Riforma Gelmini al rush finale Studenti in piazza, scontri a Palermo Napolitano disposto a un incontro – Repubblica.it

22 Dicembre 2010 0 Di ken sharo

Riforma Gelmini al rush finale Studenti in piazza, scontri a Palermo Napolitano disposto a un incontro – Repubblica.it.

Riforma Gelmini al rush finale Studenti in piazza, scontri a Palermo Napolitano disposto a un incontro

L’esame del disegno di legge sull’università torna oggi all’esame del Senato che dovrà rivotare gli emendamenti al centro del caso scoppiato ieri con la vicepresidente Rosi Mauro. Intanto il movimento fa sentire la sua voce con manifestazioni lontano dalla zona rossa e “flash mob” in tutte le città d’Italia. Circa 10 mila gli studenti in corteo a Roma, sassaiola contro la sede della Regione Sicilia. Cariche della polizia a Milano. Dal Quirinale la disponibilità del capo dello Stato a ricevere una delegazione dei manifestanti

(Aggiornato alle 12:38 del 22 dicembre 2010)

12:38
Palermo, cassonetti incendiati 82
Alcuni studenti che protestano contro il ministro Gelmini mentre seguono il corteo diretto all’ateneo palermitano si fermano rivoltando i cassonetti dell’immondizia che incontrano lungo il cammino. Alcuni contenitori sono anche stati incendiati.
12:32
Torino, farina contro sede Mediolanum 81
Gli studenti torinesi che stanno percorrendo in corteo le vie del centro del capoluogo piemontese hanno presidiato per alcuni minuti la sede della Banca Mediolanum, in corso Galileo Ferraris. Contro le vetrine sono state lanciate uova e farina e sono stati accesi alcuni fumogeni.
12:30
Palermo, continuano gli scontri 80
La protesta degli studenti contro la riforma Gelmini dell’università a Palermo continua a manifestarsi con gesti di violenza, sassaiole e il rovesciamento di cassonetti di rifiuti in mezzo alle strade. Davanti all’ospedale pediatrico “Di Cristina” alcuni dimostranti hanno additato un gruppo di uomini come poliziotti in borghese e li hanno bersagliati con sassi. Gli uomini si sono allontanati e sono stati inseguiti da individui con indosso caschi, che hanno continuato a lanciare pietre contro di loro.
12:27
Roma, tensione per auto carabinieri in mezzo al corteo 79
Gli studenti dopo avere attraversato il quartiere San Lorenzo stanno andando verso la via Prenestina dunque in direzione dei quartieri periferici della capitale. Momenti di tensione quando una macchina di carabinieri seguita da 4 auto blu è piombata in mezzo al corteo. Immediata la retromarcia accompagnata dalla reazione degli studenti.
12:26
Pisa, ricercatori “appesi ad un filo” 78
Blitz nella piazza antistante il Comune stamani a Pisa da parte di dottorandi e ricercatori precari dell’Università che hanno issato una corda sul balcone di un edificio pubblico e poi una di loro, imbracata alla fune, è rimasta sospesa nel vuoto, per denunciare che con la “riforma Gelmini la ricerca è appesa ad un filo”.
12:25
Ancona, studenti si spogliano in Comune 77
Alcuni studenti delle medie superiori hanno occupato la sala consiliare del Comune di Ancona e si sarebbero denudati, in concomitanza con le proteste contro il decreto Gelmini. La manifestazione è durata alcuni minuti, poi i ragazzi hanno incontrato il sindaco Fiorello Gramillano e l’assessore all’istruzione Andrea Nobili.
12:22
Roma, studenti verso il Gianicolo 76
Dopo aver percorso viale Trastevere gli studenti dei licei romani scesi in piazza contro il ddl Gelmini hanno attraversato le strade del quartiere romano decidendo di dirigersi verso il Gianicolo e non più verso il ministero dell’Istruzione.
12:18
Napoli, studenti nel porto 75
Si trovano sulla banchina del molo Beverello, nel porto di Napoli, i manifestanti del corteo contro la riforma Gelmini. Alcuni dei partecipanti hanno anche tentato di occupare un aliscafo diretto alle isole del golfo, senza però riuscirvi.
12:15
Roma, boato di gioia per la disponibilità di Napolitano 74
Un boato di gioia si è levato dal corteo degli studenti che sfila, in questo momento, per via dello scalo di San Lorenzo all’annuncio che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è detto disponibile ad incontrate una delegazione di studenti.
12:14
Camusso: “Adesso no allo sciopero generale” 73
“Nessuno esclude lo sciopero generale, ma per ora a nostro avviso non ci sono le condizioni”: lo ha detto la segretaria generale della Cgil Susanna Camusso,
12:13
Roma, cori contro i giornalisti 72
Sono i giornalisti e le forze dell’ordine i bersagli degli slogan urlati dai manifestanti del corteo partito da Piramide. “Giornalisti primo nemico”, “giornalisti terroristi”. Gli studenti e i lavoratori, ora arrivati a Porta Portese, stanno facendo esplodere alcuni petardi.
12:10
Roma, pacco al comitato per l’acqua pubblica 71
Un pacco regalo è stato consegnato dagli studenti che manifestano a Roma contro l’approvazione del ddl Gelmini al comitato per l’acqua pubblica di San Lorenzo. Il corteo sta attraversando via dello Scalo di San Lorenzo.
12:07
Dopo scontri, studenti Palermo puntano su ateneo 70
Gli studenti palermitani che protestano contro la riforma dell’Università e il ministro Gelmini, dopo gli scontri in piazza Indipendenza, hanno percorso corso Vittorio Emanuele e ora si sono riuniti in un corteo che sta sfilando per via Maqueda diretto alla cittadella universitaria di viale delle Scienze.
12:06
Incontro con Napolitano non ancora richiesto 69
L’incontro con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, non è stato ancora ufficialmente chiesto dagli studenti che protestano contro la riforma Gelmini, ma fonti del Quirinale fanno sapere che quando ci sarà la richiesta, il presidente è disponibile all’incontro.
12:05
Studenti romani a S. Lorenzo: “Vicini a chi soffre la crisi” 68
Sta attraversando via dei Reti, nel quartiere San Lorenzo, il corteo degli studenti che manifestano contro l’approvazione del ddl Gelmini. “Abbiamo scelto i quartieri popolari -sottolinea uno degli organizzatori della manifestazione- per essere vicini a chi soffre realmente la crisi”.
12:04
Studenti feriti in scontri con polizia a Palermo 67
Negli scontri di Palermo anche alcuni giovani sarebbero rimasti feriti, secondo quanto loro stessi hanno raccontato, dalle manganellate delle forze di polizia. In particolare uno di loro ha affermato di essere stato colpito al capo, mentre alcuni studenti dicono che un altro ragazzo ha riportato la rottura della mascella.
12:03
Giornalista colpita a Palermo è cronista Ansa 66
La giornalista colpita da un grosso sasso al braccio sinistro è Simona Licandro che sta seguendo le manifestazioni degli studenti per l’Ansa.
11:59
Napolitano pronto a ricevere studenti 65
Il capo dello Stato, si apprende da fonti del Quirinale, sarebbe disposto a ricevere gli studenti che protestano contro il ddl Gelmini.
11:54
Studenti torinesi in cortile palazzo Carignano 64
Gli studenti indipendenti guidati da un gruppo di giovani vestiti da garibaldini, come annunciato, hanno raggiunto la sede del palazzo Carignano e sono entrati nel cortile dove terranno una seduta simbolica del Parlamento per approvare la loro riforma dell’università. Agli studenti indipendenti si sono anche aggiunti gli studenti del Conservatorio che hanno portato all’interno del cortile di Palazzo Carignano i loro strumenti musicali.
11:52
Assunzioni lampo, Udc chiede dimissioni rettori romani 63
L’Udc chiede le dimissioni dei rettori delle università romane La sapienza e Tor Vergata: “le assunzioni-lampo a pochi giorni dall’approvazione della riforma dell’università sono uno schiaffo agli studenti e ai ricercatori”, afferma il deputato centrista Luca Volonté in una nota.
11:48
Studenti ricevuti da segretaria Cgil Camusso 62
Una delegazione di studenti è stata ricevuta stamane dal segretario generale Cgil Susanna Camusso. Ai giovani, che invocano lo sciopero generale contro il ddl Gelmini, la leader sindacale avrebbe promesso l’intenzione della Cgil di valutare azioni di protesta congiunte, eventualmente anche uno sciopero generale, da realizzare in primavera.
11:46
Polizia carica studenti in piazza S. Nazaro in Brolo a Milano 61
Scontro tra studenti e forze dell’ordine in piazza San Nazaro in Brolo. Le forze dell’ordine hanno usato i manganelli contro un gruppo di manifestanti partiti in corteo dalla Statale.
11:45
Petardi e uova contro Questura di Napoli 60
Alcuni petardi sono stati fatti esplodere al passaggio della coda del corteo dei manifestanti che sta sfilando a Napoli contro la riforma Gelmini. Le esplosioni sono avvenute nei pressi della sede della Provincia e della Questura. Dai manifestanti anche lanci di uova.
11:44
Sassi e bottiglie contro Questura di Palermo 59
Un gruppo di giovani, che faceva parte del corteo di protesta contro la riforma dell’Università, ha lasciato palazzo d’Orleans e si è diretto in piazza della Vittoria, dove ha lanciato sassi e bottiglie contro il portone della Questura di Palermo. Davanti gli uffici della polizia vi sono alcuni agenti.
11:43
Gelmini: “Mi auguro non ci siano incidenti gravi” 58
“Mi auguro che tutto si svolga senza avere incidenti gravi”. E’ l’auspicio espresso dal ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, alla luce delle proteste studentesche in corso in tutta Italia durante le quali si sono verificati scontri.
11:41
Studenti in corteo con post-it: “Siamo tutti indasponibili” 57
“Siamo tutti indasponibili”. E’ lo slogan scritto sui post it che alcuni studenti che aprono il corteo contro il ddl Gelmini si sono attaccati in faccia. I manifestanti stanno per raggiungere piazzale del Verano.
11:37
Manifestazione a L’Aquila: “No all’aziendalizzazione” 56
Una delegazione di 50 studenti dell’università, delle scuole superiori e dei movimenti citatdini sta manifestando all’Aquila nel polo universitario di Coppito. Uno striscione dice “No all’aziendalizzazione”, un altro, esposto dal “comitato 3.32”, ricorda che “Il futuro dell’università è il futuro della città”.
11:37
A Torino studenti bloccano libreria Mondadori 55
Il corteo degli studenti torinesi che sta sfilando per le vie di Torino per protestare contro la riforma Gelmini, ha presidiato per qualche minuto l’ingresso della libreria Mondadori. Su una vetrata i manifestanti hanno attaccato uno striscione con la scritta “Questo governo è fumo negli occhi” mentre davanti all’ingresso hanno srotolato un altro striscione “Voi in Senato, noi nelle piazze”. Ora il corteo sta riprendendo la marcia.
11:35
Parte corteo a Milano, tensione con la polizia 54
È partito a Milano il corteo degli studenti che si erano dati appuntamento di fronte all’università statale di per protestare contro il disegno di legge Gelmini. Sono oltre 300 al momento e stanno bloccando le vie del centro. Pochi minuti dopo la partenza del corteo ci sono stati attimi di tensione con le forze dell’ordine: gli studenti hanno “forzato” un iniziale blocco predisposto dalla polizia. Sul posto stanno accorrendo numerosi agenti in tenuta anti-sommossa e varie camionette della polizia di stato e dei carabinieri.
11:33
Lancio di vernice contro provincia di Napoli 53
Lanci di uova piene di vernice rossa contro il portone della Provincia di Napoli. Il gesto da parte di alcuni manifestanti alla testa del corteo contro la riforma Gelmini in corso a Napoli. Accesi numerosi fumogeni.
11:31
Colpito giornalista in scontri a Palermo 52
Davanti alal sede della Regione gli studenti palermitani hanno lanciato anche sassi. Uno di questi ha colpito un giornalista a una mano, rendendo inservibile il telefono cellulare che impugnava in quel momento. Il cronista non è rimasto ferito. Alcuni manifestanti hanno rovesciato un cassonetto di rifiuti in piazza Indipedenza e hanno appiccato il fuoco.
11:30
Circa 10 mila gli studenti partiti da La Sapienza 51
Stando a una stima approssimativa, sono circa diecimila gli studenti che si sono mossi in corteo dall’ateneo romano della Sapienza.
11:27
A Roma altro corteo delle medie diretto a Ministero 50
Un secondo corteo di poco meno di un centinaio di ragazzi delle superiori sta partendo dal Piazzale Ostiense e si sta muovendo verso il Ministero dell’Istruzione.
11:21
A Napoli in corteo insieme studenti e disoccupati 49
Un corteo di studenti universitari e medi, disoccupati del progetto Bros, Cobas e Centri sociali è partito poco fa da Piazza del Gesù, nel centro storico di Napoli. I manifestanti – “migliaia”, secondo gli organizzatori, poco più di mille secondo le forze dell’ ordine – dovrebbero raggiungere il centro della città, ma il percorso non è stato concordato.
11:20
Scontri davanti palazzo Regione a Palermo 48
Scontri tra studenti e forze dell’ordine davanti alla sede della presidenza della Regione siciliana a Palermo. I manifestanti hanno tentato ripetutamente di fare irruzione a Palazzo d’Orleans, e sono stati respinti da polizia e carabinieri. Dopo vari assalti, dai dimostranti è partito un lancio di uova e arance. Qualcuno ha divelto un cartello stradale che è stato pure scagliato contro le forze dell’ordine, le quali hanno caricato usando i manganelli.
11:20
Presidente Senato convoca riunione capigruppo 47
Il presidente del Senato Renato Schifani ha convocato la conferenza dei capigruppo subito dopo l’approvazione dell’art. 10 del ddl Gelmini. L’Aula ha ripreso stamane la votazione degli emendamenti in un clima di tensione. Il senatore del Pd Luigi Zanda, e prima di lui il capogruppo dell’IdV, Felice Belisario, hanno detto di non condividere la decisione di convocare la capigruppo.
11:17
Studenti romani consegnano pacco al Policlinico 46
Il corteo degli universitari romani ha sostato davanti al policlinico Umberto I dove ha simbolicamente consegnato un pacco di regalo con “i tagli della alla sanità ed alla ricerca di questo governo’.
11:16
A Torino studenti vestiti da garabaldini 45
E’ appena partito da Palazzo Campana uno dei cortei degli studenti universitari torinesi. In testa lo striscione “Contro la farsa del Parlamento… Siamo l’inizio del cambiamento. Costruiamo l’altrariforma”. A portarlo gli studenti vestiti da garibaldini, che hanno con se anche il tricolore e che in questo momento sono fermi davanti a Palazzo Carignano, sede del primo Parlamento italiano, dove intenderebbero entrare per votare simbolicamente la loro riforma.
11:15
Petardi contro sede regione Sicilia 44
Diversi pertardi sono stati lanciati a Palermo contro le sedi dell’Assemblea regionale siciliana e della presidenza della Regione durante la nuova protesta degli studenti contro la riforma Gelmini dell’università.
11:14
Forza Nuova tinge fontane anche ad Ancona 43
Ad Ancona i militanti di Lotta Studentesca, formazione collegata al movimento di estrema destra Forza Nuova, hanno reso noto di avere colorato di rosso la Fontana dei Cavalli di piazza Roma, nell’ambito di una manifestazione in corso in 100 città italiane. “Oggi le nostre fontane si tingono di rosso – è detto in una nota – come le casse dell’istruzione pubblica”.
11:11
Striscione “Noi liberi per la città” apre il corteo a Roma 42
“Voi solo nella zona rossa, noi liberi per la città. Studenti per lo sciopero generale”. Con questo striscione si apre il corteo da poco partito dall’università La Sapienza di Roma. Tanti gli striscioni esposti dagli studenti, come quello che dice ‘occupiamoci di contemporaneo’ e un altro su cui si legge ‘con la cultura non si mangia, figuriamoci con l’ignoranza.
11:07
Circa in 500 a corteo studenti di Cagliari 41
Circa 500 studenti universitari e delle scuole superiori di Cagliari sono partiti stamane da piazza Garibaldi per manifestare per le vie della città, per protestare contro la riforma Gelmini, all’approvazione del Senato.
11:05
Liceali romani in corteo con mani bianche 40
Gli studenti medi di Roma hanno lasciato piazza Trilussa e stanno percorrendo Lungotevere Sanzio sollevando le mani dipinte di bianco “in segno di pace e contro ogni forma di violenza”. A formare il corteo diverse centinaia di studenti dei licei della capitale. In testa lo striscione “La vostra cultura è la forza. La nostra forza è la cultura”.
11:04
Striscione alla Spaienza: “Zona rossa per il ddl” 39
In cima alll’ingresso dell’università la Sapienza di Roma compare uno striscione disteso dagli studenti su cui c’è scritto ‘zona rossa per il ddl’ con il riferimento alla riforma Gall’esame del Senato.
11:01
Il corteo degli studenti sta partendo da La Sapienza 38
Il corteo degli universitari romani sta lasciando ora piazzale Aldo Moro, sede della Sapienza.
10:50
Frattini: “Governo si sta facendo carico preoccupazioni giovani” 37
Il ministro degli Esteri Franco Frattini è intervenuto a Mattino Cinque questa mattina sulla riforma dell’Università e, in particolare, sul ruolo del presidente della Repubblica al quale gli studenti si appellano contro la riforma voluta dal ministro Mariastella Gelmini e dal Governo. ”Il capo dello Stato ha detto parole di enorme buon senso l’altro ieri, ha detto che il diritto di manifestare pacificamente nessuno lo vuole e può mettere in discussione, e che anzi delle inquietudini dei giovani italiani bisogna darsi carico”, ha sottolineato Frattini. ”Comunque, devo dire – ha aggiunto – che il governo si sta facendo carico delle preoccupazioni” dei giovani.
10:48
A Venezia lucchetti agli ingressi delle facoltà 36
Dalle dieci alle venti porte di sedi universitarie chiuse con lucchetti: il movimento studentesco veneziano ha aperto con una “operazione” in grande stile la giornata in cui il decreto del ministro dell’istruzione sta per essere approvato dal Senato. Lo scacco, che ha dato molto da fare ai vigili del fuoco i quali hanno dovuto aprire le sedi ad una ad una, ha scherzosamente simulato un maxisequestro dell’Università da parte delle forze dell’ordine a causa del comportamento dei rettori veneziani.
10:46
A Milano corteo sindacati legge Costituzione ai semafori 35
Una cinquantina di rappresentanti del Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente è partita in corteo da largo Cairoli contro la riforma Gelmini, da ieri in discussione al Senato. Il gruppo si trova al momento in via Molino delle Armi e blocca il traffico fermandosi agli incroci per leggere gli articoli della Costituzione.
10:43
Oltre 400 gli emendamenti ancora da esaminare al Senato 34
Sono circa 400 gli emendamenti che il Senato in giornata dovrà esaminare e votare. Dopo la bagarre di ieri sera sull’articolo 6 del ddl Gelmini, dove è stato evidenziato un “pasticcio” dovuto ad una norma che viene modificata in quell’articolo e poi cassata in un articolo successivo, il 29, della stessa legge, su decisione della presidenza, l’esame degli emendamenti riprende dall’articolo 7 e proseguirà per l’intera giornata sui 29 articoli della riforma universitaria. L’articolo 6, per ora accantonato, verrà votato alla fine dell’esame del ddl e verranno rivotati quegli emendamenti che, in un momento di caos, erano stati dati per approvati dalla presidente di turno Rosi Mauro. Le opposizioni insistono, anche stamane, sulla necessità di modificare il ddl, perché gli articoli 6 e 29 sono in contraddizione fra loro mentre il governo intende sanare la contraddizione in sede di conversione del decreto legge milleproroghe.
10:41
“Liberi per la città” tra parole d’ordine a Roma 33
La tangenziale est, il Pigneto e il Casilino. Questi alcuni dei ‘punti’ che verranno probabilmente toccati dagli studenti che si stanno preparando a partire in corteo a Roma dall’università La Sapienza. Niente palazzi del potere, quindi, “noi liberi per la città”, come recita uno striscione. Un gruppetto dovrebbe a un certo punto anche staccarsi per andare a consegnare una lettera al Quirinale per il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Intanto, oltre al corteo della sapienza, studenti si stanno radunando anche a piramide, ma pure a piazza trilussa e a via ostiense. Ci sono state poi, e ci saranno ancora, anche piccole manifestazioni spontanee in altre zone della città.
10:40
Udu chiede a Napolitano di non firmare ddl Gelmini 32
Gli studenti dell’Udu, l’Unione degli univetrsitari, che oggi protestano contro la riforma chiedono al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano “che si è più volte espresso sull’importanza della formazione e per l’ascolto delle proteste, di non firmare il ddl Gelmini”.
10:38
Consegnato pacco vuoto alla Cgil: “Mettiamoci lo sciopero” 31
Una delegazione formata da una ventina di studenti mascherati da Babbo Natale ha lasciato piazzale Aldo Moro per raggiungere la sede della Cgil in corso d’Italia e lasciare un grande pacco natalizio. Un pacco vuoto che, spiegano gli studenti, “vorremmo fosse riempito di migliaia e milioni di lavoratori in sciopero”. Sul pacco un biglietto esplicita la richiesta degli studenti: “caro Babbo Natale, visto che quest’anno siamo stati buoni perché, assieme alla Cgil, non ci regali un grande sciopero generale?”
10:36
Studenti Palermo vogliono occupare sedi Regione 30
Gli studenti palermitani sono pronti a tentare l’occupazione delle sedi della Regione siciliana. Le loro “armi” sono i book block, pannelli di polistirolo e legno con disegnate le copertine di libri famosi, che rappresentano gli “scudi” degli studenti, e palloncini pieni di vernice. Prima della partenza i professori hanno raccomandato agli studenti di “sorprendere non usando la violenza”.
10:27
Studenti gridano “noi non siamo black bloc” 29
“Noi non siamo black bloc”. Questo è uno degli slogan con cui sono scesi in piazza gli studenti dei licei romani. Sono oltre 200 i ragazzi che si sono radunati a piazza Trilussa nella capitale in una giornata cruciale per l’approvazione del ddl Gelmini.
10:24
Studenti presidiano ingresso Statale di Milano 28
Un centinaio di studenti stanno presidiando l’ingresso della statale di Milano, in via Festa del perdono, per protestare contro il disegno di legge Gelmini. Gli studenti hanno preannunciato piccole azioni simboliche ma senza creare disordini per evitare che si ripetano gli scontri di Roma. Alcuni studenti si sono appesi alle giacche dei post-it con scritte contro la riforma tra cui “armati di cultura”, “il diritto allo studio è diritto costituzionale”, “il ricercatore precario chiede di fare ricerca”, “arresto preventivo della cultura”.
10:22
A Catania fontane colorate di rosso 27
I militanti di estrema destra aderenti a Forza Nuova hanno colorato di rosso l’acqua di alcune fontane del centro cittadino e della provincia di Catania.
10:21
Studenti medi bloccano Lungotevere 26
Il Lungotevere gianicolense è stato bloccato dal corteo degli studenti medi diretti in piazza Trilussa. I manifestanti sono circa 300.
10:19
Tre cortei a Palermo, ma partecipazione ridotta 25
Tre cortei studenteschi si sono mossi poco dopo le 10 a Palermo da tre diversi punti della città, ma almeno finora la partecipazione alla nuova protesta contro la riforma Gelmini dell’università è molto inferiore rispetto alle precedenti manifestazioni.
10:14
Gasparri: “Spero in giornata diversa da 14 dicembre” 24
“Le manifestazioni sono il sale della democrazia”. Lo ha detto il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri intervenendo a Omnibus su la7. “Mi auguro – ha affermato – che sia una giornata diversa da quella del 14 dicembre. Le manifestazioni sono fantasiose, creative, corrosive sul piano dialettico ma senza violenza”.
10:13
Un corteo romano passerà in quartieri S. Lorenzo e Pigneto 23
Sfilerà per le vie di San Lorenzo e del Pigneto il corteo in partenza dall’università La Sapienza di Roma, dove si sono radunati gli studenti che protestano contro l’approvazione del ddl Gelmini. Fino all’ultimo gli studenti hanno mantenuto il più stretto riserbo sul percorso del corteo e solo ora hanno reso noto che attraverseranno i quartieri popolari della capitale.
10:07
Alla protesta Babbo Natale e Costituzione 22
Con cappelli da Babbo Natale, maschere che richiamano il film ‘V per Vendetta’ e un ‘waka waka’ anti Gelmini gli studenti che si sono dati appuntamento oggi in piazzale Aldo Moro cercano di esorcizzare la pioggia che comincia a cadere su Roma. In tanti, poi, hanno preso alla lettera l’invito lanciato da Marco Travaglio su il “Fatto Quotidiano” e si sono presentati Costituzione alla mano, altri con stralci degli articoli della Carta Costituzionale copiati su grandi cartelli.
10:04
Dagli studenti pacchi regali con le loro richieste 21
I cortei studenteschi distribuiranno in giro per Roma pacchi regalo con le loro richieste. Tra queste “tassazione delle rendite finanziarie”, “basta veline in parlamento”, “abolizione legge 30 sulla precarietà”, “tutela e valorizzazione beni culturali”. Tra i destinatari dei pacchi anche i giornalisti più fedeli al premier come Fede, Feltri, Sallusti, Belpietro e Porro.
10:02
Gelmini: “Parentopoli non è caso isolato” 20
“E’ un atteggiamento purtroppo molto diffuso nelle università. I casi degli ultimi giorni non sono isolati. In molte università assistiamo alla promozione di parenti, amici e amici di amici. E questo ‘sporca’ il lavoro di quelli che lavorano e danno lustro all’università”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, in collegamento alla trasmissione Mattino 5.
10:00
Gelmini: “Non comprendo proteste contro mio ddl” 19
“Rispetto chi protesta, ma non ne comprendo fino in fondo le ragioni”. Così il ministro dell’università, Mariastella Gelmini, a ‘Mattino cinque’ sui cortei in corso oggi a Roma e in molte città d’Italia. “Non comprendo fino in fondo le loro ragioni legate alla riforma – spiega il ministro – comprendo invece il disagio sociale dei giovani. Ma il compito della politica non è cavalcare le proteste, il compito è quello di trovare soluzioni”.
09:57
Partenza cortei La Sapienza previsti dopo 10.30 18
Lentamente gli studenti stanno confluendo in piazzale Aldo Moro a Roma, sede della Sapienza, da dove partiranno i cortei intorno alle 10.30 Nel piazzale antistante l’università la sapienza spiccano più che il numero dei manifestanti la massiccia presenza delle forze dell’ordine presenti con nove blindati.
09:56
Ripreso al Senato esame ddl Gelmini 17
L’aula del Senato ha ripreso da pochi minuti la discussione del ddl Gelmini. Si riparte dall’esame dell’articolo 7 del provvedimento, dopo che le votazioni effettuate ieri sera sotto la presidenza di Rosi Mauro sono state annullate.
09:55
Studenti Palermo: “Movimento non ha partiti amici” 16
“Non abbiamo partiti amici, molti si sono schierati con noi soprattutto quando c’era da spingere sul voto di fiducia al governo. Poi si sono allontanati, scaricandoci nel caso dei scontri a Roma. Da Saviano a Vendola hanno subito cambiato idea. Non ci lasciamo strumentalizzare da questo tipo di politica”. Lo dice uno dei leader della protesta universitaria a Palermo, Giorgio Martinico, studente di Lettere.
09:50
Da studenti “regalo” per la Cgil con domanda sciopero 15
Tra i luoghi di Roma toccati dai cortei studenteschi pare ci sarà sicuramente la sede della Cgil dove gli studenti intendono recapitare un “pacchetto di Natale” con la richiesta di sciopero generale.
09:42
Rabbia e ironia nei manifesti degli studenti 14
“Non trovo lavoro e quando lo trovo o è a nero o è precario. Non me posso permette una casa e so’ costretto a restà coi miei. Me state a toglie il diritto alla salute e avvelenate il posto ‘ndo vivo. Fra 40 anni se me dice bene me darete sì e no na pensione da fame. E mo’ me state pure a caccià dall’università. PERMETTI CHE SO UN PO’ INCAZZATO'”. E’ questo il testo di un manifesto firmato “militant” comparso all’ingresso della facoltà di medicina.
09:30
Gelmini: “Ci sono condizioni per approvare ddl” 13
“Credo ci siano le condizioni per approvarlo, siamo a metà del lavoro, sono stati votati circa la metà degli emendamenti e mi auguro che si vada velocemente verso l’approvazione di un provvedimento necessario e urgente per il futuro dell’università italiana e per distribuire le risorse in maniera virtuosa”. Così il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, intervenuta a “Mattinocinque”.
09:28
Uds mette i sigilli a oltre 100 scuole private 12
Blitz dell’UdS in oltre 100 scuole private da Nord a Sud (Milano, Firenze, Bologna, Cagliari, Napoli, Bari, Cosenza e altre). In mattinata l’Unione degli studenti ha ‘sigillato’ oltre 100 istituti con nastro da cantiere, per “porre l’accento sul processo di privatizzazione messo in campo da governi di ogni schieramento negli ultimi 15 anni, per demarcare la qualità dell’istruzione pubblica rispetto ad un’idea di formazione di elite, finanziata con moneta sonante dal ministero all’ultima Finanziaria”.
09:23
Studenti divisi in gruppi per azioni in vari luoghi città 11
Secondo quanto si apprende in ambienti del movimento studentesco romano, i giovani si sarebbero divisi in gruppi. A ogni gruppo sarebbe stato assegnato un diverso settore della città dove compiere azioni eclatanti.
09:20
Letame davanti villa La Russa, ma è quella sbagliata 10
Il movimento di studenti Onda-anomala ha reso noto di avere compiuto la notte scorsa un’azione dimostrativa contro “la violenza repressiva del governo nazionale” versando dello sterco davanti uno dei cancelli d’ingresso della villa del ministro alla Difesa, Ignazio La Russa, a Ragalna, paese del Catanese alle pendici dell’Etna. L’azione, che è stata rivendicata con un’e-mail alle redazioni di diverse testate giornalistiche accompagnate da tre foto, non ha però trovato riscontro dagli accertamenti compiuti dai carabinieri. Probabilmente gli studenti hanno sbagliato villa.
09:14
MIlitari non presidiano le sedi di Cgil, Cisl, Uil 9
Curiosa scelta di ordine pubblico nel giorno in cui sono annunciate manifestazioni a Roma. Il presidio di militari con mimetica e mitra, che fino a ieri ha sorvegliato le sedi di Cgil, Cisl e Uil, è questa mattina scomparso.
09:11
Studenti: non adremo verso la |”zona rossa” 8
Gli studenti non rivelano il percorso del corteo ma assicurano che non andranno verso il centro, dove si trova la “zona rossa”. Percorerranno “strade molto ampie”. Questo rafforza l’ipotesi che il corteo intende dirigersi verso la sede nazionale dell CGIL, in Corso d’Italia, per chiedere lo sciopero generale.
09:07
Studenti: Corteo partirà regolamente da Piazza Aldo Moro 7
Dall’interno dell’Università i rappresentanti degli studenti assicurano che il corteo partirà regolarmente dal piazzale antistante la Sapienza. E che si aspettano una partecipazione inferiore rispetto a una settimana fa, giustificandola dal fatto che sono partiti per le vacanze di Natale molti degli studenti fuorisede.
09:05
Niente studenti alla Sapienza, solo Cc e Polizia 6
Scenario insolito davanti all’Università la Sapienza di Roma, a mezz’ora dal corteo: di studenti non c’è traccia, solo i furgoni delle televisioni e i blindati delle forze dell’ordine. Questi ultimi apparentemente in misura superiore rispetto al 14 dicembre.
09:02
Meloni: “A parte i violenti, ragazzi esprimono un disagio” 5
“A parte pochi violenti, sono ragazzi che protestano per esprimere un disagio vero: quello della prima generazione che fronteggia una realtà peggiore di quella dei loro padri”. Il ministro per la Gioventù Giorgia Meloni, nel giorno della nuova mobilitazione nazionale, individua nel suo ministero e nella sua funzione il luogo di un confronto necessario fra istituzioni e nuove generazioni.
08:18
La diretta tv su Rep.it 4
Repubblica.it seguirà in diretta la manifestazione degli studenti: le telecamere di RepubblicaTv si divideranno tra i cortei degli universitari e degli studenti medi. Sul sito, i video dei flash mob e delle iniziative a sorpresa dai nostri inviati Daniele Mastrogiacomo, Fabio Tonacci, Francesco Cocco, Giuseppe Ferrante e Giulia Dellepiane. E in contemporanea, la diretta dall’aula del Senato dove è in discussione la contestata riforma dell’università
08:06
Lettera a Napolitano 3
Gli studenti scrivono al Capo dello Stato Giorgio Napolitano chiedendogli di non firmare la legge Gelmini.
08:06
“Cortei a sorpresa” 2
Annunciate per oggi manifestazioni in molte città, ma a Roma non è stata chiesta alcuna autorizzazione ed è stato rivendicato il diritto a cortei spontanei. “Non violeremo la zona rossa e stupiremo il governo. La manifestazione sarà tranquillissima”, ha detto il portavoce di ‘Atenei in rivolta’.
08:01
La riforma in Aula 1
Mentre si preparano i nuovi cortei degli studenti prosegue a tappe forzate l’esame delal riforma dell’Università. In Senato ieri è scopiato il caso Mauro, la vicepresidente leghista di turno che ha fatto partire a raffica le votazioni così da farne approvare quattro del Pd. Saranno
Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •