Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Terremoto, pronta la nuova scuola di Arquata del Tronto: martedì la consegna delle chiavi

Realizzata con la sottoscrizione «Un aiuto subito» del Corriere della Sera – Tg La7 e con la fondazione Francesca Rava, la struttura prefabbricata è dedicata alle piccole vittime della scossa del 24 agosto

Una scuola per 100 bambini di Arquata del Tronto, il comune in provincia di Ascoli Piceno distrutto dal terremoto del 24 agosto: le chiavi verranno consegnate al sindaco martedì 29 novembre. La struttura prefabbricata è stata realizzata grazie alla Fondazione Francesca Rava- Nph Italia Onlus e alla sottoscrizione «Un aiuto subito» di Corriere della Sera-TgLa7.

La consegna della scuola realizzata con la sottoscrizione

La struttura sarà dedicata alla più piccola vittima delle scosse di agosto Marisol e a Gabriele, Giulia, Elisa, Giordano, Arianna, Tommaso e Lucrezia, altri bimbi vittime del terremoto, i cui nomi sono ricordati in una targa che sarà consegnata, insieme alle chiavi, dalla presidente Mariavittoria Rava al sindaco Aleandro Petrucci. I lavori sono iniziati a settembre con lo scavo e la realizzazione delle fondamenta a opera degli Alpini; il mese successivo è stata innalzata una struttura prefabbricata con 8 classi e un locale mensa, 580 mq, coibentata e antisismica. I lavori sono stati finanziati dalla Fondazione Francesca Rava grazie ai fondi raccolti, attraverso Banca Prossima e Tim, da «Un aiuto subito» Corriere della Sera-TgLa7. Per la consegna ufficiale delle chiavi è prevista la presenza, tra gli altri, del direttore del Corriere della Sera, Luciano Fontana, del direttore del TgLa7, Enrico Mentana, del commissario straordinario del Governo per la Ricostruzione Vasco Errani, del capo della protezione civile Fabrizio Curcio. Il vescovo di Ascoli Piceno, Mons. Giovanni d’Ercole, sarà presente per benedire la struttura. Sarà una cerimonia ufficiale ma anche un momento di festa per i bambini di Arquata che saliranno per l’occasione dalla costa al loro paese, dove torneranno stabilmente in primavera quando saranno disponibili le casette. Gli scrutini e gli esami di terza media si svolgeranno regolarmente nella nuova scuola.

Sorgente: Corriere della Sera

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *