Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Casa, ipotesi Imi al posto di Tasi e Imu: proposta Pd presentata e subito ritirata – Corriere.it

Dopo le proteste di Confedilizia i dem ritirano l’emendamento. «Dalle verifiche fatte abbiamo appurato che in alcuni casi ci potrebbe essere, anche se lieve, un aumento della tassazione per i cittadini»

di Marco Sabella

«Dalle verifiche fatte sull’emendamento relativo all’unificazione in un’unica imposta di Imu e Tasi abbiamo appurato che in alcuni casi ci potrebbe essere, anche se lieve, un aumento della tassazione per i cittadini. Per questo abbiamo ritirato la proposta di modifica in questione». Lo afferma Maino Marchi, capogruppo Pd in commissione Bilancio della Camera, primo firmatario dell’emendamento alla legge di bilancio che prevede l’istituzione dell’imposta municipale sugli immobili, che sostituisce l’imposta municipale propria (Imu) e il tributo per i servizi indivisibili (Tasi).

E’ durata dunque poche ore la vita della neoimposta Imi, che nelle intenzioni dei proponenti dell’emendamento del Pd alla manovra finanziaria avrebbe dovuto sostituire Imu e Tasi per la prima casa.
Secondo Confedilizia l’emendamento alla legge di bilancio sulla unificazione di Imu e Tasi nella Imi avrebbe finito per aumentare le tasse sugli immobili e per questo era da respingere. Per Confedilizia l’emendamento del Pd conferma che la Tasi «non è una tassa sui servizi ma una patrimoniale, così come lo è l’Imu». «Il limite massimo ordinario della somma delle aliquote di Imu e Tasi è del 10,6 per mille – fa notare il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa. «L’emendamento suggerito dall’associazione dei Comuni, invece, lo porta all’11,4 per mille. Misura, quest’ultima, che nel 2015 era stata ammessa solo in presenza di corrispondenti detrazioni sulla prima casa – quindi senza aumenti di tassazione – e che per il 2016 è stata inopinatamente confermata, senza condizioni, solo per alcuni Comuni, così come fa per il 2017 il ddl bilancio, con scelta già contestata da Confedilizia». «Ci aspettiamo che questo aumento di imposizione sugli immobili non faccia strada. Le tasse su case, negozi e uffici vanno drasticamente ridotte».

Sorgente: Casa, ipotesi Imi al posto di Tasi e Imu: proposta Pd presentata e subito ritirata – Corriere.it

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *