– Conto alla rovescia per il Black Friday‘, giornata di supersconti che dà il via allo shopping selvaggio prenatalizio, e che in Italia è soprattutto online. E i criminali informatici affilano le armi in vista del il periodo più “caldo” dell’anno, per gli acquisti via web:  oltre al Black Friday (25 novembre), ci sarà il Cyber Monday (28 novembre) e naturalmente Natale. Quindi si profila un picco di attacchi di “phishing” finanziario, quello fatto di mail, messaggi, siti fraudolenti che puntano a rubare i dettagli delle carte di credito degli internauti.

La previsione è di Kaspersky Lab sulla base delle rilevazioni effettuate negli ultimi anni. Gli analisti spiegano che la percentuale di pagine di “phishing” a caccia di dati finanziari rilevate nel quarto trimestre degli anni 2014 e 2015 era circa del 9% più alta rispetto alla media dell’anno.

In particolare, il risultato per il phishing finanziario nel 2014 era del 28,73%, mentre nel quarto trimestre saliva al 38,49%. Nel 2015, il phishing finanziario costituiva il 34,33% di tutti gli attacchi phishing, mentre nel terzo trimestre questo tipo è stato responsabile del 43,38% degli attacchi.

Le vacanze influenzano il tipo di obiettivi presi di mira: sia nel 2014 sia nel 2015 i ricercatori spiegano di aver registrato un “significativo aumento” degli attacchi di phishing ai danni dei sistemi di pagamento e dei negozi online. Cresciuti anche gli attacchi contro le banche. Quando provano a rubare i dati di pagamento, i criminali informatici usano diversi schemi: possono creare una pagina fasulla di un famoso sistema di pagamento, copiare i siti di rivenditori online legittimi o persino creare da zero falsi negozi con offerte attraenti.
Come è facile intuire, il rischio c’è anche per il Black Friday: a ottobre i ricercatori hanno già scoperto un falso negozio online interamente dedicato alla ricorrenza.