Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Capodanno a Roma, il vicesindaco Bergamo: daremo vita a una nuova tradizione

Roma, 24 dic. (askanews) – “Con l’idea di festeggiare il sorgere del nuovo anno vogliamo dare vita ad una nuova tradizione a Roma. Abbiamo iniziato coinvolgendo 12 istituzioni culturali nella progettazione dell’evento, 500 artisti per 18 ore di programmazione – tra le 3 di mattina e le 22 del primo gennaio, su 4 ponti e un chilometro di lungotevere che diventa una piazza, per riconnettere il Tevere con la città a oltre cento anni dalla costruzione degli argini”. Così spiega in un lungo post su Facebook, l’assessore alla cultura e vicesindaco di Roma, Luca Bergamo.Questi “argini che ci proteggono dalle piene ma hanno sottratto il fiume dalla vita quotidiana – continua – Sui ponti che sono un tratto distintivo della storia romana e del suo splendido ingegno.Insomma, accogliere il nuovo anno con un evento interamente nuovo, molto più grande e sorprendente del “classico” concertone, capace, speriamo, di aiutare la nascita di nuove amicizie e della consapevolezza di fare parte tutti di una medesima comunità. Sapevamo però che le tradizioni sono importanti e generano attese”. Bergamo quindi ricorda: “Per questo avevamo bandito un avviso pubblico per raccogliere proposte di operatori privati pronti a organizzare il classico concerto a proprie spese per la fine dell’anno. Ci sono state delle candidature, ma alla fine abbiamo saputo che non erano adeguatamente sostenute da finanziatori e, quindi, chi si era proposto si è ritirato. Di qui la decisione di estendere al Circo Massimo l’idea che abbiamo sviluppato per il Tevere. Trasformeremo il Circo Massimo in una piazza speciale, dalle 22 del 31, dando vita così ad un evento unico che dura 24 ore, dalle 22 del 31 dicembre alle 22 del primo giorno del 2017. A presto dunque. Intanto, buone feste e un augurio di pace a tutti”. Red/Nav

Sorgente: Capodanno a Roma, il vicesindaco Bergamo: daremo vita a una nuova tradizione

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *