Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

il manifesto del 30.10.2016 -e i primi articoli online

Nel comizio romano di piazza del Popolo il premier-segretario ripete il solito numero dell’uomo nuovo contro tutti. Attacca cantando «’O sole mio» e chiude invitando i militanti alla mobilitazione straordinaria…

Politica

Canta «O sole mio», Renzi straripa, la piazza no

Daniela Preziosi

«Basta divisioni» urla dal palco ma poi chiama i fischi per D’Alema e attacca Bersani. «Il partito della nazione? Quello da Grillo a Silvio». Cuperlo alla fine arriva in piazza: rispetto per chi c’è e per chi non c’è

Uber in Gran Bretagna, la differenza tra worker e dipendente

Valerio De Stefano

Gli autisti non sono stati riconosciuti come dipendenti a tutti gli effetti ma come “workers”: lavoratori con diritti, sì, ma limitati. Ma da oggi dire dire che nell’economia digitale si fanno lavoretti per hobby sarà molto più difficile

Commenti

Il ritorno di Rajoy e la frittata socialista

Aldo Garzia

Sulla scelta dell’astensione socialista hanno influito le posizioni del leader storico Felipe González, della confederazione degli industriali, della grande stampa, come El País e El Mundo, oltre al blocco dei socialisti andalusi – la federazione più numerosa e potente – capeggiati da Susana Díaz, candidata in pectore alla segreteria del Psoe nel congresso che si terrà nel 2017 e strenua sostenitrice della «governabilità nell’interesse nazionale della Spagna»

Al-Nusra entra ad Aleppo ovest. Putin ferma i raid

Chiara Cruciati

Dura controffensiva delle opposizioni: con missili e kamikaze occupano parte dei quartieri governativi. A Mosul le milizie sciite attaccano da ovest, mettendo in pericolo i piani turchi e preparandosi ad entrare in Siria a sostegno di Assad

Hariri apre la strada della presidenza a Michel Aoun

Michele Giorgio

Domani, se non ci saranno sorprese, l’ex generale sarà eletto nuiovo presidente del Libano. A favorirlo la svolta del leader sunnita Saad Hariri. Un passo che segna di fatto la sconfitta del Fronte antisiriano 14 Marzo. Le tensioni in Libano però non sono finite.

L’Onu vuole la testa del presidente yemenita Hadi

Chiara Cruciati

Il principale alleato dell’Arabia Saudita rigetta la road map delle Nazioni Unite che ne prevede l’allontanamento. Intanto aumentano i casi di colera: almeno 1.410 tra Taiz, Aden e Sana’a

Cultura

Il sistema dell’untore e il giallo del «paziente zero»

Andrea Capocci

Secondo una ricerca pubblicata su «Nature», l’Aids arrivò negli Usa alla fine degli anni Sessanta. Non fu lo «scandaloso» comportamento dei gay a provocare l’esplosione dell’epidemia. La comunità Lgbtq ha lottato per l’elaborazione di protocolli condivisi con i pazienti

Visioni

Karen Dalton, voce d’angelo

Paola De Angelis

Un talento unico della scena folk del Greenwich Village. Adorata da Dylan, ha attraversato una vita tumultuosa. E’ stata tra gli ultimi esponenti della tradizione orale, in procinto di passare il testimone alla nuova generazione di musicisti che avrebbe dato vita al movimento di protesta dei ’60

L’Ultima

Una Rasputin in Corea del Sud

Simone Pieranni

La presidente Park Geun-hye rischia grosso: è accusata di essere «succube» da 40 anni di una sciamana sospettata di scriverle i discorsi e di essersi arricchita in modo illegale

Barthes, figure del turbamento

Enzo Di Mauro

Nella «biografia» di Barthes impulsi, dolori, sperimentazioni, mettono in scena lo slittamento inquieto da un codice all’altro

Filologo frustrato cerca riscatti, semmai amorosi

Virginia Caporali

Narciso e poco simpatico, il protagonista del romanzo di Cristovão Tezza studia ciò che differenzia la lingua portoghese dalle altre lingue iberiche: «La caduta delle consonanti intervocaliche», da Fazi

Sillabario iniziatico per volare nella mente

Corrado Bologna

Le pagine più alte della nostra letteratura e le vette dell’arte in «Il cielo nascosto» di Antonio Prete per Bollati Boringhieri: letture finalizzate a ordire una grammatica dell’interiorità

Trini occhio mobile

Paola Bonani

Da Pistoletto e Zorio a Fabro e Mulas, gli scritti 1964-2014 di Tommaso Trini, editi da Johan & Levi, documentano un modo di leggere l’opera che scarta sia dalla storia sia dalla cronaca

Kirkeby, elettrico e geologico

Giuseppe Frangi

Compagno di viaggio di Baselitz, Penck e Lüpertz, Per Kirkeby interpretò il ritorno alla pittura di fine anni ’70 riagganciandosi, romanticamente, a Cézanne

Haroldo de Campos, esercizi di deglutizione della letteratura

Giorgio De Marchis

Quasi mezzo secolo di esercizio critico in “Traduzione, transcreazione”, che privilegia i contributi di argomento italiano, inevitabilmente dialoganti con la riflessione sulla traduzione poetica, come pratica necessariamente creativa

Edme Bouchardon, maestro di mezzo

Lucia Simonato

Non riducibile all’etichetta barocca ma lontano dalle imminenti istanze neoclassiche, il francese Bouchardon è figura problematica: adesso indagata nell’eterogeneità dei suoi interessi

La donna soldato di una Iliade americana

Giorgio Mariani

Narrato in prima persona, «Neverhome», tradotto da La nave di Teseo, racconta la vicenda di una ragazza arruolata nell’esercito nordista, e al tempo stesso evoca il mancato obiettivo di restituire libertà e dignità ai neri

Sorgente: il manifesto del 30.10.2016 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *