Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

IL “TANTO PEGGIO TANTO MEGLIO” DI RENZI E DEI RENZIANI – ALGANEWS

DI FABIO BALDASSARRI
FABIO BALDASSARRI
E noi, in Italia, dovremmo porci il problema dell’Apocalisse che ci aspetta se Renzi in seguito alla sconfitta referendaria dovesse mollare il cadreghino, mentre nella più grande potenza mondiale l’avvicendamento sta avvenendo a vantaggio nientepopodimeno che di “polentina” Trump? Ma siete di fuori?! E anche pericolosi perché non vi accorgete che con i vostri anatemi (tutti sanno che la borsa si nutre di aspettative) nei giorni immediatamente successivi sarà più facile che vi sia qualche sgradevole contraccolpo. Ma poi tutto torna, come sempre, alla realtà… e allora meglio fare i conti con la realtà (anche quando ci piace poco) che con la bolla di bugie dentro la quale ci sta facendo vivere Renzi.
Se si dimettesse cosa volete che succeda? Il Presidente della Repubblica avvierà le normali consultazioni come previsto dalla prassi per verificare se ci sono le condizioni di un Renzi 2 o per incaricare (art. 92 della Costituzione) un nuovo Presidente del Consiglio (state tranquilli che Renzi o non Renzi, personale del suo calibro, e anche meglio, se ne trova) onde pervenire, c’è da augurarsi, il prima possibile a nuove elezioni. Ma vi sembra davvero sensato riformare la Costituzione con un Parlamento viziato di incostituzionalità per via del Porcellum e formato da un parlamentare su quattro che ha cambiato partito?
Temete l’Italicum qualora si dovesse andare a elezioni anticipate? Ma figuriamoci! Questi parlamentari, prima di andarsene, non mancheranno di certo di darsi il tempo per produrre almeno una legge elettorale meno trucida, se non altro per utilitarismo personale. Dunque, qualcosa che guardi di più agli interessi del mondo del lavoro e delle giovani generazioni (naturalmente se vorremo e se ne saremo capaci) potrà ricomporsi. Altrimenti, per l’avventurismo di Renzi, la partita sarà finita. Certo: prima o poi ce ne sarà un’altra! Ce n’è sempre un altra! Ma come ci arriveremo? Quali costi dovremo pagare?
No! Meglio un NO ALLA RIFORMA COSTITUZIONALE RENZI-BOSCHI-VERDINI che di questo paesaggio sgangherato è stata messa, sciaguratamente e ostentatamente, a guardia. Come minimo, se vinceremo, uno sforzo nella ricerca di una nuova direzione a sinistra ci sarà. Altrimenti resta solo la destra “tout court” e la deriva a destra imposta da Renzi e dai renziani al Pd.

Sorgente: IL “TANTO PEGGIO TANTO MEGLIO” DI RENZI E DEI RENZIANI – ALGANEWS

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *