Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Prima Pagina – Il Manifesto e i primi articoli online

A Cona la rivolta dei migranti dopo la morte di una giovane ivoriana. Per la procura «è deceduta per cause naturali». Nel mirino la cooperativa che gestisce il centro di accoglienza, già indagata per truffe e maltrattamenti. Sono 180 mila i rifugiati in Italia, quasi tutti africani. Via al piano del Viminale per distribuirli tra i comuni

Politica

Beppe Grillo si autoproclama difensore della libertà del Web

Giuliano Santoro

«Propongo una giuria popolare, non un tribunale, sulla veridicità delle notizie dei media». La strategia dell’ex comico: dall’elogio di Amazon a quello di Trump. In difficoltà sugli avvisi di garanzia recupera il «frame» della battaglia del nuovo contro il vecchio

Il «dito» di Grillo e la «luna» della censura bipartisan

Andrea Colombo

Le dichiarazioni di guerra del coro anti-web mirano a trasformarsi in disegno di legge addirittura europeo. Non si tratta peraltro di una battaglia culturale ma di un nodo del tutto politico, quanto e forse più di una legge elettorale

Economia

Il bluff del governo sui poveri: un sussidio per un milione su quattro

Roberto Ciccarelli

Dopo lo schiaffo al referendum del 4 dicembre, il governo Gentiloni ripesca il Ddl povertà per dimostrare di far qualcosa di “sociale”. E così rilancia il Ddl abbandonato da Renzi al Senato, una modesta proposta parziale per cui sono stati stanziati poco più di 1 miliardo. Ne servono altri sei

Commenti

Pensavano fosse la lotta alla povertà, invece era la social Card di Tremonti

Giuseppe Allegri

Contro l’esclusione il governo Gentiloni intende istituire un “reddito di inclusione” che altro non è che l’estensione della social card creata dal governo Berlusconi IV. Una misura inefficace che non risolverà nulla. Al decimo anno di crisi i governanti continuano a scherzare sulla pelle degli esclusi, dei precari e dei poveri. E non se ne rendono conto

Lavoro

Finlandia, 2 mila persone avranno il reddito di cittadinanza

Roberto Ciccarelli

Un reddito base di 560 euro al mese per i disoccupati. È l’esperimento sociale partito dal 1 gennaio in Finlandia. Durerà due anni e coinvolgerà duemila cittadini senza lavoro, scelti tra coloro che percepiscono il sussidio di disoccupazione.

Internazionale

«Al Reina è andato in scena lo show voluto da Erdogan»

Chiara Cruciati

L’analista saudita Ali al-Ahmed, Institute of Gulf Affairs: «L’attacco di Capodanno potrebbe essere una mossa interna turca per ripulirsi l’immagine di fronte ai russi. La Turchia è il grande perdente della guerra siriana insieme al Golfo. Non hanno rimosso Assad e non potranno farlo in futuro. Aleppo ha segnato la svolta»

Netanyahu nega tutto ma rischia l’incriminazione

Michele Giorgio

Il premier ieri ha ribadito la sua versione del complotto di giornali e opposizione ma per lui si ipotizza il reato di appropriazione indebita. Intanto la Knesset approva in prima lettura la Legge Facebook per imporre la censura al gigante dei social

Cultura

John Berger, gli animali e le forme della percezione

Leonardo Caffo

L’attenzione verso gli animali è presente nella sua opera fin dai primi anni Settanta. Lo testimoniano diversi scritti, tra narrativa e saggistica, tra cui l’ultima raccolta antologica tradotta in Italia per Il Saggiatore dal titolo «Perché guardiamo gli animali?»

Visioni

Le occasioni perdute di Terry Reid

Paola De Angelis

Gli amici, i capolavori e le storie leggendarie intorno a una grande voce incompresa del rock. Avrebbe potuto essere Robert Plant o Ian Gillan e invece ha portato le sue Gibson al banco dei pegni. Ma per il 2017 ha in serbo un nuovo album, prodotto da Johnny Depp

Re Federer, business e sentimento

Nicola Sellitti

Il ritorno del trentaseienne campione Nba dopo l’infortunio. Lui annuncia di puntare al grande slam, ma servirà una vera impresa

Il Cda Rai boccia il piano all news, si dimette Verdelli

Stefano Crippa

Lascia il direttore per l’offerta informativa. Contestati il trasferimento del Tg2 a Milano e le «macroregioni». E intanto a Bianca Berlinguer viene affidata la prima serata del martedì su Raitre lasciata vacante dalla chiusura di Politics

Rubriche

Informazione e Web, un dibattito che puzza di censura

Vincenzo Vita

Pessima l’uscita di Grillo sui media e sulla «giuria popolare». Tuttavia, è persino peggiore il panorama artificioso e desolante del coro delle invettive. Certamente la casistica delle «bufale» è odiosa, ma guai a pensare che reiterando leggi o regolamenti si possa incidere su un fenomeno attinente agli strati profondi della cultura di massa

Sorgente: Prima Pagina – Il Manifesto | Giornalone

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *