Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

La kafkiana vicenda di Mario Ciancarella e la strage di Ustica – lindro.it

lindro.it – Giustizia e dintorni. La kafkiana vicenda di Mario Ciancarella e la strage di Ustica. 33 anni per capire che la firma di Pertini era falsa. La storia dell’ex capitano e delle morti sospette.

Trentatré anni, rispetto alla storia dell’umanità sono un battito di ciglia. Ma trentatré anni per accertare se una firma sia falsa o meno, sono obiettivamente un po’ troppi.

Non si tratta neppure di una firma qualunque: è la firma del presidente più amato dagli italiani, che si deve dichiarare autentica o no: quella di Sandro Pertini.

Per stabilirlo ci hanno messo ben trentatré anni. Una storia incredibile, che è parte di altre non meno incredibili storie. Un viluppo, una matassa inquietante che si trascina da anni, e ancora non se ne vede la fine. Una storia piena di inquietanti interrogativi, di silenzi omertosi, di complicità.

Risultati immagini per strage di Ustica

E’ la storia di un ex capitano dell’aeronautica militare italiana MarioCiancarella; una ‘tessera’ di una storia infinita, quella della strage del DC-9 Itavia esploso sui cieli di Ustica il 29 giugno del 1980: 89, i morti, tra passeggeri ed equipaggio. Ma ci sono anche altre morti. Alcune decisamente inquietanti. Come diceva Agatha Christie? «Un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova». Qui gli indizi sono tanti, le coincidenze, sono troppe.

Risultati immagini per strage di Ustica

Cominciamo da queste morti sospette; morti legate, in un modo o nell’altro, alla strage di Ustica. Il capitano Alessandro Marcucci, per esempio: è un pilota dell’aeronautica militare, distaccato alla 46° aerobrigata di Pisa, poi passato all’aviazione civile. Il 2 febbraio 1992, una domenica limpida e senza vento, l’aereo anti-incendio su cui viaggia assieme all’osservatore SilvioLorenzini, si schianta improvvisamente nei pressi di Campo Cecina, sul versante ovest delle Alpi Apuane. Succede.

Con Marcucci si confida il maresciallo Mario Alberto Dettori, radarista in servizio la notte della strage di Ustica: a Marcucci, e al capitano Mario Ciancarella, Dettori dice: ‘Siamo stati noi a tirarlo giù’. Quel ‘noi’ può voler dire tante cose, ma ‘tirarlo giù’, è inequivocabile; e poi un’altra frase inquietante: ‘Per poco non è scoppiata una guerra’.  Dettori, quella sera, è in servizio al centro radar di Poggio Ballone, con il capitano Maurizio Gari. Gari ha 32 anni, non è affetto da cardiopatite; muore ugualmente stroncato da un infarto. Succede.

Dettori lo trovano impiccato. E’ un attacco di depressione? Succede. Ah, c’è poi il generale Pierangelo Teoldi: 41 anni, comandante dell’aeroporto militare di Grosseto, il 3 agosto 1980 si schianta con la sua automobile sull’Aurelia. Succede.

Risultati immagini per strage di Ustica

Dall’aeroporto militare di Grosseto, la sera del 27 giugno 1980 decollano alcuni aerei. Su uno ci sono due veterani, alle spalle oltre quattromila ore di volo; sono i colonnelli Mario Naldini e Ivo Nutarelli. Muoiono entrambi il 28 agosto 1988 a Ramstein in Germania, durante un’esibizione aerea delle Frecce Tricolori. Si parla di ‘errore di manovra’; muoiono sette giorni prima di essere interrogati dal giudice Rosario Priore, che indaga sulla strage di Ustica. Succede.

Risultati immagini per strage di Ustica

Il generale Saverio Rana è il primo a parlare di missile nell’imminenza della strage. Muore anche lui per infarto. Succede. Il 12 agosto 1988 muore il maresciallo Ugo Zammarelli; è aggregato al Sios, il servizio segreto dell’aeronautica militare. Passeggia sul lungomare di Gizzeria Marina, in Calabria; viene centrato da una moto, muore.

Non si fa autopsia, i bagagli spariscono dall’albergo. Zammarelli, in forza alla base Nato di Decimomannu, in Sardegna, non è in Calabria per vacanza: sta conducendo un’inchiesta personale sul Mig libico. Quello trovato giorni dopo la strage del DC9 sui monti della Sila. Succede.

Sorgente: La kafkiana vicenda di Mario Ciancarella e la strage di Ustica

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *