Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Il Riformista-Fini chiede tregua su casa Montecarlo: Si fermi gioco al massacro

Il Riformista.

Ammette dubbi sul cognato: Se è lui il proprietario lascio Camera

Ammette dubbi sul cognato: Se è lui il proprietario lascio Camera

Roma, 25 set. (Apcom) – Se Giancarlo Tulliani fosse il titolare della società off shore che ha acquistato da An la casa di Montecarlo, Gianfranco Fini lascerebbe lo scranno più alto di Montecitorio, ma ora chiede che si fermi “il gioco al massacro” alimentato finora sulla vicenda. Dopo 48 giorni da quell’8 agosto in cui diffuse una nota per chiarire la vicenda dell’appartamento di rue Princesse Charlotte, il presidente della Camera rompe il silenzio e ammette di avere peccato di “leggerezza” e “ingenuità” confessando di avere dei “dubbi” sull’onestà cognato. Dopo ore di attesa, il videomessaggio annunciato ieri viene trasmesso da diversi siti internet e televisioni alle 19. Fini lo ha registrato poco prima nella sede della fondazione Fare futuro dopo una giornata passata nel suo studio di Montecitorio con l’avvocato Giulia Bongiorno: “Anche io mi chiedo – confessa – chi è il vero proprietario della casa di Montecarlo. E’ Giancarlo Tulliani, come tanti pensano? Non lo so. Gliel’ho chiesto con insistenza: egli ha sempre negato con forza, pubblicamente e in privato. Restano i dubbi? Certamente, anche a me. E se dovesse emergere con certezza che Tulliani è il proprietario e che la mia buona fede è stata tradita, non esiterei a lasciare la Presidenza della Camera. Non per personali responsabilità, che non ci sono, bensì perché la mia etica pubblica me lo

imporrebbe”.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing