Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Dopo 18 anni taglio del nastro per la Nuvola di Fuksas. Raggi fischiata

Roma, 29 ott. (askanews) – Sono serviti 18 anni per la sua realizzazione ed oggi finalmente il centro congressuale progettato dall’archistra Fuksas, conosciuto ormai come la “Nuvola”, ha aperto ufficialmente i battenti. “Io sono per lasciare sempre lo spazio al sindaco. Vai sindaco!”, ha detto il premier Matteo Renzi lasciando a Virginia Raggi il taglio del nastro tricolore per la cerimonia di inaugurazione. Dietro il nastro anche il progettista Massimiliano Fuksas, gli ex sindaci Walter Veltroni e Francesco Rutelli. Veltroni e Fuksas si sono abbracciati con calore. “La Nuvola è una occasione di crescita per tutto il Paese”, ha detto Renzi secondo il quale la Nuvola sarà un “luogo al servizio del Paese, non solo della città. Un posto così bello nel mondo non l’ho visto”. Può essere “il luogo in cui rilanciare le grandi speranze” del Paese. Fischi e frasi di protesta al momento dell’intervento della sindaca Virginia raggi. l’hanno interrotta e le hanno reso difficile la ripresa del discorso che è continuato dopo una lunga pausa. “L’inaugurazione della Nuvola può essere vista come una spinta verso il futuro, una vittoria – ha detto la Raggi dopo aver faticato per riprendere il discorso – che però non può portare a dimenticare errori del passato o far finta di nulla di fronte ai molti anni, troppi, passati dall’annuncio del progetto. Lo ripeto: troppi”. “Così come troppe – ha sottolineato – sono state le gestioni responsabili del ritardo e della inimmaginabile crescita dei costi per la sua realizzazione”. “Ci stiamo confrontando, ogni giorno, su altri progetti per rimettere in moto la nostra città; progetti da incardinare in vista di un ‘Patto per Roma’ da sottoscrivere con il governo. Roma e il Paese lo meritano. int4

Sorgente: Dopo 18 anni taglio del nastro per la Nuvola di Fuksas. Raggi fischiata

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *