Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Terremoto, il presidente Mattarella in visita a Camerino e Norcia – Rai News

Il Capo dello Stato, di ritorno da Israele, visita i luoghi colpiti dal sisma. Il sindaco di Camerino: “La presenza di Mattarella non ci fa sentire soli”. Il presidente della Repubblica: “Ricostruiremo tutto come prima”. Intanto nuova scossa nella zona di Perugia alle 20.37 di magnitudo di 4.0 profondità 8 km. Il Papa al Vescovo di Norcia: “Incoraggiare la gente”. La Boschi al Parlamento: “Renzi pronto a riferire alla Camera sul terremoto” Tweet I terremoti hanno deformato area di 600 km quadrati. Renzi:”Soldi ci sono,non faremo extra deficit” Mattarella in visita tra i terremotati Terremoto, Renzi: gare monitorate da Cantone-Tronca #Terremoto, il calvario delle scosse senza fine. Pinotti manda i militari contro gli sciacalli 02 novembre 2016 Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Norcia, accompagnato dal sindaco, Nicola Alemanno, si è intrattenuto con i cittadini, ha incontrato i monaci della basilica di San Benedetto, simbolo della città crollata dopo le ultime scosse, e ha visitato la zona rossa del centro storico. Una donna tra gli sfollati ha chiesto al Capo dello Stato “Abbiamo bisogno di costruire una scuola nuova”. “Me ne occuperò”, ha risposto Mattarella. “Tornerà come prima, – ha aggiunto il presidente ai cittadini – sarà lunga, ma ci vorrà tempo”. I cittadini di Norcia lo hanno accolto con un applauso. Il sindaco di Norcia: “Riscostruire San Benedetto” “Faremo tutto quello che lo Stato deve fare”. A dirlo al sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, è stato Mattarella, oggi pomeriggio. Alemanno lo ha riferito alla stampa, sottolineando che i nursini hanno “ringraziato il presidente per essere venuto a trovarci in un momento così complesso. La sua visita si restituisce un po’ di entusiasmo. Al presidente abbiamo chiesto di aiutarci a ricostruire San Benedetto, di non lasciarci soli e lui ci ha detto, sentiamoci se ce n’è bisogno”. Mattarella incontra sfollati Norcia in residence San Feliciano di Magione Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato in seguito a San Feliciano di Magione presso il residence che ospita parte degli abitanti di Norcia che hanno dovuto lasciare le case per il terremoto. Il capo dello Stato è subito entrato nella struttura per incontrare le famiglie. È giunto a Magione in elicottero da Norcia. Nuova forte scossa oggi a Preci Una nuova forte scossa si è verificata nella zona di Perugia alle 20.37. Il terremoto, secondo quanto riporta l’Ingv, ha avuto una magnitudo di 4.0 e una profondità di 8 chilometri. La visita di Mattarella era cominciata da Camerino Il presidente Sergio Mattarella, aveva iniziato da Camerino la sua visita nelle zone terremotate delle Marche e dell’Umbria. Il presidente della Repubblica, a Camerino rivolto ad alcuni sfollati, aveva detto: “Ricostruiremo tutto come prima”. Il Capo dello Stato era arrivato nella città marchigiana con un elicottero dell’Aeronautica militare atterrato nel campo sportivo, in zona Le Calvi, distante qualche chilometro dal centro abitato pesantemente danneggiato dal sisma. Ad accogliere Mattarella il commissario per l’emergenza, Vasco Errani, il capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, il sindaco Gianluca Pasqui e autorità istituzionali, militari e delle forze dell’ordine regionali e provinciali, oltre a rappresentanze di vigili del fuoco, Croce rossa, volontari di Protezione civile. Mattarella nel palazzetto dello sport ha incontrato le decine e decine di sfollati che sono nel campo base allestito da Protezione e Croce rossa nella zona degli impianti del Cus di Camerino. Mattarella ai bambini di Camerino: “Non mollate” “Mi raccomando, non mollate: voi siete il futuro dell’Italia”. Sergio Mattarella si era congedato dagli sfollati di Camerino con un saluto finale riservato a un gruppetto di bambine e bambini che hanno interrotto i giochi per seguire la visita del capo dello Stato nell’area colpita dal terremoto. Sindaco Camerino: “Presenza Mattarella non ci fa sentire soli” “È bastata la presenza del nostro presidente per far sentire la nostra gente non sola. È il primo segnale di una ripartenza. Non siamo soli, le istituzioni e il Governo ci sono vicini”. Così Gianluca Pasqui, sindaco di Camerino, dopo la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Papa al vescovo di Norcia: “Incoraggiare la gente” Intanto oggi anche il pontefice ha rivolto un pensiero alle difficili condizioni dei terremotati. “Bisogna incoraggiare la gente. Che va sostenuta perché guardi con ottimismo al domani”: queste sono state le parole di Papa Francesco all’arcivescovo di Spoleto e Norcia monsignor Renato Boccardo. Il presule aveva spiegato al Pontefice che la gente “è molto provata e preoccupata per il futuro”. Il Papa ha chiamato monsignor Boccardo mentre era al centro di protezione civile dopo la visita del presidente della Repubblica. Francesco ha spiegato di avere seguito la situazione anche dall’estero. “Ho illustrato al Santo Padre – ha detto monsignor Boccardo – le difficoltà e la paura della gente, che è senza casa né certezze e da oltre due mesi convive col terremoto, e la grave perdita del patrimonio di fede e di arte delle nostre valli. Francesco mi ha assicurato preghiere per la nostra gente e mi ha chiesto di portare a tutti la sua benedizione. Il Pontefice, inoltre, si è detto addolorato per il crollo di tanti edifici sacri, simboli della fede e dell’identita’ di un popolo”. Boschi ai parlamentari: “Renzi pronto a riferire alla Camera su terremoto” Infine oggi la ministra per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, in merito alle richieste avanzate in Aula da M5S, Sel e Forza Italia, ha fatto sapere che c’è la disponibilità del Presidente del Consiglio Matteo Renzi a riferire alla Camera sulle vicende legate al terremoto che ha colpito il Centro Italia. .

Sorgente: Terremoto, il presidente Mattarella in visita a Camerino e Norcia – Rai News

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *