Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Fra le tante informazioni sbagliate che circolano in Italia…

330873-thumb-full-videoscheda_italicum040716

Fra le tante informazioni sbagliate che in Italia, ho notato, circolano sugli Stati Uniti, c’è anche quella che abbiano un sistema che favorisce il decisionismo e un governo forte.

È la balla che i liberisti diffondono per convincere altri paesi a rinunciare alla democrazia partecipativa e proporzionale a favore di monocameralismi, sbarramenti e premi di maggioranza (l’Italicum, in sostanza) in nome della governabilità.

Il meccanismo elettorale americano è antiquato (fu inventato due secoli e mezzo fa ed è cambiato poco) e consente abusi; ma di certo non ha come scopo la governabilità. Piuttosto l’ingovernabilità. Anche il potere della Casa Bianca è limitato.

Pensate agli ultimi sei anni di Obama: un presidente democratico odiato da un Congresso dominato dai repubblicani.

Neanche un giudice della Corte suprema è riuscito a nominare; il Senato si è semplicemente rifiutato di esaminare il candidato da lui proposto e la Corte sta continuando a funzionare con otto membri invece di nove, quasi un anno dopo la morte di Antonin Scalia.

Ricorderete anche il blocco del governo nel 2013, quando per due settimane la Camera si rifiutò di approvare il bilancio già approvato dal Senato. In cambio Obama ha posto il veto ad alcune leggi molto volute dai repubblicani come la costruzione dell’oleodotto Keystone XL. Per non parlare del fatto che buona parte delle decisioni spettano individualmente ai cinquanta stati, non al governo federale; anche su questioni rilevanti come la pena di morte, il controllo delle armi, il sistema sanitario o educativo.

Al prossimo piddino che vi viene a raccontare che in Italia bisogna dare più autorità al governo e alleggerire i meccanismi di check and balance perché così si fa nei paesi più avanzati, a cominciare dagli Stati Uniti, ditegli che mente o che non sa di cosa sta parlando.

Francesco Erspamer

Sorgente: face book – M.S.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *