Firenze, 11 gennaio 2017 – Un patrimonio di oltre cinque milioni di euro è stato sequestrato dalla a Direzione investigativa antimafia (Dia) a tre imprenditori calabresi che lavorano in Toscana. Il provvedimento, emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Firenze, giunge dopo indagini su una ipotesi di riciclaggio a carico dei tre e dei loro familiari, condotte dalla Dia e coordinate dalla locale Procura della Repubblica di Firenze.

L’inchiesta avrebbe accertato non solo ingenti movimentazioni di capitali e investimenti immobiliari effettuati dai tre imprenditori (frutto di reati fiscali e altre attività illecite) a fronte di esigui redditi dichiarati, ma anche i legami con la criminalità organizzata calabrese.

Notizia in aggiornamento