Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

il manifesto del 07.12.2016 e i primi articoli online

Oggi Renzi impone l’ultima fiducia e sale al Colle per dimettersi. Con l’ennesima forzatura parte l’iter della crisi. La sfida al Pd: un governo super-partes con Berlusconi. O voto subito. Anche se Mattarella ha detto che non si può. Italicum, la Corte decide il 24 gennaio

La Corte fissa la data: 24 gennaio

Andrea Fabozzi

I giudici costituzionali costretti a bloccare una fuga in avanti: bisogna aspettare il giudizio di legittimità. L’Italicum può cadere del tutto, qualsiasi bocciatura parziale obbligherebbe il parlamento a rimettere mano al sistema di voto.

Editoriale

L’ultima pagliacciata renziana

Norma Rangeri

Abbiamo visto un referendum costituzionale trasformarsi in un referendum sociale. Dove ciascuno per un momento si è sentito libero di votare per qualcosa in cui credeva. E seppure ci pesa la cattiva compagnia del No, per una volta abbiamo vinto, e vinto bene. Ora facciamo affidamento sul capo dello stato perché non consenta balletti e scorciatoie, perché affidi il timone a una personalità di rilievo istituzionale, una persona super-partes, in grado di traghettare il paese dal pantano renziano a nuove elezioni

Politica

Smuraglia: è un No per attuare la Costituzione

Andrea Fabozzi

“Al referendum non hanno vinto i partiti”, dice il presidente dell’Anpi. “Leggere la vittoria referendaria del 4 dicembre solo sul terreno del confronto politico è un modo per ridimensionare il risultato popolare”

Commenti

Ripartire da ciò che unisce le persone civili

Alessandro Portelli

Ritrovare un lavoro condiviso sui principi fondamentali del nostro vivere comune e sulle questioni concrete – e, possibilmente, su una repubblica che ritrovi il modo di rappresentare i suoi cittadini invece di separare le istituzioni dalle persone in nome di una governabilità a prescindere

Economia

Ok banche e spread, Mps respira

Riccardo Chiari

Le aspettative per la riunione di domani della Bce, che dovrebbe procedere al prolungamento del quantitative easing, fanno volare il comparto bancario italiano mentre lo spread Btp-Bund scende a 158 punti. In rialzo anche il Monte dei Paschi, nella settimana decisiva per il piano di ricapitalizzazione dell’istituto.

Lavoro

Almaviva, ultimi giorni per scongiurare i licenziamenti

Antonio Sciotto

Sono 2511 gli esuberi annunciati nelle sedi di Roma e Napoli: il 18 dicembre scade la procedura e potrebbero partire le lettere. L’azienda ritira la sua proposta: prevedeva il taglio temporaneo del costo del lavoro, ma i sindacati l’hanno respinta. Lunedì 12 nuovo incontro convocato dalla viceministra Bellanova

FRANCIA

Cazeneuve, dagli Interni a Matignon

Anna Maria Merlo

Hollande sceglie un uomo di fiducia, apprezzato anche a destra, per sostituire Valls. Ha gestito il dramma degli attentati, ha mostrato mano di ferro anche contro i manifestanti (Cop21 e Loi Travail). Ps: gli ostacoli sulla strada delle primarie

«Mutti è una leader pragmatica, questa non è una svolta a destra»

Jacopo Rosatelli

«L’inasprimento dei toni nei confronti dell’Islam è solo retorica. Sui profughi c’è il consolidamento di una politica già molto dura. Ma non vedo una Cdu più a destra: la linea resta quella centrista tenuta dal 2005», spiega il corrispondente da Roma del quotidiano progressista «die Taz», e autore dell’autobiografia della cancelliera «spiegata agli italiani»

SIRIA

L’Occidente abdica, Aleppo in mano alla Russia

Chiara Cruciati

Gli Usa senza più alternative, tra Assad e un’opposizione sunnita radicale, dicono sì al piano russo e poi cambiano idea. Mosca pone il veto al Consiglio di Sicurezza e punta a distruggere i “ribelli” prima dell’arrivo di Trump

Internazionale

Chi combatte ad Aleppo contro Assad

Chiara Cruciati

Circa 8mila uomini: oltre all’ex al-Nusra e ai jihadisti di Jabhar Ansar al-Din, è nata la nuova coalizione “Esercito di Aleppo”. Dentro Esercito Libero, salafiti e sunniti radicali

Ilan Pappé: «Decolonizzare la Palestina oltre i nazionalismi»

Roberto Prinzi

La fondazione dello stato israeliano nasce da una «pulizia etnica pianificata» che ha prodotto milioni di rifugiati, gli unici che, ha sottolineato ironicamente, vogliono ritornare al loro Paese ma a cui l’Occidente glielo impedisce. Pappé propone quindi di «decolonizzare» la Palestina e di riportarla al centro del dibattito politico internazionale

Cultura

Il mondo riflesso in uno specchio

Paolo Tosatti

Il 9 dicembre cade il centenario dalla morte dello scrittore giapponese Natsume Soseki. Il prossimo anno, per festeggiare invece la nascita (era il 1867), a Tokyo aprirà un museo tutto dedicato alla sua opera

Il mosaico, una pittura per l’eternità

Valentina Porcheddu

«Musivaria» di Licia Vlad Borrelli, pubblicato da Viella. Non un manuale tout court, ma un racconto scientifico su una delle produzioni artistiche più affascinanti degli antichi

Eluana Englaro, il corpo sottile di una stella alpina

Ernesto Milanesi

«Vivere e morire con dignità» di Beppino Englaro, Giulia Facchini Martini, Pierluigi di Piazza e Vito di Piazza, edito da Nuovadimensione, verrà presentato a Roma sabato 10 dicembre nell’ambito della fiera Più libri più liberi

Laboratori di democrazia per contrastare il modello dominante

Alessandra Pigliaru

Intervista con Marco Aime. L’antropologo, autore di «Fuori dal tunnel» edito da Meltemi, oggi ospite a Roma per l’apertura della Fiera Più libri più liberi. «Il movimento No-Tav può essere letto sotto profili diversi. Io ho scelto di indagare in che modo la comunità valsusina si è trasformata in seguito alla lotta»

Vietare il Kratom, anzi no…

Luca Simonetti

La Dea fa marcia indietro sul bando alla Mitragyna Speciosa, pianta originaria del sud est Asiatico con effetti oppiacei e stimolanti al tempo stesso

Sorgente: il manifesto del 07.12.2016 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *