Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Sulle presidenziali USA

L’esito delle elezioni americane rappresenta, prima di tutto, la sconfitta dei sapientoni rappresentanti di un “establishment” autoconsideratosi eterno e rivelatisi , invece, incapaci di comprendere la realtà di disperazione e paura che agita gran parte dei soggetti sociali che i padroni del vapore costringono a vivere male in questo triste Occidente e addirittura nella capitale dell’Impero.
Sembra anche fallita anche l’operazione di portare il simbolo di una delle contraddizioni più stridenti che agitano la vita del mondo come quella di genere, esclusivamente nell’ambito del post – materialismo delle “pari opportunità”.
“Pari opportunità” che non esistono nella realtà della dura fatica imposta dalle discriminazioni quotidiane.
In una situazione disperante e disperata riprendono il loro posto le fratture “ principali” che frettolosamente erano state considerate obsolete e la vecchia geopolitica.
Utilizzo capitalistico della tecnologia e globalizzazione restano, nel centro del governo dei meccanismi del ciclo storico, privi “ancilla” , della politica al loro servizio.
Una situazione sicuramente più difficile, ma forse più chiara da affrontare, almeno dal punto di vista di chi si ostina a pensare, proporre, militare per una alternativa di società.

Sorgente: Sulle presidenziali USA :: Il pane e le rose – classe capitale e partito

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *