Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Ora su Twitter si possono silenziare tweet con parole e hashtag molesti – Il Post

Il social network ha esteso la sua funzione “Togli voce”, per ridurre il fenomeno dei messaggi d’odio e violenti

Twitter ha esteso la sua funzionalità “Togli voce” in modo da poterla utilizzare anche per eliminare le notifiche relative a specifiche parole e hashtag, soluzione che si può rivelare utile per escludere conversazioni moleste o la ricezione di tweet che non si desidera vedere. Il nuovo sistema ha richiesto quasi un anno per essere perfezionato e, insieme alle soluzioni offerte nei mesi scorsi, rientra nelle iniziative che Twitter ha avviato per ridurre il fenomeno dei messaggi d’odio e delle molestie e aggressioni verbali. La funzione per escludere parole e hashtag era attesa da tempo e, in parte, ricorda soluzioni analoghe adottate da altri social network come Instagram: sarà messa a disposizione di tutti gli utenti entro pochi giorni.

Togli voce a parole e hashtag
Quando si viene menzionati in un tweet insieme a contenuti che non si vogliono vedere, si può attivare la nuova funzione per escludere dalle proprie notifiche determinati nomi utente, parole, frasi, emoji o particolari hashtag. I tweet che contengono gli elementi che si vogliono evitare vengono esclusi automaticamente dalla scheda “Notifiche” e da tutti gli altri avvisi che di solito si ricevono quando si viene menzionati in un tweet.

Come si toglie la voce a parole e hashtag

iOS
Dalla scheda Notifiche (quella accessibile dall’icona a forma di campana) si tocca l’icona a forma di ingranaggio, e dal menu che compare si seleziona “Parole filtrate”. Toccando “+ Aggiungi parola o frase a cui hai tolto la voce” compare un campo in cui inserire le parole che non si vogliono vedere, dopodiché è sufficiente toccare “Salva” per registrarla.

Android
Dalla scheda Notifiche (quella accessibile dall’icona a forma di campana) si tocca “Tutti” e in seguito l’opzione “Parole a cui hai tolto la voce”. Toccando l’icona “+” compare un campo in cui inserire le parole a cui togliere la voce, poi è sufficiente salvare.

Twitter.com
Dal menu che compare passando il cursore sulla propria foto profilo si sceglie “Impostazioni” e poi la sezione “Notifiche”, cliccando in seguito su “Togli la voce a delle parole specifiche delle tue notifiche” si accede alla sezione in cui aggiungere le parole cui togliere la voce. A questo punto è sufficiente cliccare su “Aggiungi”.

Togliere la voce alle notifiche di una conversazione
Twitter ha anche aggiunto un’opzione per togliere la voce a una singola conversazione, che può essere utile quando il proprio @nome resta compreso in uno scambio di tweet cui non si è interessati o che contiene messaggi d’odio e molesti. Su Android e iOS è sufficiente accedere ai dettagli di un qualsiasi tweet della conversazione, toccare l’icona della freccia verso il basso (visibile in alto a destra nella scheda del tweet) e scegliere “Togli voce alla conversazione”. Per farlo da Twitter.com basta cliccare sull’icona a”Altro” (quella con i tre puntini) e scegliere l’opzione “Togli la voce a questa conversazione”.

Messaggi d’odio e molesti
Twitter è stato spesso criticato per non fare abbastanza contro i messaggi molesti e d’odio diffusi da alcuni account sul suo social network. Nel corso degli anni ha introdotto filtri e sistemi di segnalazione di vario tipo, ma senza riuscire a ridurre in modo significativo il fenomeno, considerato uno dei difetti più gravi di Twitter tanto da essere un ostacolo nell’ottica di una sua vendita ad altre società. Oltre alla possibilità di escludere parole, hashtag, emoji ed altri elementi specifici, Twitter ha annunciato di avere lavorato per migliorare i sistemi con cui si possono segnalare comportamenti scorretti e per rendere più veloce la rimozione dei contenuti non permessi sul social network.

Sorgente: Ora su Twitter si possono silenziare tweet con parole e hashtag molesti – Il Post

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *