Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Nel suo show alla Leopolda Renzi, oltre a confermare che il suo talento comico ha ormai superato quello di Grillo-Alfredo D’Attorre

Alfredo D’Attorre

index

Nel suo show alla Leopolda il Presidente del Consiglio, oltre a confermare che il suo talento comico ha ormai superato quello di Grillo, ha accusato chi a sinistra si è schierato per il No di voler distruggere il Pd.
Peccato che il Pd sia stato già distrutto nella sua base sociale e nei suoi valori da chi in questi tre anni ha utilizzato i voti presi da Bersani per realizzare con l’appoggio determinante di Alfano e Verdini buona parte del programma della destra.
Sorprende che al momento decisivo Gianni Cuperlo, che all’ultimo Congresso del Pd ha chiesto il voto degli iscritti in alternativa a Renzi, abbia scelto la strada della subalternità. Il centrosinistra non si ricostruisce certo piegandosi a chi l’ha distrutto. Fortunatamente sarà la vittoria del No a riaprire una prospettiva di governo progressista e a cancellare l’Italicum, non certo il fumoso documento sottoscritto ieri da Cuperlo, che il 5 dicembre diventerebbe carta straccia se mai il Sì, che lui ora appoggia, dovesse prevalere.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *