Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Sala vuole l’esercito a Milano

Milano, 14 nov. (askanews) – “Adesso, terminando il Giubileo, io mi auguro, ed è questo il fronte su cui proverò a lavorare, che parte dei militari che erano a Roma nell’ambito del progetto Strade Sicure possano arrivare a Milano: è una via che sto considerando”. E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a marigine della visita della presidente della Camera, Laura Boldrini. Rispondendo ai cronisti, Sala ha spiegato che “nessuno di noi ha mai negato l’esistenza di un problema sicurezza nelle periferie, abbiamo sempre detto non facciamo del tema della sicurezza il punto centrale della città. Obbiettivamente più persone servono”. Alla domanda se “i militari nei quartieri siano una bandiera della destra”, il sindaco di Milano ha replicato “non lasceremo che nessuno si impadronisca di questioni che sono questioni dei nostri cittadini”. In merito alla violentissima aggressione perpetrata tra la folla del pomeriggio di sabato scorso da alcuni latinoamericani contro un cittadino di origine domenicana in piazzale Loreto, Sala ha affermato che “obbiettivamente ci sono comunità sudamericane che, non da oggi, si caratterizzano per avere dei livelli di violenza notevoli”. “I quartieri della città – ha concluso – hanno problemi diversi, qui a Quarto Oggiaro ci sono problemi decisamente diversi da quelli che ci sono via Padova. Da Loreto in su agiremo perché lì il tema della sicurezza è più vivo che da altre parti”. Sul ruolo del Governo, Sala ha ribadito che l’attenzione sul tema delle periferie c’è e si vede: adesso siamo tutti in ansia per come finirà il referendum ma noi abbiamo fatto un primo passo col patto per Milano che contiene un capitolo sulle periferie, però bisognerà rinforzare la progettualità quindi io sono ben contento di tutte le visite che per me sono occasioni per cercare di farci aiutare”. Infine per quanto riguarda gli interventi contro la povertà, il sindaco ha spiegato che “al momento non siamo in grado di immaginare un sostegno al reddito, però stiamo lavorando molto sul sostegno alle periferie e intorno al 10-15 dicembre presenteremo quello che sarà il nostro piano per i prossimi 15 anni, nel dettaglio arriveremo a dire cosa faremo per ogni quartiere”. Alp Alp MAZ

Sorgente: Sala vuole l’esercito a Milano

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *