Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

il manifesto del 20.11.2016 e i primi articoli online

«Più militari nelle strade e stop ai profughi», il ministro Alfano salta sul carro della destra e risponde al disagio delle periferie inviando altri 150 soldati. Uno spot in salsa populista mentre Matteo Renzi perde le staffe e insulta le opposizioni («accozzaglia») sul referendum: «Invierò milioni di lettere per il sì agli italiani». Esposto-denuncia del No all’Agcom

Italia

Milano, Alfano spedisce 150 militari a spasso nella città più sicura

Luca Fazio

Il ministro degli Interni sbarca in città con l’elmetto per annunciare la presenza di altri 150 soldati per pattugliare le zone difficili. Il sindaco Beppe Sala, nonostante sia il primo a ribadire che non c’è alcun problema di sicurezza, ringrazia e incassa un altro “regalo” dal governo amico: “Stop ai profughi, Milano ha già fatto abbastanza”

Mirko Mazzali: “I militari per pattugliare Milano non sono utili”

Luca Fazio

L’ex consigliere comunale di Sel, oggi delegato alle periferie per il sindaco Beppe Sala, interviene sul procurato allarme sicurezza e sulla militarizzazione del territorio, una delle opzioni scelte dall’amministrazione comunale per gestire il tema della sicurezza nelle cosiddette zone più difficili. “Dobbiamo puntare sulla coesione sociale e sulla cultura”

Primarie a destra, una battaglia a tre

Anna Maria Merlo

Prima tappa delle presidenziali, a destra competizione tra Juppé, dato favorito dai sondaggi (ma in calo), Sarkozy, ormai tallonato da Fillon. La rincorsa su un terreno sempre più radicale. L’incognita su chi e quanti andranno a votare oggi al primo turno

Internazionale

Imminente la battaglia finale per Aleppo

Michele Giorgio

Damasco prepara l’offensiva volta a riprendere Aleppo Est controllata da jihadisti e ribelli. I bombardamenti aerei continuano a fare vittime. Medici Senza Frontiere denuncia che gli ultimi raid hanno spazzato tutti gli ospedali da campo e le cliniche mobili

Obama all’Apec si gioca il Tpp che Trump vuole cancellare

Geraldina Colotti

A Lima il Foro di cooperazione economica Asia-Pacifico. Si riunisce il blocco di 21 economie, pari al 54% del Pil globale. In forse lo storico accordo sul libero commercio realizzato dal presidente Usa nel 2011 con 12 paesi

NUOVA ERA

La scienza secondo Trump

Andrea Capocci

Il budget federale per le attività di ricerca e sviluppo in Usa è pari a circa 150 miliardi di dollari, ma l’arrivo del nuovo presidente alla Casa Bianca induce molti scienziati al pessimismo. Qualche considerazione su cosa ne sarà dell’eredità Obama e degli accordi internazionali sul clima

L’uomo che cadde sulla terra torna su Marte

Roberto Peciola

In scena al King’s Cross Theatre di Londra fino al 22 gennaio «Lazarus», il musical ideato da Bowie con la collaborazione di Enda Walsh. Protagonista Michael C. Hall, Dexter della celebre serie tv, lo show – inappuntabile dal punto di vista musicale con i classici del Duca Bianco e qualche inedito, non ha mordente nella trama.

RUGBY

Gli azzurri nella Storia. Battuto il Sudafrica 20-18

Peter Freeman

Non era mai successo che la nazionale di rugby battesse gli Springboks, la prima affermazione contro una grande dell’emisfero Sud. Vittoria inattesa e clamorosa che arriva una settimana dopo la debacle contro gli All Blacks.

Nostalgie pregresse nell’incontro con l’altro

Silvia Vizzardelli

L’altro lo si incontra nella perdita dell’equilibrio, cui siamo spinti dal presentimento della sua presenza: questa la tesi di “Il desiderio che ama il lutto”, di Sarantis Thanopulos per Quodlibet

Jean Arp, ordine della natura

di Giuseppe Appella

Partecipe di Dada e del surrealismo, si fece guidare dalle forme indagandone il principio organico

Alighiero Boetti e il libro di Agata

Andrea Cortellessa

Nel «Gioco dell’arte», libro coloratissimo, la figlia di Alighiero Boetti descrive un lessico famigliare con cui riusciamo a penetrare in modo meno mentale nell’opera del padre: il ludico «cifrato» si apre così a nuovi orizzonti di senso

Un’infanzia in Engadina

Enzo Di Mauro

Il territorio geografico, umano e sentimentale dello scrittore svizzero di lingua romancia è l’aspra e laboriosa Engadina Bassa. Giù in fondo scorre l’Inn, che accompagna l’eterna scansione del tempo e delle stagioni

Se il senso cambia pelle

Paulo Barone

Un saggio di Romano Madera dedicato al fondatore della psicologia analitica: “Carl Gustav Jung”, da Feltrinelli

Lezama Lima, una carezza sul caos

Francesca Lazzarato

A cinquant’anni dall’uscita, torna da Sur il capolavoro dello scrittore cubano, «Paradiso»: è una festa del corpo che costeggia la morte e abbatte tutte le dighe della logica

Sorgente: il manifesto del 20.11.2016 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *