Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Terremoto in Nuova Zelanda: allerta tsunami su costa est, almeno due vittime – Rai News

13 novembre 2016Uno tsunami di circa 2 metri si è verificato al largo di South Island. L’allerta è stata diramata dalla Protezione civile neozelandese per tutta la costa orientale dopo il sisma di magnitudo 7.5, secondo fonti locali, anche se l’istituto geologico statunitense ha rilevato la magnitudo a 7.8. La località più vicina è Hanmer Springs, cittadina nella regione di Canterbury. Almeno due le vittime: un uomo è rimasto schiacciato sotto i detriti della sua casa a Kaikoura, a 151 km a nord di Christchurch, mentre una seconda persona è deceduta per un infarto. Lo riferisce il New Zealand Herald. La scossa si è verificata alle 23.02 ora locale, le 12.02 italiane, con ipocentro a 23 chilometri di profondità a 53 chilometri nordest di Amberley e 93 a nord di Christchurch. E’ stato evacuato il centro di Wellington.Dopo alcune ore, l’allarme tsunami è stato abbassato in tutta la costa orientale della Nuova Zelanda, dove è consentito alla popolazione di tornare nelle abitazioni costiere, tranne nella porzione costiera vicina all’epicentro, che comprende Christchurch e le isole Chatham, ma non la capitale Wellington. Lo scrive su Twitter la Protezione civile locale (Mcdem), invitando però la popolazione anche fuori dalla cosiddetta “area blu” (alto pericolo di tsunami) a tenersi lontano dalle spiagge e dai moli perché le onde possono comunque essere pericolose.Evacuato il centro di WellingtonMigliaia di persone sono state allontanate dal centro della capitale. Lo rivela il sito di Radio New Zealand che cita il municipio. L’invito all’evacuazione immediata è stato diramato per tutte le aree di costa bassa nella parte est della Nuova Zelanda, e soprattutto sulla South Island, oltre che per il centro di Wellington, che è al livello del mare e che sorge sulla punta sud della North Island. Anche a Christchurch, sulla costa Pacifica della South Island, sono state azionate le sirene anti-tsunami.Auckland: nessuna evacuazione, “ma popolazione stia lontano dal mare”La Protezione civile neozelandese (Cdem) fa sapere che non c’è nessuno ordine di evacuazione per la popolazione della terza città del Paese, Auckland, che sorge sulla punta nord della North Island, ma si avvisano i residenti di tenersi lontani dal mare e dai corsi d’acqua per il pericolo di onde anomale di tsunami. Lo si legge su un tweet dello stesso ministero per la Protezione civile. Farnesina: “Massima prudenza”La Farnesina raccomanda ai connazionali “la massima prudenza”:- tenersi informati sugli sviluppi della situazione sui media;- seguire scrupolosamente le indicazioni delle autorità locali consultabili sul sito http://www.civildefence.govt.nz/ eall’indirizzo twitter @NZcivildefence inclusi eventuali ordini di evacuazione. per emergenze contattare ambasciata d’Italia a Wellington al numero +64 (0)274448259″.Il dramma del 2011: 185 morti a ChristchurchLa città neozelandese di Christchurch, vicina all’epicentro del terremoto odierno, si trova in una zona ad alto rischio sismico: il 22 febbraio del 2011, una scossa di magnitudo 6,3 causò 185 morti, oltre mille feriti, e gravi danni a molti edifici cittadini.Cinque mesi prima, il 3 settembre 2010, una scossa più forte (7.0) aveva provocato solo qualche ferito. L’alto numero di vittime e i danni ingenti nella scossa del febbraio 2011 furono causati anche dal fatto che molti edifici erano stati lesionati dal terremoto precedente.

Sorgente: Terremoto in Nuova Zelanda: allerta tsunami su costa est, almeno due vittime – Rai News

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *