Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Come funziona il primo autotest per l’Hiv (da domani in farmacia)

Roma, 30 nov. (askanews) – Dal 1 dicembre, nelle farmacie italiane, saranno disponibili i test per l’autodiagnosi dell’HIV. Il prodotto, distribuito da Mylan, sarà acquistabile – senza alcuna necessità di ricetta medica – dalle persone maggiorenni. Già introdotto in Francia, l’autotest è stato accolto positivamente a riprova di un bisogno che non trovava risposta: è infatti uno strumento utile per far emergere il sommerso delle diagnosi tardive da HIV (in Italia si stimano da 6.500 a 18.000 persone sieropositive non diagnosticate), con una conseguente diminuzione del rischio collettivo; e anche intercettare persone che oggi non se la sentono di rivolgersi alle strutture preposte in cui si fanno i test per l’HIV.E proprio ieri in vista della Giornata mondiale dell’Aids del 1 dicembre, l’Oms ha deciso di raccomandare l’auto test per l’HIV “come modo innovativo per raggiungere più persone con HIV e contribuire a realizzare l’obiettivo mondiale, lanciato nel 2014, di rendere consapevole del loro stato il 90% di tutte le persone con HIV entro il 2020”.Il nuovo dispositivo medico è stato presentato oggi alla Camera dei Deputati in una conferenza stampa promossa dalla Fondazione Onlus The Bridge, in collaborazione con NPS Italia Onlus e Mylan S.p.a. alla quale hanno partecipato l’On. Eleonora Cimbro, Camera dei Deputati; il Sen. Andrea Mandelli, Senatore della Repubblica e Presidente FOFI; Rosaria Iardino, Presidente Fondazione Onlus The Bridge; Cinzia Falasco Volpin, Amministratore delegato Mylan Italia; Margherita Errico, Presidente NPS Italia Onlus, Riccardo Berno in rappresentanza di Annarosa Racca, Presidente Federfarma e Giuliano Rizzardini, Direttore Dipartimento malattie Infettive Ospedale SaccoL’acquisto del test con consegna contestuale di materiali informativi da parte del farmacista, può consentire una maggiore sensibilizzazione della persona coinvolta: un aspetto, questo, da non sottovalutare se si pensa che in Italia solo il 43% delle persone è apparsa consapevole che per la cura efficace dell’infezione da HIV, bisogna agire prima possibile. Grazie all’aiuto del farmacista, la persona verrà soprattutto a conoscenza del fatto che la sieropositività non è più una condanna a morte. Ma non solo, la possibilità di acquistare un test direttamente in farmacia darà una possibilità in più a quanti, per timore di una mancata privacy, non vogliono rivolgersi ai servizi sanitari o ai laboratori privati.Semplice da utilizzare, rapido e attendibile. L’autotest, ha un costo di 20 euro, richiede circa 5 minuti e può essere eseguito facilmente da chiunque a casa propria: basta un prelievo di sangue dal polpastrello e un’attesa di 15 minuti per leggere il risultato. Prima di fare il test è però fondamentale osservare il cosiddetto “intervallo finestra”, ossia quel lasso di tempo che intercorre tra il momento del presunto contagio e la produzione di anticorpi che segnalano la presenza del virus. Per poter eseguire il test capillare bisogna quindi aspettare 90 giorni. Mpd-Int5

Sorgente: Come funziona il primo autotest per l’Hiv (da domani in farmacia)

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *