%), in attesa dei conti, Unicredit (+5,11%) e Telecom (+5,1%) dopo i risultati semestrali. Cauta Generali (+0,58%), i cui conti sono attesi oggi, mentre riducono il calo Pirelli (-3,61%), Fiat Industrial (-0,13%) ed Exor (-3,6%). Bene Fiat (+3,72%), ancora debole invece Eni (-3,47%). Più cauta Enel (-1,34%), positiva Fonsai (+0,75%), insieme alla controllata Milano Assicurazioni (+2,61%)

11:49 Telecom vola 56 Telecom italia allunga il passo a Piazza Affari e svetta con un progresso del 5,2%, attestandosi a 0,84 euro.

11:46 Cicchitto: “Proporre il governo di transizione è da irresponsabili” 55 “Proporre come oggi fanno due esponenti del Partito Democratico una crisi di governo e la formazione di un governo di transizione, è un atto di pura irresponsabilità che non tiene minimamente conto di ciò che sta avvenendo nel mondo”. Lo sottolinea Fabrizio Cicchitto, capogruppo Pdl alla Camera.

11:39 Scambi consistenti a Piazza Affari 54 Scambi consistenti oggi nella Borsa di Milano. I volumi sono sostenuti, per un controvalore di 1,74 miliardi di euro alle dopo più di due ore e mezza di contrattazioni, a fronte dei 3 miliardi dell’intera seduta di ieri.

11:38 Titoli di stato a 380 punti 53 I titoli di Stato italiani dopo aver sfondato quota 400 sono scesi sotto i 380 punti. Attualmente, lo spread fra il Bund tedesco e i Btp, è a 381.13 (-2,139%).

11:37 Ancora negative Parigi e Francoforte 52 Rimangono negative Parigi (-0,8%) e Francoforte (-2,2%). Madrid vanta la performance migliore, con un progresso dello 0,8%

11:36 Piazza Affari a +0.6% 51 Piazza affari ha invertito rotta e ha iniziato a guadagnare punti, spinta in alto dalla performance delle azioni bancarie. Il Ftse Mib registra un progresso dello 0,67% e il Ftse All share dello 0,26%. Unicredit e Intesa sanpaolo guadagnano oltre il 5%. Vanno su anche le Fiat che segnano un rialzo di oltre il 3%.

11:33 Pechino: “La Cina sosterrà la zona euro” 50 La Cina conferma che sosterrà l’euro e rafforzerà il coordinamento con le altre economie mondiali per superare la nuova tempesta che si è abbattuta sui mercati. A farsi portavoce della posizione di Pechino è stato il ministro degli Esteri cinese, Yang Jiechi, in un’intervista al quotidiano polacco Rzeczpospolita in occasione della sua visita a Varsavia. “Continueremo senza sosta a sostenere l’Europa e la sua moneta in futuro”, ha affermato Yang. Negli ultimi mesi, la Cina ha acquistato grandi quantità di titoli di stato dei Paesi europei in difficoltà.

11:28 Casini: “Serve il dialogo per superare la crisi” 49 “Diciamolo con estrema chiarezza: il dialogo è vitale. Il tempo stringe, non c’è spazio per i trasformismi. Per questo motivo rivendico come merito mio e di Bersani l’aver favorito l’incontro tra esecutivo e parti sociali”. Lo afferma il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini.

11:27 Milano prova a ripartire. Ora la Borsa è positiva 48 Il Ftse Mib a +0,25% a 16.168 punti

11:23 Confermato il rating per l’Irlanda: BBB+ 47 Standard & Poor’s conferma il rating di lungo termine dell’Irlanda a ‘BBB+’ e quello a breve termine a ‘A-2’ con outlook stabile.

11:23 Cedono Parigi e Francoforte. Bene Madrid 46 Parigi cede l’1%, Francoforte il 2,4%, mentre Madrid è in controtendenza e segna un progresso dello 0,2%.

11:20 Piazza Affari a -0.15% 45 Milano il Ftse Mib arretra dello 0,15%, mentre il Ftse All share segna un calo dello 0,47%.

11:16 Il Vietnam in controtendenza. La Borsa chiude in rialzo 44 La Borsa di Ho Chi Minh City conferma la sua scarsa correlazione con i mercati mondiali, squassati dalle vendite dopo il tonfo di ieri a Wall Street. Il Vn Index, l’indice principale della Borsa vietnamita, chiude a 400,88 punti (+1,22%).

11:10 Istat: “Sul trimestre Italia come gli Usa” 43 Se in Italia si è registrato sul trimetre una crescita contenuta dello 0.3%, nello stesso periodo – ricorda l’Istat – il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,3% anche negli Stati Uniti e dello 0,2% nel Regno Unito. In termini tendenziali il Pil è aumentato dell’1,6% negli Stati Uniti e dello 0,7% nel Regno Unito.

11:09 Piazza Affari è a -0.6%. Ripartono le vendite 42 La crescita trimestrale del Pil italiano limitata allo 0,3% spinge di nuovo al ribasso Piazza Affari. Il Ftse Mib, dopo aver raggiunto la parità, cede lo 0,6%, mantenedosi però sempre sopra quota 16.000 punti.

11:08 Idv: “Approvare la manovra la prossima settimana” 41 Italia dei valori chiede, nella prossima settimana, l’immediata convocazione del parlamento per discutere ed approvare con urgenza una manovra correttiva.

11:06 Papandreou: “L’Eurozona deve agire” 40 L’Eurozona deve agire immediatamente per superare lo scetticismo sulla capacità di rispondere al contagio della crisi del debito in Europa. E’ quanto ha scritto il premier greco, George Papandreou, in una lettera indirizzata al presidente della Commissione europea, Josè Manuel Barroso.

11:00 Pil italiano per il 2011 a +0.8% 39 La crescita economica acquisita per il 2011 è prevista allo 0,8%. Lo riferisce l’istat sulla base delle stime preliminari del pil per il secondo trimestre secondo le quali il prodotto interno lordo corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% rispetto al secondo trimestre 2010.

10:50 Anche Seoul chiude con perdite pesanti: -3.7% 38 Chiusura in forte calo per la Borsa sudcoreana, con il Kospi a 1.943,75 (-3,7%), il livello più basso dal 15 marzo. Volumi ai massimi da tre mesi, con scambi per un controvalore di 10,29 trilioni di won (9,64 mld di dollari).

10:49 Milano azzera il calo. E’ a -0.02% 37 Azzera il calo Piazza Affari, con il Ftse Mib (-0,02% a 16.125 punti) in parità, spinto da Unicredit (+4,23%), Telecom (+4,55%) e Intesa Sanpaolo (+2,03%). Ancora deboli invece Pirelli (-5,3%) e Lottomatica (-5,23%), mentre Fiat Industrial (-4,8%) ed Exor (-4,71%) risultano sospese per eccesso di ribasso. Positiva Fiat (+1,67%)

10:48 Sydney chiude a -4% 36 Chiusura in forte calo per la Borsa di Sydney, che lascia sul terreno quattro punti percentuali, la peggiore seduta dai tempi dell’apice della crisi finanziaria, quasi tre anni fa. Gli investitori hanno scaricato i titoli per il timore che gli Usa entrino in recessione e sull’onda dell’espansione dei problemi sul debito in Europa a Spagna e Italia. Il benchmark S&P/Asx 200 ha chiuso a 4.105,4 punti (-4%). Scambi per un controvalore di 10,44 miliardi di dollari Usa.

10:43 Titoli bancari in forte recupero. A picco Sapiem, Fiat cotrastata 35 In recupero le banche, ora in generale positive con Unicredit +4,42% e Intesa Sanpaolo +4,72%. Bene Telecom italia, che guadagna il 2,6%. In progresso Mediaset (+1,65%). Pesanti perdite per Saipem (-5,53%), Autogrill (-4,11%). Contrastati i titoli del lingotto, con Fiat che segna +0,65% e Fiat industrial -2,13%

10:39 Rendimento dei Btp a 10 anni al 6.26% contro il 6.22% di quelli spagnoli 34 Il rendimento dei Btp decennali ha superato per la prima volta da maggio 2010 quello dei titoli spagnoli sulla scia delle tensioni sui mercati. Il tasso del decennale italiano si attesta al 6,26%, in rialzo rispetto a quello del decennale spagnolo che viaggia al 6,22%, in calo di nove punti.

10:32 Piazza Affari, Ftse/Mib a -0.53% 33 Sul paniere principale, rimbalzano i maggiori titoli bancari, dopo un avvio pesante: Unicredit (+3,37%), Intesa sp (+3,66%, nel giorno dei conti), Mps (+0,9%), Banco popolare (+2,09%) e Bpm (+1,15%). Giù Ubi (-1,5%) e Mediobanca (-0,27%).

10:26 Istat, a giugno produzione allo +0,2% 32 Nel confronto tendenziale, i settori dell’industria caratterizzati dalla crescita più accentuata sono: fabbricazione di computer, prodotti di elettronica ed ottica, (+6,7%), fabbricazione di macchinari e attrezzature n.c.a. (+5,4%), metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo esclusi macchine e impianti (+3,7%) e altre industrie manifatturiere, riparazione e installazione di macchine ed apparecchiature (+3,7%). Il settore che in giugno registra la diminuzione tendenziale più ampia è quello della fabbricazione di prodotti chimici (-7,7%)

10:19 Spread a 391.7, sopra quello della Spagna 31 Il tasso del Btp decennale supera quello dei Bonos spagnoli per la prima volta da aprile 2010. Il rendimento del decennale italiano è al 6,23%, mentre quello dei titoli spagnoli è calato al 6,18%. Si conferma il sorpasso dello spread dell’Italia rispetto alla Spagna: il differenziale Btp-Bund è a 391,7 punti, ampliando ancora la distanza da quello della Spagna con il Bund che si è ridotto a 386,8 punti.

10:17 Piazza Affari, molti i titoli in positivo 30 Unicredit +2,79%, Mps +1,30%, Fiat +2,17%, telecom +1,50%.

10:14 Le borse europee in recupero 29 Si allenta la tensione sulle principali borse europee, con i future su Wall Street in ribasso e in attesa di una serie di dati macroeconomici dagli Usa. Risale la china Parigi (-1%), dopo uno scivolone iniziale, mentre restano deboli Francoforte e Londra (-1,8% entrambe) e Milano (-0,6%) risente del miglioramento del differenziale tra Btp e Bund tedeschi sotto i 400 punti base. Positiva Madrid (+0,6%).

10:12 Il prodotto interno lordo spagnolo il leggero aumento 28 Il prodotto interno lordo spagnolo nel secondo trimestre è cresciuto dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dello 0,7% su base annua. E’ la stima della Banca centrale spagnola. Il dato è leggermente migliore delle stime degli analisti che avevano previsto una crescita dello 0,1% su base trimestrale e dello 0,7% su base annua.

10:11 Hong Kong chiude a -4.29% 27 Pesante chiusura per la borsa di Hong Kong, dove l’indice Hang Seng ha terminato a -4,29%. Le contrattazioni sono finite bruciando 938,6 punti, chiudendo a 20.946,14 punti. La Borsa di Hong Kong aveva già cominciato male la giornata, perdendo subito il 4,8%, arrivando a perdere fino ad oltre il 5% per poi recuperare nel finale.

10:04 Piazza Affari in ascesa. Congelati alcuni titoli per eccesso di rialzo 26 Dopo un’ora di contrattazioni il Ftse Mib cede lo 0,51% a 16.044 punti, recuperando quindi la soglia psicologica dei 16.000 punti. Alcuni titoli risultano ancora congelati, ma per eccesso di rialzo, come Intesa Sanpaolo (+2,11%) ed Mps (+2,3%). Positive Fiat (+0,74%) e Unicredit (+3,94%), mentre restano congelate per eccesso di volatilità Fiat Industrial (-4,8% il teorico), Exor (-4,71%) e Saipem (-3,86%)

09:59 Shangahai chiude a -2.15% 25 Chiusura in forte ribasso per le piazze finanziarie cinesi. Shanghai segna -2,15% a 2.626 punti e Shenzhen -19,95% a 11.701.

09:57 L’euro si rafforza 24 L’euro si rafforza e risale sopra quota 1,41 dollari. La moneta unica passa di mano a 1,4158 dollari dopo aver toccato un minimo di 1,4054.

09:53 Migliora ancora Milano, è a -0.3% 23 Recupera bene Milano dopo l’apertura drammatica, ora il ftse mib è a -0.3%

09:50 Parigi in crollo: -5.27% 22 Borsa di Parigi: indice cac-40 accusa un arretramento del 5,27% che porta quasi all’11% la perdita consolidata questa settimana.

09:47 Chiusura pesante per le borse asiatiche 21 Chiudono in forte ribasso le cinesi con i risultati peggiori da sette settimane, mentre si attende la chiusura di Hong Kong, che fa segnare perdite record. Con pesante segno negativo la chiusura di Taiwan, che ha perso il 5,58%, bruciando 464,14 punti chiudendo a 7.853,13 punti. L’indice Composite di Shanghai ha fatto registrare -2,15%, finendo a 2.6262,45 punti. Negativa anche la borsa di Shenzhen, dove l’indice Component ha perso l’1,95%, finendo a 11.701,76 punti. A una ventina di minuti dalla chiusura, l’indice Hang Seng di Hong Kong perde il 4,64%.

09:46 Dimezzato il calo a Piazza Affari 20 Dimezza il calo Piazza Affari dopo circa 20 minuti di contrattazioni, portando il Ftse Mib a -1,6% a 15.860 punti.

09:45 Segni positivi per alcune banche 19 Tra le banche passa in positivo Unicredit, che guadagna il 2,88%; a lungo congelata, Intesa Sanpaolo cede invece -2,36% nel giorno dell’approvazione dei conti del semestre. Ubi Banca perde l’1,29% e Banco Popolare l’1%.

09:43 Lieve recupero di Piazza Affari 18 Prova ad allentare la tensione la Borsa di Milano, con gli indici in risalita dai minimi mentre scende lo spread Btp-Bund: il Ftse Mib, arrivato a cedere oltre il 4%, segna ora -1,99% a 15.775 punti e l’All Share -2,19% a 16.511.

09:37 Si riduce lo spread, sotto i 400 punti 17 Si riduce lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi. Il differenziale, dopo aver toccato un nuovo record negativo a 416 punti, è sceso sotto quota 400 e viaggia intorno a 393 punti, tornando sotto il livello della forbice tra i titoli spagnoli e quelli tedeschi che per qualche minuto aveva superato. Il premio di rischio sui bond della Spagna viaggia a 402 punti dopo aver toccato un picco di 419.

09:34 Telecom tiene 16 Tiene telecom per i boni risultati dell’ultimo semestre.

09:32 Milano, continua il calo 15 Ftse mib a meno 4%

09:29 Il commissario europeo Rehn terrà una conferenza alle 12 e 20 14 Il commissario Europeo per gli affari economici e monetari, Olli Rehn, terrà oggi alle 12:20 circa una conferenza stampa a Bruxelles sugli sviluppi della situazione nella zona euro. Sempre per oggi sono in calendario degli appuntamenti telefonici, per parlare della zona euro, tra il presidente francese Nicolas Sarkozy e il cancelliere tedesco Angela Merkel e il capo di governo spagnolo Josè Luis Rodriguez Zapatero.

09:28 I titoli peggiori di Piazza Affari 13 Numerosi titoli sono stati sospesi per eccesso di ribasso. Fra i peggiori del listino si distinguono Saipem (-7,40% teorico), Intesa Sanpaolo (-7,24% teorico), in attesa di varare i conti del semestre, e le sospese Lottomatica (-7,21%), Fonsai (-6,71%) e Tod’s (-5,98%).

09:26 Milano, i ribassi colpiscono tutti 12 I ribassi colpiscono trasversalmente tutti i comparti del Ftse Mib, dai bancari agli industriali, dalla moda agli energetici.

09:21 “Acquistare i titoli dei Paesi in difficoltà” 11 Il belga Luc Coene, membro del consiglio dei governatori della Banca centrale europea, non esclude che possa essere fatto un acquisto di titoli di stato italiani o spagnoli da parte dell’eurotower, a condizione che i Paesi in questione facciano prima gli sforzi necessari.

09:19 Londra giù del 3.05% 10 La Borsa di Londra apre in pesante ribasso con l’indice Ftse-100 che va giù del 3,05% a 5.232,94 punti

09:18 Euro in calo sul dollaro 9 Euro in calo nei confronti della divisa statunitense, stamani all’apertura dei mercati valutari. La moneta unica europea viene scambiata a 1,4119 dollari, rispetto al valore di 1,4275 fatto registrare ieri.

09:17 Raffica di sospensioni a Milano 8 Raffica di sospensioni già nei primi minuti di scambi in Piazza Affari con 10 titoli fermati per eccesso di volatilità. Intesa Sanapolo cede il 7,72% dopo un breve congelamento, mentre Fonsai non fa prezzo e cede il 6,16% teorico. Ferme anche Fiat (-5,3%), Unicredit (-4,81%) e Finmeccanica (-4,5%)

09:15 Calo pesante della Borsa di Francoforte 7 La Borsa di Francoforte sbanda in avvio con l’indice Dax in pesante calo del 3,9%

09:14 Produzione in Spagna, calo del 2% 6 La produzione industriale in Spagna ha segnato un calo del 2% tendenziale a giugno scorso, maggiore delle previsioni che stimavano una flessione di -0,6%. A maggio il dato rivisto dall’Istituto nazionale di statistica rileva un andamento invariato contro il -0,4% rilevato in prima lettura.

09:12 Milano a -4% 5 Accentua il calo Piazza Affari dopo 10 minuti dall’avvio della seduta. Il Ftse Mib cede il 4,01% a 15.475 punti, con Intesa Sanpaolo in calo del 6,1% e Unicredit del 4,71%.

09:09 Londra a -2.78%, Parigi a -6.26% 4 Le borse europee aprono in forte ribasso: Londra segna -2,78% a 5.238 punti, Francoforte – 0,81% a 6.174, Parigi -6,26% a 3.243 e Amsterdam -1,82% a 295,41.

09:04 Piazza Affari la peggiore d’Europa 3 Le altre borse europee accusano flessioni comprese tra 1,9% e il 2,9%. Piazza Affari si conferma la peggiore d’Europa. Sulle borse del vecchio continente pesano anche le forti flessioni delle borse Usa e di quelle Asiatiche.

09:02 Avvio negativo a Milano, calo del 3.23% 2 Avvio negativo per Piazza Affari, il Ftse Mib segna un calo del 3,23% a 15.607 punti.

09:01 L’oro ancora sotto il record di ieri 1 La tempesta sulle borse e i timori per l’economia globale spingono gli investitori sui beni rifugio. L’oro spot sale dello 0,35% a 1.653,59 dollari l’oncia, rimanendo sotto il livello record toccato ieri a 1.681dollari.

(05 agosto 2011)

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •