Strage Firenze, il Senegal protesta contro l’Italia – Quotidiano Net

Fiori e messaggi sul luogo della tragedia, serrande abbassate in città per dieci minuti a mezzogiorno. Il sindaco Renzi convoca un consiglio comunale straordinario,  Dakar chiede di fare piena chiarezza

Il minstro per l'integrazione Andrea Riccardi a Firenze col sindaco Renzi e un gruppo di senegalesi (Ansa)

Il minstro per l’integrazione Andrea Riccardi a Firenze col sindaco Renzi e un gruppo di senegalesi (Ansa)

Firenze, 14 dicembre 2011 - Firenze sotto shock dopo il folle gesto dell’estremista di destra che ieri ha sparato contro alcuni immigrati senegalesi, uccidendone due e ferendone altri tre prima di togliersi la vita.

CITTA’ IN LUTTO – Oggi sono chiusi per lutto gli oltre 200 banchi del mercato di San Lorenzo, il più grande della città. Uno dei tre senegalesi feriti ha infatti un banco proprio nel mercato di  San Lorenzo.

A Firenze è giornata di lutto cittadino e tanti negozi hanno abbassato le serrande dalle 12 alle 12;10. Le bandiere istituzionali sono listate a lutto. Sul luogo del duplice delitto, in piazza Dalmazia, una moltitudine di fiorentini e stranieri hanno deposto mazzi di fiori, acceso candele e lasciato messaggi.

Il sindaco Renzi per questo pomeriggio ha convocato un consiglio comunale straordinario al quale parteciperanno anche il ministro della cooperazione Andrea Riccardi, rappresentanti della comunità senegalese e l’imam di Firenze Izzedin Elzir.  Questa mattina Renzi ha chiamato a raccolta i dipendenti comunali per una breve cerimonia in ricordo delle vittime.

Il governo del Senegal, nel frattempo, si è detto indignato per quanto accaduto e ha deciso di “fare piena luce sulla vicenda”. Lo riferisce un comunicato trasmesso all’Afp.

CASAPOUND: “CONDOGLIANZE E CONDANNA TOTALE” -”Le più sentite condoglianze per il lutto che ha colpito la vostra comunità” e la “condanna totale e incondizionata del folle gesto che ha insanguinato Firenze”, sono arrivati, questa mattina, in una lettera inviata dal presidente di CasaPound Italia, Gianluca Iannone, all’ambasciatore del Senagal a Roma.

 

FacebookOknotizieShare


 

 

 

 

 

468 ad